Film/Serie Tv

WandaVision: siamo stati sotto l’incantesimo di una strega per tutto questo tempo… ma quale?

Disponibile il settimo episodio di WandaVision, cosa ci aspettano le ultime due puntate?

WandaVision è la miniserie prodotta da Jac Schaeffer per Disney+, basata su Wanda Maximoff e Visione e ambientata temporalmente dopo Avengers Endgame. È disponibile sulla piattaforma di Disney + il settimo episodio che ci porta sempre più vicini a scoprire come si concluderà la serie, infatti, solo due episodi ci separano dalla fine. 

Riepiloghiamo cosa è successo in questa puntata che ha omaggiato due grandi sit-com dell’ultimo decennio: Modern Family e The Office

Da qui in poi sono presenti spoiler del sesto episodio di WandaVision!

La scelta delle due sit-com non è casuale. L’intera sigla è ispirata a The Office, dove il nome di Wanda appare continuamente ma non è affiancato dal nome di Visione perchè, come abbiamo visto, i due sono rimasti separati per tutto l’episodio.

Qualcosa però sta accadendo nella casa dei Maximoff: Wanda sembra essersi risvegliata da un orribile incubo, ma ciò che è accaduto la notte prima a quanto pare non è stato un brutto sogno. 

Cominciamo con i primi dettagli che hanno catturato la nostra attenzione:

Hexagons: Esagoni in ogni dettaglio 

Sappiamo che l’esagono è una forma tanto particolare quanto perfetta, ogni lato combacia perfettamente con un altro senza lasciare alcuno spazio, in natura è molto difficile trovare una forma simile, una delle poche è l’alveare che è composto da piccoli esagoni che formano le celle, risulta dunque il miglior compromesso tra un cerchio e un poligono, perché è la figura geometrica col più alto numero di lati che riempie uniformemente un piano.

WandaVision è ricco di esagoni, alcuni non ci fanno caso ma quelli più attenti avranno notato tutti i piccoli dettagli all’interno della cittadina di Westview con una forma esagonale. Immagini di Wanda e Visione nei titoli di coda di ogni “episodio” dello show televisivo trasmesso da Westview hanno una cornica esagonale e il campo energetico che circonda la città ha una forma esagonale.

Nella prima scena del settimo episodio qualcosa non è passato inosservato, ad esempio gli esagoni presenti sul piumone e sul cuscino del letto della coppia.

Molti teorizzano che l’esagono richiami la figura del diavolo dato dal numero (666) e quindi ancora una volta Mephisto è il primo indiziato nella testa dello spettatore, confondendolo e attirandolo come farebbe proprio il diavolo.

Questa teoria però potrebbe anche sgretolarsi facilmente, basti pensare al fatto che Westview è una realtà creata da Wanda e gli esagoni sono un’interpretazione visiva abbastanza letterale del potere spesso mal definito di Scarlet Witch.

I riferimenti all’interno della puntata non sono pochi, anzi, molti si concentrano tutti negli ultimi minuti dell’episodio, ma andiamo per gradi. 

Nexus 

Gli spot pubblicitari in WandaVision nascondono sempre uno o più easter egg. Quello nella settima puntata è stato uno spot su un antidepressivo di nome Nexus. Suona familiare?

Il Nexus è una sorta di portale interdimensionale che fornisce un percorso tra tutte le realtà possibili, questo include le realtà tra le altre realtà. Permette quindi che un determinato personaggio che appartiene ad un universo venga trasportato in un altro universo. 

Potrebbe quindi essersi aperto un portale con il multiverso per catapultare il Pietro Maximoff degli X-Men nell’Universo di Westview e quindi dell’MCU?

Qualcuno in grado di farlo potrebbe esserci ed è proprio il personaggio che ci hanno svelato negli ultimi minuti della puntata: Agnes.

Le teorie dei fan sono state confermate: Agnes è Agatha Harkness

Come avevamo affermato nell’articolo della settimana scorsa, il personaggio di Agnes non era assolutamente una pedina da sottovalutare.  La vicina ha mosso molti fili di cui lo spettatore non era a conoscenza. 

In questo episodio Wanda è molto stressata, quasi sull’orlo di un esaurimento. Non riesce neanche lei a gestire ulteriormente la situazione e per mettere a tacere i suoi pensieri come per magia, Agnes incombe per salvarla da una giornata terribile. 

Dopo lo scontro con Monica, Wanda viene accompagnata dalla vicina a casa sua dove pensa di trovare i gemelli che, però, spariscono dal salotto di Agnes.

Wanda, spinta dalla preoccupazione dell’assenza dei gemelli viene condotta da Agnes nello scantinato, dove trova qualcosa di inaspettato: Agnes è una strega, la strega Agatha Harkness.

Nei fumetti, come già accennato nell’articolo del sesto episodio, Agatha Harkness è stata anche la governante di Franklin Richards, il figlio di Mister Fantastic e della Donna invisibile.
La strega però, in quanto tale, ha un legame eterno con il Diavolo o un arcidemone e molti indizi portano a pensare alla figura dell’ormai citato Mephisto.

