Dr Commodore
LIVE

Luca Bizzarri è stato social media manager di Carlo Calenda per 24 ore

Questo sì che ha rotto i maroni alla direzione!

L’ex-ministro Calenda ha risposto a un utente“. Ecco come si può riassumere nei minimi termini quello che ha portato Luca Bizzarri, attore comico conosciuto principalmente per il sindacalista Luca Nervi in Camera Cafè, a divenire il social media manager di Carlo Calenda.

Luca Bizzarri ha redarguito il social media manager di Calenda, spiegandogli che non poteva rispondere ad un utente con un nome grottesco esordendo come se fosse effettivamente un nome comune, poiché sfocerebbe subito nel ridicolo. Il dibattito è proseguito fino a quando un utente lascia questo suggerimento in risposta ad un tweet:

ma @LucaBizzarri SMM di @Carlo Calenda for a day? Come quando si affida un numero di Wired a qualcuno per una edizione. 12 ore no stop.

A questo punto Calenda, raccogliendo la sfida, ha deciso di dare per 24 ore username e password del suo profilo al comico genovese.

E tra le prime cose che Luca Bizzarri pubblica sul profilo dell’ex-ministro c’è proprio qualcosa sui videogiochi, argomento che aveva toccato in precedenza sostenendo che rendessero le persone analfabete.

Calenda

Sui videogiochi ho sempre avuto una visione parziale, è capitato anche a me, come a molti miei colleghi, di giudicare senza conoscere. Ma fanno parte anche loro della cultura, e bisogna capirli e conoscerli per capire e conoscere le generazioni presenti e future.

Per poi aggiungere, in un tweet successivo, quest’altra dichiarazione:

Certo, sui videogiochi mi sono sempre sbagliato. Fanno parte della cultura, indipendentemente da che lo si voglia o no. Ergo bisogna conoscerli e capirli.

Bizarri è poi passato a parlare della liberalizzazione delle droghe, postando quanto segue:

L’alcol è legale. La droga invece è libera, purtroppo. Legalizzare permetterebbe il controllo di una situazione fuori dal controllo. Chi crede che proibire sia la soluzione non vuole guardare i risultati di decenni di proibizione. Perchè ad oggi la droga è libera, purtroppo.

 

L’ex-ministro Calenda ha in seguito postato questa affermazione, commentando l’accaduto:

Beh dalle interazioni direi che @LucaBizzarri ha vinto 20 a 0. Per essere chiari i contenuti sono stati realmente condivisi, abbiamo fatto le cose per bene, discutendone. Diciamo che suI videogiochi..va beh lasciamo perdere. Va bene anche quello. Grazie Luca.

E il vecchio SMM cosa ne pensa dell’accaduto? Anche lui l’ha presa con filosofia!

Sono l’ex SMM del dottor Calenda, ha dimostrato di avere un’intelligenza e un senso dell’umorismo speciale, anche perché io non sono proprio sempre d’accordo con lui. Ora può ricominciare a litigare con @lasega e i numeretti vari. Vendesi password al miglior offerente.

Commodoriani, cosa ne pensate di questa vicenda? Scrivetecelo con un commento.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Articoli correlati

Marco Tilloca

Marco Tilloca

Nato nel '96, questo baldo giovane passa il giorno e la notte alla ricerca di notizie su film, serie tv e anime. Nel tempo libero posta amenità sui suoi social.

Condividi