Dr Commodore
LIVE

One Piece 1005: Questione di fiducia

One Piece 1005: La fiducia nei compagni torna ad essere al centro del dibattito

Ciao a tutti e benvenuti al consueto commento al capitolo settimanale di One Piece.

Il 1005 è stato un capitolo abbastanza atteso e che ha fatto discutere molto, sin dall’uscita degli spoiler.
I Mugiwara dominano incontrastati la scena in queste pagine, ma anche questa settimana non tutti sono rimasti soddisfatti dalle vicende narrate da Eiichiro Oda, in particolare nei confronti di Sanji. Scopriamone i motivi.

Sanji e Nico Robin: Questione di fiducia

Da anni, la community italiana di One Piece è divisa quando si tratta di attaccare o difendere il cuoco, sopratutto se si pensa all’eterna lotta dei vicecapitani e del più forte tra Sanji e Zoro. Questa frattura è stata molto evidente durante la saga di Whole Cake Island, tra chi imputava al cuoco l’accusa di fare il cuoco, e chi invece difendeva il suo ruolo in quanto tale.

Questo contrasto nella community si è acuito ancor di più a Wano, con l’introduzione della Raid Suit dei Vinsmoke, accusata da molti di essere eccessivamente potente e fin troppo adattabile a miriadi di situazioni.

In quest’ottica, con l’introduzione dell’arma indossabile, molti pareri verso Sanji hanno finito col definirlo più debole di quanto egli non sia in realtà, e questo ci ha condotto fino ad oggi, al capitolo 1005, dove le accuse d’improvviso sono esplose in un boato di proteste da parte dei detrattori del personaggio.

L’accusa che è stata mossa dai più ha riguardato il suo comportamento contro Black Maria, dove il cuoco gentiluomo ha scelto di accondiscendere alle richieste della nemica e di invocare l’aiuto di Nico Robin.

Sanji chiede aiuto a Robin

Dobbiamo purtroppo prendere atto del fatto che nel 2021 il fatto che un uomo venga difeso da una donna venga visto ancora da molte persone come vergognoso e criticabile, il che è ancora più assurdo se ci caliamo nell’opera e ripercorriamo le vicende che hanno riguardato l’infanzia e la vita di Nico Robin.

Approfittiamo quindi della vicinanza con la Festa delle Donne per ricordare il valore di Robin all’interno del manga, e ciò che il percorso di accettazione verso se stessa ha significato per molte persone che l’hanno presa a modello.

Abituata a tradire ed essere tradita, a nascondersi e lavorare per conto di criminali per decenni, la vita della ragazza non è di certo stata tutta rosa e fiori, e nel corso di tutto questo tempo ha imparato a cavarsela da sola, ad affrontare nemici e situazioni difficili, pur di sopravvivere.
Cosa c’è dunque di strano nel cercare in lei una mano contro un avversario contro cui Sanji sappiamo non poter combattere?

La scena in cui Robin si volta verso Sanji e lo ringrazia di aver creduto in lei e di averle così rallegrato la giornata, è il culmine di un percorso di auto-accettazione iniziato due anni prima ad Enies Lobby. Robin all’epoca fuggì da tutti, cercò di allontanarsi dai Mugiwara certa dell’idea che prima o poi loro l’avrebbero tradita. Le uniche persone di cui le sia mai importato.

Per questo si rese necessaria la saga di Water Seven ed Enies Lobby, e per questo oggi nel 1005 è stata così importante una scena del genere.
Sanji si è fidato ciecamente di Nico Robin e richiedere il suo intervento ha significato tanto per lei.

Nico Robin ringrazia Sanji della fiducia

È comprensibile preoccuparsi del fatto che Nico Robin sia sotto il mirino di Kaido e dei suoi sottoposti, tanto da essere compresa nel progetto degli Imperatori per la “Nuova Onigashima”.
Ma allo stesso tempo è pur vero che la ragazza avrà sempre le spalle coperte, ci sarà sempre qualcuno pronto a combattere per lei proprio come ad Enies Lobby, e così come è giusto che Sanji che si fidi di lei, altrettanto vero è che Robin dovrà fidarsi dei propri compagni in caso di bisogno.

Un elemento su cui invece può rendersi più necessario aprire il dibattito non riguarda tanto l’intervento di Robin, quanto il motivo per il quale si sia reso necessario.
Conosciamo tutti quanti la debolezza di Sanji nei confronti delle donne, la sua incapacità di alzare un dito contro chiunque tra esse.

Il fatto è che la situazione venutasi a creare poteva essere evitata.

