fbpx
Anime & Manga Approfondimento

My Hero Academia: Riassunto Stagioni 1-3

My Hero Academia, l”anime più PLUS ULTRA di sempre, sta per tornare nelle nostre case con la sua quarta, attesissima stagione. Ecco un bel ripasso per i più smemorati.

Stagione 1

Introduzione

My Hero Academia narra la storia di Midoriya Izuku, un ragazzo che vive in un mondo la cui società è stata profondamente cambiata dall’arrivo dei quirk, dei veri e propri super poteri ormai posseduti dalla maggior parte della popolazione che con il tempo hanno finito col creare una vera e propria società di Eroi, ai quali viene affidato l’ordine pubblico. Tra di essi si erge All Might, l’eroe più forte di tutti e simbolo della pace. Seppure i quirk siano davvero fantastici, purtroppo non tutti li usano a fin di bene. Con il tempo infatti sono nate delle vere e proprie organizzazioni criminali che hanno lo scopo di portare distruzione. Questi – coloro che si oppongono agli eroi – sono conosciuti come villain.

Arco dell’esame d’ingresso

Il nostro protagonista è Izuku Midoriya, un ragazzino che ammira gli eroi (specialmente All Might) e che sogna di diventare l’eroe più forte di tutti. Sfortunatamente, però, Izuku è nato senza alcun quirk. A causa di questa sua condizione di inferiorità, è sempre stato preso in giro dal suo amico di infanzia Katsuki Bakugo, che a differenza sua è nato con un quirk davvero forte. Sin da bambino Izuku l’ha sempre ammirato e seguito in tutto quello che faceva, nonostante lui lo trattasse male. Un giorno mentre era di ritorno da scuola, Izuku viene attaccato da un villain e poi salvato da All Might in persona. Profondamente affranto dalla sua condizione, Izuku chiede ad All Might se anche lui può diventare un eroe nonostante tutto, ma subito prima di andarsene All Might gli risponde che deve affrontare la realtà.

Poco dopo Izuku si imbatte nuovamente nel villain, che questa volta però ha preso di mira il suo amico Bakugo. Il villain sembra essere parecchio forte e sia Izuku che la folla si fanno prendere dalla disperazione. Ciononostante, Izuku non ci pensa due volte e si fa spazio tra tutti per tentare di salvare il suo amico. Tra la folla c’era anche All Might, che però a causa di una ferita grave ricevuta tempo prima non poteva ancora trasformarsi nella sua forma muscolosa. Il coraggio di Izuku però lo ispira, e per questo il simbolo della pace riesce finalmente a trasformarsi e a spazzare via il villain, salvando Bakugo.

Nonostante questo, Bakugo non accetta di essere stato salvato per merito di Izuku. Poco dopo, All Might appare di nuovo di fronte ad Izuku per ringraziarlo per ciò che ha fatto. Dopodiché ritira quanto detto prima e offre a Izuku la possibilità di diventare un eroe. Dimostrando coraggio laddove neanche gli altri eroi lo hanno avuto, il nostro protagonista si è dimostrato degno di ereditare l’unicità dell’eroe più forte di tutti. Il quirk di All Might, infatti, è All for One, un potere può essere tramandato ad altre persone.

my hero academia

Dopo aver accettato di diventare l’erede di All Might, Izuku inizia un duro ed estenuante periodo di allenamento. Il suo corpo infatti è molto fragile, e per poter gestire il potere di All Might deve rinforzarlo. L’allenamento in questione nasce anche dalla volontà di Izuku di iscriversi alla U.A., una delle scuole di supereroi più rinomate del Giappone. Le iscrizioni inizieranno dopo soltanto 10 mesi, durante i quali Izuku riuscirà a rinforzare il suo corpo e ottenere All for One il giorno stesso dell’esame d’ingresso.

Una volta arrivato alla U.A., Izuku conosce una ragazzina molto gentile con la quale scambia qualche parola. L’esame consiste in una prova pratica, la prima, e una teorica, la seconda. La prova pratica consiste nel distruggere quanti più robot possibile per guadagnare abbastanza punti da passare. Il tempo passa però Izuku sembra non riuscire a distruggere nessun robot, e proprio verso la fine si imbatte nella stessa ragazzina di prima, Ochaco Uraraka. Il problema però è che lei è sommersa dai detriti e alle sue spalle c’è un robot enorme pronto a schiacciarla. Izuku decide di distruggerlo nonostante questo valesse 0 punti, usando One for All per la prima volta. Una settimana dopo, Izuku riceve una lettera nella quale viene informato d’essere stato accettato. Questo perché seppure Izuku abbia concluso la prova pratica con 0 punti, ha dimostrato di possedere il giusto atteggiamento.

Inoltre, sembra che All Might sia diventato un professore alla U.A.

Arco dei test scolastici

Izuku si incontra con All Might e questo esprime la sua preoccupazione riguardo le condizioni fisiche del nostro protagonista. Il suo corpo non riesce a sopportare One for All, e per questo dovrà stare attento. Una volta entrato nella U.A., Izuku fa conoscenza dei suoi nuovi compagni di classe. Tra di essi ci sono la stessa Ochaco, Bakugo, e Iida Tenya, un ragazzo molto diligente e con un quirk che lo rende velocissimo. Improvvisamente fa ingresso in classe uno dei professori, Shota Aizawa, e invita tutti gli studenti fuori, nel campo d’educazione fisica. Gli studenti iniziano a fare vari test, e Aizawa li avvisa che chiunque non riuscirà a superarli sarà espulso.

