fbpx
Videogames

Cyberpunk 2077: crunch necessario a poche settimane dall’uscita del titolo

cyberpunk-2077

Contrariamente a quanto era stato promesso da CD Projekt Red, gli sviluppatori saranno costretti a ore extra di lavoro per non ritardare ulteriormente l’uscita di Cyberpunk 2077

Cattive notizie sul fronte CD Projekt: il tanto atteso titolo della software house polacca, in uscita il prossimo 19 novembre, vedrà costretti i suoi sviluppatori a turni di lavoro straordinari per non ritardare ulteriormente il lancio del gdr sul mercato. La notizia viene riportata su Bloomberg dal solito, informatissimo Jason Schreier.

Non è la prima volta che CD Projekt viene criticata per sottoporre i suoi dipendenti al crunch time, termine anglofono che viene usato per indicare turni di lavoro eccessivamente stressanti che minano la salute dei lavoratori, al fine di non ritardare le uscite previste.

Tuttavia questa volta Marcin Iwiński, co-fondatore dell’azienda polacca, aveva promesso in un’intervista alla rivista Kotaku, che i dipendenti non sarebbero stati obbligati a pesanti turni di straordinari, com’era invece avvenuto per lo sviluppo di The Witcher 3.

La promessa non è stata però mantenuta, come ha svelato un lavoratore di CD Projekt che ha preferito rimanere anonimo, il quale ha raccontato che i dipendenti hanno ricevuto una mail dove si spiega che da questo Lunedì fino all’uscita di Cyberpunk 2077, saranno costretti a lavorare sei giorni alla settimana. L’impiegato ha inoltre aggiunto che alcuni membri dello staff si trovano a lavorare già nei weekend e in orari notturni da più di un anno.

CD Projekt

Adam Badowski, capo di CD Projekt Red, nella mail ai dipendenti si dice comunque entusiasta della fase di sviluppo in cui si trova il gioco, e che adesso ci si dovrà occupare perlopiù di rifinire il titolo, in modo da minimizzare glitch e bug ancora presenti. Badowski scrive di “assumersi piena responsabilità per la decisione” e che sebbene l’operazione di crunch sia quanto di più lontano dai suoi valori, purtroppo non sembravano esserci altre opzioni per evitare un ulteriore rinvio del titolo.

Ad ora, non sono arrivati comunicati ufficiali da parte di CD Projekt per fare chiarezza sulla vicenda o per darne smentita. E voi, cosa ne pensate? Avreste preferito che la data d’uscita slittasse ancora ma nel rispetto degli sviluppatori, o proprio non sareste riusciti a sopportare un ulteriore rinvio? Fatecelo sapere nei commenti!

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

 

 

Facebook Comments

L'autore

Carolina Londrillo

Appassionata da videogiochi sin da piccola, impara a leggere giocando a Pokémon Rosso. L'amore per i videogames cresce e matura con lei, insieme a quello per musica, serie TV e libri, in particolare quelli di Stephen King. Fan accanita dei meme, delle battute tristi e dei personaggi ignorati da tutti.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!