Se ritorniamo con i fatti a Enies Lobby infatti, possiamo assistere ad uno scontro tra Sanji e Califa, ex membro della CP9, dove il primo per difendersi dai colpi avversari rispondeva ai calci con altri calci.

In quel caso, le tecniche di combattimento venivano utilizzate solamente in difesa, non con l’intenzione dunque di ferire.
Perché dunque nel capitolo 1005 si è reso necessario far subìre quei colpi a Sanji? Perché non difendersi dai colpi dell’avversario allo stesso modo di come già accaduto contro una donna in passato?

Che Sanji non abbia la capacità di controllare così bene l’haki, e dunque la sicurezza di poter affermare che non avrebbe fatto del male a Black Maria?

Ma allora, perché non fuggire? Perché farsi catturare? Come può essere accaduto?
Ricordiamo per esempio che nella saga di Whole Cake Island, sull’isola di Cacao, in una piazza gremita di nemici tra cui alcuni temibili figli di Big Mom, Sanji fu in grado a velocità supersonica di recuperare Rufy uscito dallo specchio del Mirrorworld senza farsi notare da nessuno.

Perché non sfruttare quella stessa velocità, usufruendo a maggior ragione adesso della Raid Suite?

Questo genere di incongruenze non sono nuove negli ultimi tempi in One Piece, dove i personaggi, in particolare i Mugiwara, spesso e volentieri finiscono in situazioni difficili semplicemente perché non utilizzano tecniche che invece posseggono e saprebbero ben padroneggiare.

Facciamo riferimento per esempio a Nami, la cui Fata Morgana non viene utilizzata in combattimento per creare illusioni da molto tempo, o lo stesso Chopper, che ai tempi di Skypeia ed Alabasta era in grado di utilizzare nella forma Brain Point una tecnica grazie alla quale riusciva a individuare i punti deboli dell’avversario.

Questi casi, sempre più frequenti purtroppo, evidenziano un utilizzo dei personaggi a volte grossolano, poiché molte dinamiche o situazioni problematiche vengono spesso a crearsi a causa dell’assenza di certe abilità che invece hanno sempre contraddistinto questi personaggi.

Probabilmente non esiste una vera risposta ai motivi per i quali certe tecniche di combattimento siano state abbandonate dall’autore. Forse, come nel caso di Chopper, erano semplicemente troppo potenti e sarebbero potute sfuggire di mano (immaginiamole rapportate contro un Imperatore) oppure, come nel caso di Sanji, semplicemente la mancanza di certe cose diventa un pretesto per far accadere ciò che l’autore desidera: in questo caso l’introduzione di Brook e Nico Robin.

One Piece 1005

La coppia Nico Robin e Brook

Giunti a questo punto, resta ora da capire come si evolverà il combattimento contro Black Maria.
Era palese che Sanji non avrebbe potuto proseguire ancora per molto uno scontro del genere, per cui era nell’aria già da diversi capitoli un rimescolamento delle carte in gioco, ma questo significa anche che il cuoco non ha ancora trovato la propria dimensione all’interno della battaglia di Onigashima.

Secondo voi contro chi si scontrerà ora il cuoco? 

Al momento, Brook è rimasto indietro ad affrontare Black Maria in compagnia di Nico Robin, eppure, se si andasse avanti in questa direzione, il loro sarebbe l’unico scontro dei Mugiwara affrontato in coppia.

Per quanto riguarda Brook infatti, ha già dimostrato a Whole Cake Island grandi abilità di utilizzo del proprio frutto del diavolo, oltre che un enorme coraggio nell’affrontare niente meno che Big Mom da solo.

Di certo, sarebbe in grado di gestire uno scontro singolo anche da solo, ma contro chi farlo combattere?
Al momento, tutti i Tobi Roppo hanno il proprio personale avversario. Gli avversari più potenti ancora non impegnati in un 1 vs 1 sono gli Oniwabanshu, che hanno però dimostrato spesso di non essere a livelli combattivi poi così alti, i Numbers, praticamente divenuti la carne da macello della battaglia, e le All Stars, di cui Queen al momento risulta essere l’unico disperso.

Per quanto riguarda Nico Robin invece, la volontà di vederla impegnata da sola in uno scontro è molto forte. Del resto, il demone di Ohara non ha uno scontro tutto per sé da moltissimo tempo.
Si pensi a Yama, a Skypeia, forse unico caso che impegnò l’archeologa in prima persona, perché da quel momento in poi i suoi combattimenti furono sempre in coppia o mai risolutivi.
Si pensi a Odr a Thriller Bark, abbattuto collettivamente, o a Diamante a Dressrosa, che però fu sconfitto da Kyros e Robin giocò il solo ruolo di proteggere Rebecca.