Tra questi troviamo anche una competizione per scoprire chi riesce a tirare la palla più lontano. Aizawa invita Izuku a farsi avanti però quando questo è pronto ad usare One for All su tutto il braccio, lui attiva il suo quirk, fermandolo. Egli si rivela essere il super eroe Eraser Head, capace di impedire ad una persona di usare il suo quirk con il suo sguardo. Aizawa avvisa Izuku che di questo passo non riuscirà a diventare un eroe, perché dovrà continuare a fare affidamento sugli altri. Dopodiché gli dà una seconda possibilità. Izuku decide quindi di usare One for All soltanto sul suo dito per lanciare la palla, sorprendendo Aizawa e facendo un buon punteggio nel test. Aizawa alla fine rivela che la questione sull’espulsione era tutta una menzogna, però veniamo a sapere che l’anno precedente aveva espulso un’intera classe.

Quanto appena successo lascia Bakugo basito. L’idea che Izuku gli abbia sempre mentito riguardo la sua condizione lo fa arrabbiare parecchio. Nel frattempo comunque Izuku diventa amico di Ochaco e Tenya.

Arco dello scontro tra studenti

Il giorno dopo All Might riferirà alla classe di Izuku, la 1-A, che dovranno affrontare varie prove. Tra queste c’è quella dello scontro tra studenti. La classe verrà divisa in due, tra eroi e villain, che si scontreranno in gruppi di due. I villain dovranno difendere un oggetto e gli eroi dovranno sottrarglielo. Lo scontro si svolgerà all’interno di uno spazio chiuso e gli eroi vinceranno anche se riusciranno a catturare un villain. I primi due team ad affrontarsi saranno quello di Izuku e Ochaco e quello di Bakugo e Tenya.

Inizia quindi lo scontro e Izuku e Bakugo iniziano ad affrontarsi, però Izuku sembra non voler usare il suo quirk. Ciò infastidisce parecchio Bakugo, che inizia a diventare più violento anche perché Izuku ignora le sue domande riguardo l’origine del suo quirk. Una volta messo all’angolo, Izuku e costretto ad usare il suo potere. Tuttavia, egli non lo usa per colpire il suo amico, bensì per creare l’opportunità perfetta per vincere. Opportunità che di fatto Ochaco sfrutterà con successo. Il team Izuku-Ochaco vince la sfida.

Izuku viene successivamente curato in infermeria, e dopo esser stato dimesso si confronta con Bakugo. Il nostro protagonista gli confessa di averlo ereditato da qualcun’altro, però Bakugo non gli crede. Il ragazzino sembra profondamente ferito nell’orgoglio, e dichiara dinanzi ad Izuku di voler diventare il numero uno. Dopo l’emozionante sfida lanciata da Bakugo, si torna momentaneamente alla normalità. La 1-A elegge come presidente della classe Izuku e Momo come Vicepresidente. Tuttavia, Tenya dimostra di essere molto più adatto al ruolo e per questo Izuku glie lo cede.

my hero academia

Arco dell’attacco dei villain

La prossima grande sfida che attende i personaggi è un’esercitazione al salvataggio che svolgeranno all’interno dell’U.S.J., un terreno d’addestramento costruito da Numero Tredici. L’U.S.J. contiene tanti tipi di simulazioni di disastri diversi grazi alle quali i nostri eroi potranno imparare ad utilizzare i loro poteri per salvare vite umane. Eppure, i nostri personaggi vengono colti a sorpresa da un attacco messo in atto dall’associazione dei supercattivi, guidata da Shigaraki Tomura e da Kurogiri. Infiltrandosi qualche giorno prima all’interno della U.A., i villain sono riusciti ad ottenere informazioni riguardo i prossimi movimenti di All Might. Egli infatti avrebbe dovuto accompagnare gli studenti della 1-A durante le simulazioni, ma a causa di alcuni contrattempi non ha potuto farlo. I villain odiano profondamente All Might, essendo lui di fatto il simbolo della pace, e volevano farlo fuori.

I nostri protagonisti decidono quindi di mandare Tenya a chiedere aiuto ad All Might, e resistere nel frattempo. Aizawa viene sconfitto da Shigaraki e gli studenti fanno del loro meglio, pur iniziando a soccombere. Ciononostante, riescono a guadagnare abbastanza tempo per far arrivare All Might sul campo di battaglia. Dopo un duro scontro con il villain Nomu, una creatura fatta apposta per neutralizzare One for All, All Might porta a casa la vittoria e salva tutti. I villain si ritirano, ma sono già pronti ad escogitare il prossimo piano.

Stagione 2

Dopo il terribile scontro con Nomu, All Might decide di sedersi con Izuku per parlare. Il lasso di tempo in cui può usare One for All è calato notevolmente, e il simbolo della pace avverte il nostro Izuku che non durerà ancora a lungo. Giusto poco prima Aizawa aveva informato la 1-A che il festival sportivo della U.A. era ormai prossimo, e All Might chiede ad Izuku di farsi valere. Durante la giornata di lezioni, Izuku e Tenya iniziano a conversare con Ochaco. I tre compagni parlano delle motivazioni che li spingono a diventare eroi, e Ochaco ammette di farlo per guadagnare tanti soldi. La sua famiglia è povera, e per questo lei vuole collaborare il più possibile.