Un altro dettaglio che non è passato inosservato è il nome del coniglietto di Agatha: Mr. Scratch. Non vi dice niente? Vi chiariamo un po’ le idee. Il figlio di Agatha Harkness sempre nel mondo dei fumetti, si chiama Nicholas Scratch. Potrebbe quindi essere un chiaro riferimento a suo figlio? 

I poteri di Agatha richiamano il colore viola, diverso quindi da quello rosso di Wanda che viene ingannata e successivamente controllata da Agatha.

Agatha ha sempre controllato tutto?

Una volta svelata l’identità di Agnes, vediamo come dal primo episodio la strega controlla la vita dei cittadini di Westview. E’ vero che Wanda ha creato tutto dalle radici, ma Agatha ha contribuito a mandare fuori strada la nostra e ovviamente Visione. Un dettaglio importante non è sfuggito a Billy è che non è in grado di sentire i pensieri di Agatha poiché non è controllata da Wanda ma solo da se stessa.

Pietro Maximoff arriva a Westview sotto il controllo di Agatha, riesce a integrarsi perfettamente nello show anche se sua sorella non è del tutto certa di chi ha davanti e il suo presentimento era corretto fin dal primo momento. 

Allora chi è Pietro Maximoff se non una pedina controllata da Agatha Harkness? 

Agatha potrebbe aprire il portale a Doctor Strange?

In uno storico ciclo dei West Coast Avengers, Scarlet Witch usa pezzi dell’anima di Mephisto per creare i suoi figli, Billy e Tommy perché Visione (in quanto essere sintetico) non è il grado di inseminarla.

Mephisto come già detto, è uno dei cattivi più forti dell’Universo Marvel, e infatti è stato antagonista in moltissime storie con personaggi del calibro di Silver Surfer, Black Panther e Ghost Rider.

Paul Bettany su WandaVision: “Il personaggio misterioso non è ancora stato indovinato dai fan”

Al momento Doctor Strange (Benedict Cumberbatch) è l’unico supereroe del MCU in grado di affrontare un’entità demoniaca così potente.

Se Agatha riuscisse ad aprire un portale per l’inferno, Doctor Strange sarebbe colui che potrebbe intervenire per affrontare Mephisto. 

Questi eventi porterebbero probabilmente all’inizio del prossimo film stand-alone del personaggio, ovvero Doctor Strange in the Multiverse of Madness.

Che libro si nasconde dentro lo scantinato di Agatha Harkness

Nel primo film su Doctor Strange, quando Wong mostra allo Stregone Supremo la “sezione riservata” della biblioteca, manca uno dei libri (quello su Dormammu). Potrebbe essere questo il collegamento che ha permesso ad Agatha di avere i poteri? 

Il libro che Agatha tiene nello scantinato è molto simile agli altri che Wong mostra a Strange nel film. 

Dove sono i gemelli?

La domanda che tutti si stanno facendo riguarda Billy e Tommy. Dove sono finiti i piccoli Maximoff? 

Come abbiamo già detto in precedenza, Agatha Harkness aiuta Wanda a gestire i suoi poteri da strega, fino all’arrivo di Visione. Nei fumetti fu proprio Agatha ad aiutare Wanda ad avere dei figli ma dopo la nascita, Wanda subì dei traumi emozionali, perdendo prima suo marito e successivamente cadendo sotto il controllo di un’entità collettiva che provò a utilizzarla per unirsi a tutti i mutanti (sempre durante la sua permanenza nei West Coast Avengers). Allora Agatha, tornata successivamente in vita, aiutò la sua allieva ad occuparsi dei suoi figli, ma quando scoprì che i bambini erano semplicemente dei frammenti demoniaci di Mephisto, Agatha intervenne aiutando i Vendicatori contro il demone e il suo alleato Pandemonio, e influenzò la memoria di Wanda per permetterle di sopportare la perdita.

Non è casuale che Wanda passi tutta la puntata da sola, senza i suoi bambini e Visione. È forse questo il modo che utilizza Agatha per farle superare la perdita e catapultarla nella realtà del lutto in cui si trova, allontanandola dal mondo che si è felicemente creata per sopportare la perdita della persona amata?

La scena post-credits

Finalmente come ogni film Marvel che si rispetti, abbiamo avuto la nostra scena post-credits. Quanti hanno guardato per quasi dieci minuti oltre la fine di ogni puntata per vedere la scena dopo i titoli di coda? C’è chi lo ha fatto e chi mente. 

Monica ha acquisito finalmente i suoi poteri della sua controparte fumettistica dopo essere entrata nuovamente a Westview, prenderà il nome di Photon come nei fumetti e sarà in grado di trasformarsi in qualsiasi forma di energia dello spettro elettromagnetico. 

Nella scena post-credits vediamo di nuovo Pietro Maximoff (Evan Peters) che sorprende Monica a sbirciare nel seminterrato di Agatha, purtroppo però l’ultima scena ci fa capire che anche lei ora è sotto il controllo della strega.

Le nostre sono solo supposizioni dettate da molti easter egg che di puntata in puntata i produttori seminano.

Due puntate ci separano dalla fine, quali sono le vostre teorie?

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!