fbpx
Curiosità

“Lei sa chi è CiccioGamer?” è già meme!

Ragà seriamente ma cosa memiamo a fare se le domande ai poteri politici vertono su CiccioGamer?

Immaginate di essere a tavola con i vostri genitori e vostro padre ha il potere del telecomando e vuole vedere una tribuna politica. La TV è su La7  dove di solito qualcosa di politico lo trovi sempre e la trasmissione è Di Martedì. Gli ospiti sono Gianluigi Nuzzi (famoso per le sue inchieste sul Vaticano e per la sua trasmissione Quarto Grado, su Rete4) ed Elsa Fornero. Gli opposti classici di questo tipo di trasmissioni. Lo scambio di battute è il seguente:

“Non diciamo cose che possono terrorizzare le persone: il sistema pensionistico non sarà generoso con i giovani solo se non avranno il lavoro”.

“Le faccio una domanda: lei sa chi è CiccioGamer? Ha qualche milione di seguaci tra i giovani. Visto che lei parla coi giovani, parlerà come lui! Avrà il suo stesso linguaggio!”

“Io coi giovani parlo tutti i giorni. Forse riesco a comunicare più di quanto non faccia lei. Se continuate a parlare ai giovani solo tramite battute, i giovani sono sfiduciati, ne hanno abbastanza”.

Voi non credete alle vostre orecchie. È stata davvero pronunciata quella domanda? Si, è tutto reale, trovate QUI il video. CiccioGamer è il metro di paragone della giovinezza.

Chiaramente subito Twitter è impazzito ed ha portato l’hastag #Cicciogamer in tendenza e parecchi colleghi dello youtuber hanno espresso la loro su questo dialogo:

Partendo dal presupposto che la maggior parte di chi segue CiccioGamer non pensa ancora ad un occupazione nè tanto meno ad un discorso di pensioni. Voi vi ritenete la generazione di CiccioGamer?

Commodoriani che ne pensate di questo dialogo? Molti di voi sono giovani, pensate che gli adulti nei media siano in grado di rappresentarvi? Fatecelo sapere nei commenti.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

 

 

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"