Insomma, sarebbe davvero interessante ritrovare Nico Robin impegnata in uno scontro 1 vs 1 contro un nemico al proprio livello, eppure l’idea di far coppia con qualcuno, chiunque egli sia, ridimensionerebbe di molto questa aspettativa.

Secondo voi è già scritto che Nico Robin e Brook faranno coppia per combattere Black Maria? Oppure uno dei due si farà da parte, magari ripiegando su un altro avversario?
Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

Jack e Apoo

Rimanendo in tema di duelli, ecco rifare la loro apparizione dopo una provvisoria uscita di scena sia Jack che Apoo.
Il primo, uscito piuttosto malridotto dallo scontro avvenuto sul tetto di Onigashima, si sta ora dirigendo verso i Foderi Rossi, intenzionato a finirli.
Jack conosce la forza dei samurai, per cui è consapevole del fatto che solo qualcuno del suo livello o superiore può pensare di portare a termine un compito del genere.

Abbiamo parlato spesso di Jack come di un personaggio spesso utilizzato in malo modo, poiché più volte ha già fallito nei propri scopi e la percezione che i lettori oramai hanno verso di lui, è di qualcuno di battibile. Ciononostante, va riconosciuta la sua caparbietà e soprattutto resistenza in campo combattivo.

Jack

A questo punto si può immaginare che l’All Star possa tornare a giocare un ruolo attivo in questa fase della battaglia, anche perché al momento l’unico che si sta battendo contro i diretti comandanti di Kaido è Marco la Fenice, qui alle prese con King.

Se non fosse attualmente impegnato in uno scontro collettivo contro due Imperatori, si potrebbe quasi immaginare lo stesso Zoro contro King o Queen, alla stregua di ciò che potrebbe fare Sanji, che proprio in questo capitolo si è visto costretto ad abbandonare lo scontro.

Arriverà un momento in cui anche le All Stars dovranno dare spettacolo e rubare l’attenzione dei lettori, e a quel punto sarà molto interessante scoprire chi si batterà con chi.

Non solo. Il fatto che in questo capitolo lo stesso Scratchmen Apoo si sia rialzato può avere una doppia ambivalenza: da un lato significa che il ruolo della Supernova non si è ancora concluso, dall’altro però comporta il fatto che X-Drake resterà fuori dalle scene ancora per un po’.

Manca ancora qualcuno all’appello a completare il quadro generale: Basil Hawkins, oramai lontano dai riflettori da molti capitoli a questa parte.

Tutti questi personaggi evidenziano il fatto che allo stato attuale delle cose non è ancora possibile intravedere le coppie finali degli scontri di Onigashima.
Tralasciando gli Oniwabanshu e i Numbers, che come scritto sopra oramai non possono essere considerati al pari dei Mugiwara nemmeno lontanamente, restano ancora molte incognite del cui futuro non conosciamo gli sviluppi.

Nel commento al capitolo 1000 abbiamo ipotizzato l’idea di uno schieramento che vedrebbe contrapposte tutte le Supernove presenti a Onigashima schierate contro gli Imperatori, una sorta di Nuova e Vecchia Generazione messe a confronto.

Per quanto allo stato attuale delle cose una prospettive del genere sembra praticamente esclusa, in One Piece non si può mai dire mai.
Basta un niente per far sì che i personaggi possano cambiare le proprie posizioni in battaglia, come accaduto con X-Drake e come si pensava sarebbe successo con Apoo, costretto sulla difensiva da Queen per proteggere i vaccini.

In un manga in cui i tradimenti sono sempre dietro l’angolo e in cui il potere principale del protagonista è farsi amico chiunque incontri sulla propria strada, non ci sarebbe poi così tanto da stupirsi di un’eventuale cambio di rotta da parte di Hawkins o Apoo.

Inoltre, quando Onigashima ha spiccato il volo grazie al potere di Kaido, non è così difficile immaginare che l’ambientazione della battaglia possa subìre pesanti modifiche, così come l’ubicazione dei vari personaggi presenti su di essa.

Secondo voi quali saranno gli schieramenti finali in questa immensa battaglia? Chi si scontrerà con chi?
Cosa vi aspettate da Jack, King e Queen? Fateci sapere la vostra commentando qua sotto o nei nostri canali social!

Apoo vs X-Drake

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Lorenzo Suigi

Lorenzo Suigi

Appassionato fruitore di One Piece da quasi 15 anni, amo discuterne in ogni angolo del web tra forum, pagine Facebook, dirette Youtube e gruppi.

Condividi