Una volta terminate le lezioni alcuni membri della 1-A si imbattono nei loro compagni della 1-B.

Arco del festival sportivo

L’inizio del festival sportivo è segnato dalla dichiarazione di Shoto Todoroki di voler sconfiggere Izuku durante le varie prove. Todoroki sospetta ci sia un legame tra Izuku ed All Might, e per questo è intenzionato a dimostrare la sua superiorità. Anche Bakugo sembra molto agguerrito, e di fatto dichiara dinanzi a tutti di voler finire primo. Il festival è importante perché grazie ad esso gli studenti avranno un’ottima opportunità di farsi conoscere non solo al pubblico, ma anche agli eroi professionisti.

Corsa ad ostacoli

I preliminari saranno composti da una corsa piena di ostacoli. A cavarsela meglio sono ovviamente Bakugo e Todoroki, che con i loro quirk eccezionali si contendono il primo posto. Izuku invece rimane leggermente indietro, ma all’ultimo riesce a vincere la gara calpestando volontariamente delle mine per slanciarsi a grande velocità, superando i suoi due rivali.

my hero academia

Nella prova successiva tutti gli studenti che hanno passato la corsa dovranno unirsi in gruppi di 2, massimo 4. A loro verranno affidate delle fasce che dovranno proteggere, cercando al contempo di prendere quelle degli altri. La fascia di ogni giocatore ha un valore diverso a seconda del posizionamento dello studente nella gara precedente. Il che vuol dire che il valore di Izuku è quello più alto. Per questo agli altri giocatori conviene non allearsi con lui, perché sarebbe un grosso rischio. Piuttosto dovrebbero tentare di prendere la sua fascia. Il nostro protagonista chiede a Tenya di unirsi a lui, però questo rifiuta. Egli infatti si ritiene anche un suo rivale, e vuole mettersi alla prova. Alla fine Izuku riesce a trovare un gruppo. Ad accompagnarlo saranno Ochaco, Mei Hatsume e Fumikage Tokoyami. Nel frattempo Todoroki dichiara apertamente di non avere intenzione di usare il suo lato infuocato in battaglia.

Seconda fase

Come predetto anche dallo stesso Izuku, una volta iniziata la competizione tutti si fiondano sul suo team. Però col passare del tempo anche questa battaglia si riduce essenzialmente ad un confronto tra Bakugo, Izuku, Todoroki e i loro team. Il team di Izuku si difende molto bene per tutto il tempo, finché Tenya non usa la sua tecnica speciale, il Recipro Burst, per permettere a Todoroki di rubare la fascia di Midoriya. Bakugo nel frattempo si lascia provocare da altri team e si allontana momentaneamente dal team di Izuku e da quello di Todoroki. La fine della competizione si avvicina e Izuku entra in panico. Per recuperare la fascia è costretto ad usare One for All, però afferra quella sbagliata. Per difendersi, Todoroki usa istintivamente il suo lato infuocato.

Una volta annunciati i risultati, però, Izuku riesce comunque ad arrivare quarto grazie ad una fascia presa da Tokoyami. Anche il team Todoroki e il team Bakugo passano alla fase successiva.

Dopo lo scontro viene indetto un giorno di pausa. Izuku si confronta verbalmente con Todoroki, il quale gli confessa di essere il figlio di Endeavor, il secondo eroe più forte del mondo dopo All Might. Per questa ragione, Todoroki si sente in dovere di dimostrare di essere migliore di Izuku, che per lui deve avere un qualche legame con il rivale del padre. Di fatto anche All Might ed Endeavor si incontrano, però i due non sembrano essere in ottimi rapporti. In particolare Endeavor sembra serbargli rancore, e dichiara di voler rendere Shoto l’eroe che riuscirà a superare All Might.

Shoto rivela ad Izuku che suo padre si è messo con sua madre soltanto per il quirk che lei possedeva, affinché Todoroki nascesse con un quirk molto forte grazie al quale superare All Might. Per questo lui odia suo padre, e si rifiuta di fare il suo burattino. Anche la madre sembra odiare Endeavor, e oltre a lui odia anche la parte di suo figlio che gli assomiglia: quella infuocata. Per questo quando era bambino sua madre gli ha gettato dell’acqua bollente in faccia, provocandogli la ferita che conserva tutt’ora. Sconfiggendo Izuku senza usare il suo lato infuocato, Todoroki dimostrerebbe a suo padre di non aver bisogno del suo potere. D’altro canto Izuku non si tira indietro, e si dichiara pronto a difendere la fiducia che è stata posta su di lui.

