Curiosità

A Vieste degli hacker hanno sostituito i jingle di Natale del centro con audio porno

A Vieste il Natale viene molto sentito e sembra tutto un gemere di piacere e ciaf ciaf

Il comune di Vieste ha installato degli impianti di filodifussione per creare atmosfera natalizia nel suo centro. Il giorno dell’Immacolata, però, i cittadini si sono trovati a sentire tutt’altro che “Jingle Bells“.

Si è trattato di un attacco hacker che ha messo in filodiffusione degli audio presi da film pornografici. Il sindaco di Vieste, Falcone, ha così commentato la bravata:

“È stato manomesso l’impianto di filodiffusione, installato lungo le vie del paese, sostituendo le musiche natalizie con un audio sconcio. Mi chiedo: ma delle simili bravate cosa hanno prodotto? Sinceramente pensare che dei ragazzi si divertano nel rovinare l’atmosfera natalizia ricreata per i nostri bambini in questo momento già difficile e che ritengano divertente compromettere una riunione in cui si parla dello sviluppo turistico del nostro paese nell’interesse economico di tutta la cittadinanza, in un periodo di grande crisi, mi rammarica molto. Ad ogni modo si provvederà a sporgere le dovute denunce per individuare i responsabili di queste azioni poco edificanti.”

Vieste

Non solo l’attacco alla filodiffusione

La giunta comunale si è trovata anche a fronteggiare un attacco durante una conferenza telematica in cui si stavano esponendo i piani turistici del Gargano. La conferenza, infatti, è stata presa d’assalto da gente con i passamontagna che sono entrati nella chiamata e hanno iniziato a dire parolacce e scrive cose volgari sullo schermo condiviso.

In seguito all’evento si è resa necessaria la sospensione della conferenza. Rossela Falcone ha così commentato l’accaduto:

“L’intelligenza umana ha dei limiti, la stupidità no. Durante la conferenza streaming sulle prospettive turistiche di Vieste, organizzata oggi pomeriggio, delle persone intervenute alla riunione e che in un secondo momento hanno indossato un passamontagna, hanno disturbato l’incontro con diverse azioni puerili (parolacce, musica ad alto volume, scritte volgari sullo schermo condiviso), tanto da costringerci ad abbandonarla.”

Commodoriani che ne pensate di questi gesti? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

L'autore

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"

Twitch!

Canale Offerte Telegram!