fbpx
Videogames Approfondimento Pc Ps4 Xbox One

I migliori FPS di questa generazione

Cinque FPS che hanno fatto la storia di questa generazione

Gli FPS hanno da sempre un ruolo fondamentale all’interno dell’industria videoludica. Si dai tempi di DOOM infatti, i first person shooter rappresentano un genere amato da una grande fetta di gamer, che non vedono l’ora di sparare a qualunque cosa passi loro davanti. Dal canto nostro, abbiamo stilato una piccola lista dei cinque migliori FPS dell’attuale generazione di console; forse per alcuni questo elenco risulterà sbagliato, ma è innegabile come questi giochi abbiano divertito e rivoluzionato un genere che in tanti adorano.

Wolfestein: The New Order

Nazisti che conquistano il mondo, robot steampunk, violenza inaudita e un protagonista carismatico, sono gli ingredienti di uno degli FPS migliori di questa generazione. B.J. Blazckowicz, è un marine degli Stati Uniti d’America, che dopo aver fallito con l’attacco al castello di Wolfenstein si risveglia in una clinica psichiatrica, in un mondo dove i nazisti hanno vinto la guerra e occupato tutto il mondo. In una lotta disperata e con l’aiuto di un manipolo di sopravvissuti, Blazcko dovrà andare alla ricerca di un’antica tecnologia ebrea, lasciando dietro di sé una scia di sangue lunghissima. Dalle sparatorie in strada, ai combattimenti spaziali sulla stazione lunare che ricordano 007 Moonraker, ID software è riuscita a riportare in vita il vero padre degli sparatutto da un oblio durato decenni, con una formula che mescola elementi del passato con le novità del presente, con un level design originale, una personalizzazione delle abilità del personaggio e tanti, TANTI, modi per uccidere i nostri nemici. Un must per chi cerca uno sparatutto con una trama di tutto rispetto.

Call of Duty: Modern Warfare

Dopo anni in cui la saga di punta di Activision ha vissuto nell’oscurantismo, a causa di capitoli controversi che snaturavano l’essenza di Call of Duty con elementi futuristici portando all’ira dei fan, IL brand è tornato più in forma che mai. Call of Duty Modern Warfare è il reboot di una delle trilogie videoludiche più amate dai giocatori, che segna il ritorno di uno dei personaggi più amati del brand, il capitano Price, in una delle campagne più spettacolari di sempre. Il motore grafico sviluppato da Infinity ward e Infinity Ward Poland, un audio in-game parecchio dettagliato e le nuove feature come la scivolata o il posizionamento delle armi scardinano tutte le aggiunte futuristiche dei giochi precedenti, facendo spazio ad una formula semplice ed innovativa ma non senza problemi. Infatti, online, giocare può risultare stressante a causa della presenza numerosissima di giocatori camperati ad ogni angolo, in mappe che non riescono a spiccare per level design. Se volete provare il gioco, senza spendere un soldo, la modalità battle royale è gratuita ed è possibile scaricarla su PS4, Xbox One e PC(www.battle.net).

Titanfall 2

Titanfall

Oscurato dall’uscita di Battlefield 1 e Call of Duty Infinite Warfare, questo piccolo gioiello è forse il miglior FPS competitivo sulla piazza. Frenetico, dinamico, tra corse sui muri e salti con il rampino, il divertimento è assicurato. Questo secondo capitolo migliora tutte le novità proposte dal suo predecessore, che era un’esclusiva Microsoft, implementando una modalità campagna che, seppure breve, riesce ad emozionare con un approfondimento nel delicato e complesso mondo del rapporto tra uomo e macchina che oggi più che mai non fa altro che intensificarsi. La modalità online ancora oggi riesce a divertire, grazie ad una community viva e pulsante, regalando delle sessioni intense sia giocate in singolo che con amici. La personalizzazione è vasta, dalle armi ai possenti Titan e la possibilità di creare un personaggio unico, secondo i nostri canoni stilistici è garantita.

Borderlands 3

Borderlands 3 è il fiore all’occhiello della serie di Gearbox Software. È uno degli FPS loot-shooting con elementi GDR migliori in commercio e fa splendidamente suoi tutti i canovacci dei generi e del brand in generale. Il viaggio interplanetario funziona alla grande, coadiuvato da una narrativa fresca e intrigante anche se a tratti poco invogliante e prevedibile. Nonostante questo, il gioco eleva il lavoro fatto in questi dieci anni e lo celebra con più di trenta ore minime di folle e ritmato divertimento e caccia assidua al loot migliore e al nemico più potente. Borderlands 3 non abbandona la consolidata la formula di gioco, la quale resta ancorata saldamente alla tradizione della serie, ma ne migliora ogni singolo aspetto. Il titolo poi può essere apprezzato sia da soli, che soprattutto in compagnia dove anche la minima ripetizione di un incarico viene superata dal divertimento generato dalle sparatorie infinite presenti su tutti i pianeti di gioco con sfoggi di abilità e un numero elevatissimo di varianti conflittuali. Gli amanti della serie lo adoreranno e i novizi sicuramente si innamoreranno così tanto da voler assolutamente giocare anche i due capitoli precedenti (il che è consigliato anche per comprendere la lore presente nel gioco e riconoscere alcuni iconici personaggi).

DOOM Eternal

Attention, the slayer has entered the facility

Abbiamo aperto la lista con il ritorno di un re e la chiudiamo con il re dei re, il capo dei capi, lui, insomma ci siamo capiti. Doom Eternal è la quinta essenza dello sparatutto moderno, un gioco che mescola elementi platform, FPS e GDR, creando un qualcosa di nuovo che spazza via i canoni ludici del medium come lo conosciamo; un qualcosa che scopriamo man mano che affrontiamo orde demoniache al ritmo di una musica infernale, potente, che ci impone di non fermarci mentre continuiamo nella nostra crociata contro gli inferi spazzando via qualunque essere non umano. Una delle novità che Eternal propone al predecessore, oltre la personalizzazione estetica, è l’uso fondamentale di motosega e lanciafiamme, per recuperare munizioni e scudo tramite delle uccisioni così sceniche ed irresistibili che potremo usare sia per necessità, ma anche solo per puro divertimento. Il ritorno di mostri provenienti dai vecchi giochi come lo spaventoso Archvile o l’aggiunta di altri come il Marauder, metteranno a dura prova il nostro Slayer il cui compito sarà salvare il pianeta Terra dalla più grande invasione demoniaca mai vista…e lo Slayer, così come il suo pro-zio, un certo B.J. Blazckowicz, odia le occupazioni. Doom Eternal è quel titolo che ogni amante degli sparatutto deve assolutamente avere per stare a posto con se stessi.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments

Twitch!

Canale Offerte Telegram!