Torneo

Una volta terminato il giorno di pausa, inizia l’ultima fase del festival: il torneo. Izuku si scontrerà con Hitoshi Shinso, cadendo inizialmente vittima del suo controllo mentale. Il quirk di Shinso, infatti, gli consente di controllare la mente di chi risponde alle sue domande. Dopo aver attivato il suo quirk, Shinso ordina a Izuku di uscire dal ring. Izuku inizia ad incamminarsi verso il bordo e proprio quando è prossimo ad uscire viene salvato da degli strani soggetti misteriosi, probabilmente i precedenti utilizzatori del suo quirk. Questi di fatto attivano One for All, scatenando un’onda d’urto che desta Izuku dall’ipnosi. Una volta annullato il suo quirk, Izuku si confronta con lui. Shinso rivela di essere frustrato dal fatto di non possedere un potere adatto al campo di battaglia. Alla fine, Izuku lo butta fuori dal ring.

Il secondo scontro è quello di Todoroki. Prima che questo inizi, però, il ragazzino si confronta con il padre, il quale sembra deluso dal comportamento del figlio. Endeavor ricorda a Todoroki quale sia il suo compito, e quest’ultimo ripete di non avere alcuna intenzione di usare il suo lato sinistro. Ad affrontarlo sul ring sarà Hanta Sero. Lo scontro in questione durerà davvero poco, dato che Todoroki, infastidito dalla conversazione che ha avuto con il padre, esagera e crea un enorme massa di ghiaccio con la quale congela buona parte del corpo di Sero. Todoroki si scusa con Sero per il suo comportamento.

Il prossimo combattimento importante è quello tra Ochaco e Bakugo. Izuku tenta di aiutarla elaborando un piano, ma Ochaco rifiuta di ascoltarlo perché vuole vincere con le sue forze. Alcuni iniziano a temere che Bakugo possa sottovalutarla perché donna, ma lei è certa che non succederà. Durante lo scontro Bakugo rimane sempre perfettamente concentrato su di lei, dimostrando di prenderla sul serio. Ochaco escogita un piano molto ingegnoso: sfrutta il quirk di Bakugo per ammassare un grande numero di detriti fuori dal campo visuale del suo avversario, per poi farli cadere tutti insieme su di lui. Così, Ochaco trova l’espediente perfetto per distrarlo e tentare di attivare il suo quirk su di lui. Ciononostante, Bakugo disintegra i detriti con una sola esplosione. Stremata dalla lotta, Ochaco cade e sviene, perdendo la battaglia. Dopo lo scontro, Ochaco viene rassicurata dal padre, che le dice di credere in lei, facendola piangere.

Nel frattempo sia Tenya che Eijiro Kirishima vincono i loro rispettivi match. Arriva quindi il momento dell’attesissimo scontro tra Izuku e Todoroki. I due si affrontano in un match davvero feroce, nel quale Izuku utilizza One for All tantissime molte, causandosi ingenti danni. Durante il loro confronto, Izuku continua a spronare Todoroki affinché usi il suo lato sinistro. In effetti, Todoroki nota che non può usare troppo di fila il suo lato destro, dato che finisce per raffreddare troppo il suo corpo. Per questo ha bisogno anche di usare il suo altro lato per bilanciare la temperatura. I suoi movimenti quindi diventano lenti, e il personaggio inizia a soccombere leggermente. Eppure Izuku continua a spronarlo — cerca di fargli usare il suo lato sinistro.

Il nostro protagonista dice a Todoroki che la parte che tanto odia di lui stesso alla fine è soltanto la sua. Il ragazzo ricorda inoltre delle parole simili dette anche da sua madre, e attiva finalmente il suo lato infuocato. Dopo averlo fatto, i due si preparano a terminare lo scontro utilizzando i loro poteri al massimo. I loro quirk collidono e causano una forte esplosione che butta Izuku fuori dal ring. Todoroki vince la sfida.

my hero academia

Todoroki però non ha ancora le idee chiare, e sembra aver bisogno di riflettere. Nel mentre Izuku viene curato e operato d’urgenza. Dopo l’operazione, Izuku si confronta con All Might, confessando al suo maestro di ritenere di non essere adatto al ruolo di successore. All Might però lo tranquillizza, dicendo di aver ammirato il comportamento che avuto nei confronti di Todoroki. All Might inoltre rivela ad Izuku che anche lui non possedeva un quirk prima di ottenere One for All. Il ragazzo torna nello stadio e continua ad osservare i match successivi. Bakugo affronta Kirishima, sconfiggendolo senza troppe difficoltà. Todoroki poi sconfigge Tenya congelando la parte delle sue gambe che utilizza per attivare il Recipro Burst. Bakugo sconfigge Tokoyami.

Dopo il suo match, però, Tenya sembra essere sparito. Poco prima dell’inizio dello scontro finale, infatti, aveva ricevuto una chiamata da sua madre, la quale gli aveva riferito che suo fratello era stato gravemente ferito da un villain. Tenya lo ha sempre ammirato e per questo entra in un profondo stato di shock. Il villain in questione si rivela essere Stain, un personaggio in forte contrasto con l’attuale sistema che regola la società. Stain infatti ritiene che l’unico eroe degno d’essere chiamato tale sia soltanto All Might. Questo perché, a suo giudizio, tutti gli altri svolgono il proprio lavoro soltanto per soldi, per appagare loro stessi. La sua forte ideologia lo ha spinto a tentare di epurare la società dai “falsi eroi”.

