Dr Commodore
LIVE

Lo studio Kyoto Animation omaggiato con un disegno in un campo di riso

Kyoto Animation e Yuki Omura omaggiati da una splendida iniziativa

Neanche un anno fa ci fu uno dei più tragici eventi che hanno riguardato il mondo dell’animazione giapponese: un incendio doloso demolì lo studio della Kyoto Animation, lasciandosi dietro numerosi feriti e vittime. A distanza di un anno dall’incendio, gli abitanti di Kikugawa, una città della prefettura di Shizuoka, hanno deciso di omaggiare e ricordare in un modo particolare Yuki Omura, una delle vittime dell’incendio.

La comunità ha ricreato sulle risaie l’ultima scena del libro U-chan no Matsuzaki, libro scritto proprio da Omura durante gli anni universitari e la scena rappresenta il protagonista che si riunisce alla sua famiglia.

Yuki Omura lavorava come animatore presso lo studio e aveva solo 23 anni quando è rimasto ucciso durante il tragico evento. Stando al giornale Asahi Shimbun, Omura sarebbe dovuto andare con la sua famiglia al “Tanbo Art Kikugawa rice field“, un campo di riso, sulle quali risaie vengono create con regolarità delle opere. Omura sarebbe appunto dovuto andare a vedere l’opera, creata con più di 10 tipi di diverse piante di riso, alcune delle quali piantate proprio dalla famiglia di Omura.

L’organizzatore dell’omaggio è Tadashi Ikeda, ha rivelato presso Asahi Shimbun quanto la comunità sia ancora sconvolta dalla perdita di Omura e quanto voglia che tutti ammirino la nuova opera d’arte, che sarà visibile fino al 16 agosto.

Ecco di seguito il video che ritrae il lavoro:

Fonte: 1.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Se siete interessati ad anime e manga seguiteci sui nostri social dedicati: Facebook e sul canale Youtube!

Articoli correlati

Lorenzo De Padova

Lorenzo De Padova

Laureato in economia aziendale, appassionato di manga, anime, videogames e pop music e in generale di ciò che non è mai scontato e banale.

Condividi