Dr Commodore
LIVE

Jesus Rolls: Quintana è tornato, purtroppo

Alzi la mano chi di voi ha amato Il Grande Lebowski. Bene, ora abbassatela tutti e ditemi in quanti sentivano il bisogno di uno spin-off sul cult movie dei fratelli Coen. Nessuno. Eppure, un po’ di curiosità c’era per lo meno da parte mia, di vedere un approfondimento su uno di quei soggetti che ho amato nonostante avessero uno screen time veramente esile. John Turturro ha deciso di scrivere e dirigere un film che perlustrasse la vita di Jesus, personaggio da lui stesso interpretato ne Il Grande Lebowski. Dopo aver visto il risultato, ho solo una domanda in mente, perché?

Jesus Rolls: Spin-off…

Il film inizia con la scarcerazione di Jesus, finito in carcere per una serie di reati tra cui l’oltraggio al pudore e il furto d’auto. Ad aspettarlo all’uscita c’è l’amico Petey (Bobby Cannavale), anche lui un piccolo delinquente in libertà condizionata. I due rubano subito un auto per andare a trovare la madre di Jesus, per poi riportare il veicolo dove l’avevano preso. Qui scopriamo che la macchina appartiene a Paul Dominique (Jon Hamm) un parrucchiere egocentrico accompagnato dalla sua aiutante/compagna Marie (Audrey Tautou). Dopo uno scontro sia verbale che fisico fra i due amici e Paul, Marie decide di abbandonare il lavoro e il compagno per Jesus, infatti i due si conoscevano già. Da questo momento in poi il film prende la piega del road movie, senza però avere un senso logico. Il personaggio di John Turturro non ha una meta né uno scopo così come il suo amico, così come anche il carattere interpretato da Audrey Tautou. Non ci viene spiegato il perché e il come Marie e Jesus si conoscono, non viene approfondito il legame che sembra essere inossidabile fra Petey e Jesus né viene aggiunto nulla alla storia personale di quest’ultimo, cosa che in teoria dovrebbe fare uno spin-off.

… e remake

Il film è anche un remake di una pellicola degli anni 70, I Santissimi con Gerard Depardieu. Di quest’opera riprende la storia, ovvero due banditi con una donna che rubano, scappano e fanno sesso. Il problema però non è la storia in sé ma i personaggi. Non c’è una minima caratterizzazione di essi, non sappiamo il loro scopo, forse quello di Marie è quello di avere un orgasmo dato che non è ha mai provato uno, ma non ci viene spiegato, le persone che incontrano sono del tutto superflue visto la loro piattezza dal punto di vista scritturale. Ad una di esse accade una cosa, ma non proviamo assolutamente empatia perché sappiamo a malapena il nome. I personaggi inoltre sembrano avere il teletrasporto, così come un passpartout per auto, dal momento che le rubano con una facilità disarmante. Insomma dal punto di vista della scrittura il film è un completo disastro.

No se escherza con Jesus

Il personaggio di Turturro di Jesus ha solo il nome e l’iconica frase“No se escherza con Jesus”. Ne Il Grande Lebowski con uno screen time veramente esiguo noi capiamo che Jesus è un pervertito, un maniaco e un fenomeno del bowling. Bene, dopo aver visto Jesus Rolls, lo spettatore sa esattamente le stesse cose di prima. Dell’umorismo dei fratelli Coen il film non ha nulla, forse i primi 5 minuti, ma per il resto è un susseguirsi di gag a sfondo sessuale che non fanno per niente ridere. Se nei I Santissimi vi era per lo meno un messaggio politico, qua è del tutto assente, come è assente anche l’anima grottesca del personaggio scritto dai fratelli statunitensi.

L’opera di Turturro risulta essere in conclusione senza anima, senza scrittura, insomma fuori dal suo tempo. Il regista evidentemente aveva a cuore il film francese tanto da riproporlo in chiave moderna, toccando però un personaggio che lo ha reso immortale, con il risultato di realizzare una pellicola che verrà presto dimenticata. Dopo aver visto Jesus Rolls l’unica cosa che ho pensato è stata: “No se escherza con Jesus”.

Voto: 4,5/10

Voi avete visto il film? Ve lo aspettavate questo risultato o eravate fiduciosi? Fatecelo sapere nei commenti.

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Articoli correlati

Dr Commodore

Dr Commodore

Sono Dr Commodore, servono altre presentazioni?

Condividi