Lo scontro finale è tra Bakugo e Todoroki, il quale però sembra molto confuso. Il ragazzo non sa se usare o no il suo potere, il che non solo fa arrabbiare Bakugo, ma lo fa esitare a tal punto da perdere il match. Durante la premiazione Bakugo è davvero arrabbiato. Dopo la fine del festival Todoroki ed Izuku iniziano ad adottare dei cambiamenti. Il primo fa visita a sua madre in ospedale nella speranza di riuscire a chiarirsi le idee, e il secondo decide di iniziare a cercare un metodo alternativo e meno dannoso di usare il suo quirk.

Arco di Stain

I giorni successivi gli studenti della 1-A vengono chiamati a scegliere i loro nomi da eroe. Quello di Izuku sarà Deku. Tenya sceglie Ingenium (nonostante suo fratello gli avesse chiesto di ereditare il suo dato che non potrà più prestare servizio a causa delle ferite che ha riportato). A seguito della sua performance durante il festival sportivo, Izuku viene nominato come apprendista da un eroe professionista. A nominarlo è stato Gran Torino, che si rivela esser stato uno dei professori di All Might durante il suo periodo alla UA. Gran Torino sembra essere anche a conoscenza di One for All, e sembra aver nominato Izuku proprio per questo. Il giorno di visitare per la prima volta gli eroi professionisti arriva, e, prima di separarsi, Ochaco e Izuku dicono a Tenya di essere sempre pronti ad ascoltarlo qualora ce ne fosse bisogno. Tenya li ringrazia, ma sembra avere strane intenzioni.

Nel frattempo All Might riceve i risultati di un test genetico effettuato su Nomu, il quale sembra essere un insieme di vari esseri umani. Nomu contiene inoltre molteplici quirk, il che è un fenomeno inspiegabile se non attraverso l’eredità genetica, che però sembra non essere un fattore da prendere in considerazione in questo caso. Per questa ragione inizia a nascere il sospetto che dietro Nomu ci sia una persona capace di donare quirk. All Might sembra preoccupato.

Izuku arriva finalmente da Gran Torino, ma il super eroe sembra distratto e smemorato. I due iniziano a conversare e Gran Torino decide di affrontare Izuku per vedere a che punto sia il ragazzino. Nel farlo, nota che Izuku è ben lontano dal controllare All for One, e per questo gli dà alcuni consigli. Gran Torino comunque rimane molto vago e preferisce infatti che sia lo stesso Izuku a comprendere ciò che intende. Dopo delle riflessioni, Izuku comprende di essersi approcciato al suo quirk dal punto di vista sbagliato. One for All deve semplicemente essere attivato sul suo intero corpo in modo da aumentare le sue prestazioni. Izuku affronta di nuovo Gran Torino, attivando il Full Cowling per la prima volta.

Gli altri studenti iniziano ad allenarsi con gli eroi professionisti che li hanno nominati. Tenya si trova ad Hosu City, e decide di dare la caccia a Stain per vendicarsi di suo fratello. Il villain intanto viene convocato dall’associazione dei villain, capitanata da Shigaraki, che lo invita formalmente ad aggiungersi al loro repertorio. Stain chiede quindi quali fosse l’obbiettivo di Shigaraki, e quando questo gli dice di voler eliminare All Might, Stain manifesta il suo disaccordo. La situazione peggior velocemente e i due si scontrano. Tuttavia, non sembrano volersi eliminare a vicenda, bensì soltanto chiarire le loro posizioni. Stain arriva alla conclusione di voler ottenere lo stesso obiettivo di Shigaraki seppur con metodi diversi. Per questo, decide di continuare per la sua strada senza però ostacolarli.

my hero academia

Tenya inizia a studiare la cronologia degli attacchi di Stain e trova un collegamento grazie al quale riesce a prevedere le sue prossime mosse. Secondo le sue analisi, Stain passerà a breve proprio ad Hosu. In quella zona passeranno a breve anche Izuku e Gran Torino. L’eroe professionista infatti ha deciso di terminare la fase d’allenamento di Izuku e di passare all’azione. Vuole dirigersi in aree affollate per imbattersi in qualche criminale, e nel farlo passerà per Hosu.

Improvvisamente Kurogiri teletrasporta Shigaraki e Stain ad Hosu grazie ai suoi portali. Dopo un ulteriore confronto verbale, questa volta meno acceso, Shigaraki ordina a Kurogiri di rilasciare i Nomu, proprio mentre Izuku e Gran Torino passavano per la città in treno. Questa volta infatti la creatura di nome Nomu non è più soltanto una e possente, bensì è stata suddivisa in tanti tipi di Nomu diversi. I due vengono attaccati e la città va velocemente in fiamme. Nel frattempo, Stain agisce per conto suo ma viene intercettato da Tenya. Stain non ha intenzione di fargli del male dato che lui è ancora un ragazzino, ma quando Tenya gli riferisce di essere in cerca di vendetta egli riconsidera la sua posizione.

Izuku e Gran Torino avanzano in città, e ad aiutarli arrivano molti altri eroi, tra i quali Endeavor. Analizzando la situazione, Izuku arriva alla conclusione che Tenya è prossimo a scontrarsi con Stain e inizia a cercarlo disperatamente. Lo scontro però è già iniziato, e Tenya viene sopraffatto velocemente. Proprio mentre il villain si appresta a dare il colpo di grazia, Izuku sbuca da un vicolo e colpisce Stain in faccia, respingendolo. I due iniziano a scontrarsi però Izuku sembra soccombere. Stain però decide di non ucciderlo perché “degno d’essere risparmiato” e si appresta invece ad eliminare Tenya. E lo fa perché dal suo punto di vista Tenya non è un vero eroe dato che si è fatto consumare dalla sete di vendetta. Ad aiutare i due studenti arriva Todoroki, che allontana Stain con una fiammata. Izuku aveva infatti segnalato la sua posizione attraverso il GPS e Todoroki l’aveva notata.

Tenya dichiara d’essere d’accordo con Stain. Si pente del suo comportamento e si vergogna d’essere diventato un peso. I tre, insieme, riescono a sconfiggere Stain. Una volta legato, vengono raggiunti da Gran Torino e da Endeavor. Improvvisamente, però, il Nomu volante rapisce Izuku e nel farlo perde del sangue da una ferita che gli è stata provocata da un eroe. Al che Stain ne lecca una goccia, attivando il suo quirk e salvando così Izuku. Stain uccide quel Nomu e si abbandona ad un carismatico discorso sull’eroismo. Il villain ribadisce di voler creare una società migliore e poi perde conoscenza.

Il giorno dopo, i tre ragazzi vengono raggiunti in ospedale da Kenji Tsuragamae, il capo della polizia. Tsuragamae avverte i ragazzi che utilizzando i loro quirk senza permesso hanno commesso una violazione per la quale dovranno essere puniti. Ciononostante, egli si dimostra disponibile a coprire l’incidente per il bene dei ragazzi, che però ovviamente non riceveranno alcun riconoscimento per le loro gesta. Dopo l’incidente di Stain, la mano sinistra di Tenya non è riuscita a guarire del tutto. Per farlo servirebbe un’operazione, però Tenya decide di lasciarla così come ricordo degli errori che ha commesso.

Gran Torino chiama All Might e gli riferisce le sue preoccupazioni. Egli teme che il pensiero portato avanti da Stain possa influenzare gli altri e causare un aumento di villain in giro. Inoltre egli teme che All for One, il nemico storico di All Might che ha ucciso il suo predecessore e gli ha procurato le ferite che porta adesso, sia tornato in azione. Per questo, Gran Torino invita All Might a dire tutta la verità riguardo il suo quirk ad Izuku. Ed effettivamente Gran Torino aveva ragione riguardo Stain: in città iniziano a fare la comparsa nuovi cattivi davvero spaventosi. Shigaraki inizia ad infastidirsi parecchio nel vedere il nome di Stain su tutti i giornali.

Post-Stain

Dopo l’esperienza con gli eroi professionisti, i nostri studenti tornano a scuola. All Might li porta in un’area chiamata Ground Gamma, nella quale i ragazzi dovranno competere in una corsa. Izuku ha l’occasione di mostrare a tutti il suo Full Cowling. Bakugo rimane sorpreso alla vista del miglioramento di Izuku e si arrabbia. Izuku sembra prossimo alla vittoria, però alla fine inciampa e cade. Una volta finita la gara, All Might lo convoca nel suo ufficio dopo le lezioni. Una volta arrivato, All Might gli rivela la storia di One for All.

All’alba dell’arrivo dei quirk, un uomo che possedeva un potere chiamato All for One, grazie al quale poteva rubare, rendere propri e infine ridistribuire i quirk degli altri, utilizzò questa sua capacità per raccogliere quanti più poteri possibile ed estendere la sua influenza sul Giappone. Egli donò a suo fratello minore, che già possedeva un quirk che gli permetteva di donare quirk agli altri, un potere di rafforzamento fisico che, unendosi all’altro, divenne One for All. All Might rivela a Izuku che All for One sembra essere ancora vivo e vegeto, e quindi dovrà essere lui a fermarlo. One for All è un quirk nato appositamente per contrastare All for One, e fino ad ora nessuno dei suoi predecessori è riuscito a farlo con successo. All Might ci è andato parecchio vicino.

Izuku sembra spaventato, però si tranquillizza perché certo che All Might sarà con lui in quel momento. All Might, però, rimane in silenzio implicando che con molte probabilità lui non riuscirà a farcela.

Durante la fine, viene rivelato che All for One ha intenzione di rendere Shigaraki il suo successore.

Arco dell’esame di fine anno

Prima della pausa estiva, i nostri studenti dovranno affrontare l’esame di fine anno. L’esame si dividerà in due parti: una teorica e una pratica. Dopo aver passato quello teorico, i nostri ragazzi si preparano per quello pratico. Questo consisterà nell’affrontare in gruppi di due uno degli insegnanti. Per vincere uno dei due studenti dovrà, in massimo 30 minuti, abbandonare con successo il campo di battaglia o ammanettare l’insegnante. Gli insegnati inoltre saranno in handicap.

Il nostro Izuku dovrà fare squadra con Bakugo contro All Might in persona. I due all’inizio faticheranno parecchio a collaborare per via del carattere di Bakugo, ma alla fine porteranno a casa la vittoria. Bakugo si “sacrificherà” per dare a Izuku l’occasione perfetta per scappare, però questo si volterà e darà un pugno ad All Might, salvando Bakugo ed abbandonando l’area.

my hero academia
“Spostati, All Might”

Anche il gruppo di Todoroki e Momo riesce a passare intrappolando Aizawa. Momo si dimostra parecchio insicura di sé e delle sue idee durante la parte iniziale, però Todoroki le dà fiducia e il piano da lei escogitato si rivela molto efficace. A vincere, tra gli altri studenti, sono i seguenti team: Team Asui-Tokoyami, Team Tenya-Ojiro, Team Ochaco-Aoyama, Team Koda-Jiro. A perdere invece sono i seguenti team: Kaminari-Ashido e Kirishima-Sato. Durante lo scontro con Midnight, Minoru Mineta dichiara di aver cambiato prospettiva riguardo la motivazione per cui vuole diventare un eroe. Questa infatti non sarà più quella di diventare un eroe per essere fico, bensì di diventare fico per essere un eroe.

Durante lo scontro con Numero Tredici, Ochaco si confronta per la prima volta con l’idea di avere una cotta per Izuku. Questa sua convinzione viene poi confermata successivamente.

Post-esame

Nel frattempo, nel ritrovo dell’associazione dei supercattivi, due nuovi villain fanno visita a Shigaraki. Poco prima quest’ultimo aveva in mano una foto di Izuku. Il primo è Dabi, la seconda Himiko Toga. Shigaraki inizialmente sembra non tollerare la loro presenza, però Kurogiri gli fa notare che espandersi è necessario. Soltanto così, fa notare, potranno fare qualcosa di importante. Entrambi i villain hanno trovato la loro motivazione nelle azioni di Stain, il che stizzisce Shigaraki ancora di più. Alla fine questo se ne va in silenzio senza accettarli o rifiutarli esplicitamente.

Quello che fa è andare a fare una visita a Izuku, che nel frattempo si trova in un centro commerciale per fare dei preparativi. A breve partirà per un campo estivo con la sua classe, e quindi si è recato lì per fare degli acquisti. Shigaraki e Izuku si confrontano pacificamente (più o meno) e il primo chiede ad Izuku quale fosse la sua opinione su Stain rispetto a lui. Izuku dice che lui non condivide le azioni di Stain, però comprende le fondamenta sulle quali si basano. Anche lui, proprio come Stain, ha trovato ispirazione in All Might, e per questo afferma di capirlo. Dopo aver ascoltato la sua opinione, Shigaraki arriva alla conclusione che sia Izuku che Stain, due individui che odia, sono un problema scaturito da All Might. Per questo decide che d’ora in poi il suo obbiettivo sarà quello di eliminare l’attuale simbolo della pace.

Stagione 3

Arco dell’allenamento estivo

A seguito dell’incidente avvenuto nel centro commerciale vengono adottate delle misure di sicurezza più stringenti nei confronti degli studenti della UA. La destinazione del campo estivo viene cambiata e Aizawa dichiara che sarà annunciata il giorno stesso della partenza. In questo modo, Aizawa è certo di poter evitare attacchi a sorpresa da parte di Shigaraki. A partecipare sarà anche la 1-B.

L’avventura dei nostri eroi inizia, e Izuku incontra Kota. Kota è un ragazzino che sembra detestare gli eroi e il concetto stesso di eroismo. Dopo vari tentativi di comprendere il perché di questo suo atteggiamento, Izuku scopre il suo passato. I genitori del ragazzino erano degli eroi che sono caduti in battaglia. Kota non ha mai digerito quanto avvenuto, e anzi dal suo punto di vista i suoi genitori hanno preferito il loro lavoro a lui. Dopo aver ascoltato la storia del ragazzino, Izuku comprende che, proprio come Shigaraki, non tutti adorano gli eroi.

Dopo un iniziale periodo transitorio, i nostri ragazzini iniziano ad allenarsi per compensare le debolezze del proprio quirk. E lo faranno spingendo i loro poteri al limite. Nel frattempo, a pochi chilometri dal campo d’allenamento, Dabi e Toga fanno la loro comparsa insieme ad altri scagnozzi.

Il giorno successivo, cioè il terzo giorno d’allenamento, gli studenti faranno una prova di coraggio durante la notte. La prova consiste nel dividere tutti gli studenti in due gruppi, quelli della 1-A e quelli della 1-B, dove i secondi si incaricheranno di spaventare i primi. Gli studenti della 1-A dovranno incamminarsi all’interno della foresta dove si svolgerà la prova, trovare una carta con il loro nome, ed uscire dall’area con successo. Dopo 15 minuti le due classi si scambieranno i ruoli, e alla fine quella che avrà spaventato più studenti vincerà la prova.

All’interno della foresta alcuni degli studenti vengono attaccati da Toga e il suo fumo. Dabi si reca alla caserma e attacca Aizawa, mentre fuori dalla foresta altri villain, tra i quali Spinner, attaccano gli studenti e alcuni eroi professionisti, ferendone uno. Momo usa il suo quirk per creare maschere da usare per proteggersi dal fumo all’interno della foresta. Tenya e gli altri studenti fuori dalla foresta iniziano ad evacuare, Izuku però rimane indietro e va a cercare Kota. Il ragazzino però nel frattempo è stato attaccato da Muscular, lo stesso villain che ha assassinato i suoi genitori, e proprio prima che questo lo ammazzasse Izuku arriva a proteggerlo. Il villain però è davvero forte, e purtroppo Izuku non ha altra via di fuga. Per questa ragione, Izuku si prepara a respingerlo con tutte le sue forze.

Muscular mette Izuku davvero alle strette, però il piccolo eroe è determinato a difendere Kota a tutti i costi. Per farlo utilizza One for All al massimo per più volte, sconfiggendo il villain al costo dell’integrità del suo braccio destro. Il ragazzino si dimostra profondamente colpito dalle azioni di Izuku, ed inizia ad apprezzare il concetto di eroismo. Per esso infatti i suoi genitori si sono sacrificati per persone che neanche conoscevano bene, proprio come ha fatto Izuku in questo momento. Adesso però che è stato lui ad essere salvato, Kota fa finalmente pace con la scomparsa dei suoi genitori.

my hero academia

Una volta salvato, Izuku carica Kota sulle sue spalle e si dirige verso la caserma. Mentre corre incontra Aizawa, il quale si prende cura di Kota ma affida un compito a Izuku. Egli dovrà correre da una delle eroine professioniste presenti e riferirle un messaggio. L’eroina si incaricherà poi di trasmetterlo a tutti con i suoi poteri telepatici. Attraverso di esso, Aizawa autorizza formalmente tutti gli studenti ad utilizzare i loro quirk per difendersi. Izuku però non ha ancora finito. Affrontando Muscular è venuto a conoscenza del piano dei cattivi di rapire Bakugo, e quindi si fionda nella foresta per salvarlo.

All’interno della foresta gli studenti sono alle prese con i villain. Ochaco e Asui Tsuyu affrontano e respingono Toga, che però riesce a prelevare del sangue dalla gamba di Ochaco attraverso una provocazione. Lei infatti afferma che Ochaco sembra essere innamorata di qualcuno, e che questo qualcuno sia una persona che prende come punto di riferimento. Tetsutetsu sconfigge un villain con la sua forza bruta, e Tokoyami nel frattempo perde il controllo di Dark Shadow. Ad aiutarlo arriveranno però Todoroki e Bakugo, grazie ai quali riuscirà a calmare la sua unicità.

Izuku e Mezo Shoji raggiungono Bakugo, Todoroki e Tokoyami, e iniziano l’operazione di salvataggio. La loro intenzione è quella di scortare Bakugo fuori dalla foresta fino alla caserma, però improvvisamente questo e Tokoyami spariscono. I due vengono trasformati in una pallina grazie ad un quirk nemico, e dopo averlo fatto i villain iniziano a ritirarsi con i portali di Kurogiri. I ragazzi si fionderanno dietro di loro, e in qual frangente Toga adocchierà Izuku, manifestando il suo forte interesse nei suoi confronti. Alla fine però gli studenti riusciranno a salvare soltanto Tokoyami. Anche una delle eroine professioniste, Ragdoll, sembra essere scomparsa.

I villain, quindi, rapiscono Bakugo con successo e sono certi che riusciranno a farlo diventare un grande villain. Poco dopo la fine degli scontri arrivano i soccorsi.

La notizia del rapimento di Bakugo scuote la società, che inizia a protestare fuori dalla scuola. La priorità diventa quindi quella di salvare Bakugo dalle grinfie dei cattivi, e fortunatamente Naomasa Tsukauchi, un detective, avverte All Might di aver localizzato il covo di Shigaraki grazie ad un device di localizzazione creato da Momo. Naomasa si dichiara quindi pronto ad iniziare un’operazione di salvataggio. A quest’operazione vogliono unirsi anche alcuni studenti della 1-A, però altri invece obiettano. Tra questi c’è Tenya, che dopo l’esperienza personale avuta con Stain ritiene che ricercare la vendetta con le proprie mani sia irresponsabile.

Arco dell’operazione di salvataggio

Dopo una lunga discussione, buona parte della 1-A decide di seguire Tenya e affidare agli eroi professionisti l’operazione di salvataggio. Ciononostante, Izuku, Kirishima e Todoroki decidono di provarci comunque perché si sentono in colpa per non essere riusciti a fare nulla per salvare Bakugo. Tenya tenta di fermarli, però dopo che questi gli riferiscono di non voler ingaggiare in combattimenti inutili allora decide di unirsi alla causa.

Nel frattempo la notizia del rapimento di Bakugo pone sotto una forte pressione mediatica la UA, che viene costretta attraverso Aizawa a scusarsi pubblicamente per quanto avvenuto. La scuola dichiara di essere pronta a lavorare per evitare che incidenti come questi possano ripetersi. Naomasa afferma che queste dichiarazioni pubbliche sono state fatte anche per indurre i cattivi a pensare che l’attacco mediatico sia stato sufficiente a costringere la scuola a rinunciare momentaneamente a salvare Bakugo. I villain invece tentano di ammaliarlo e convincerlo a passare dalla loro parte ma lo studente rifiuta. Bakugo si dimostra quindi convinto dei suoi ideali nonostante il suo carattere complicato.

Poco dopo qualcuno bussa alla porta del covo dei villain, e questo si rivela essere All Might, che insieme a Gran Torino e ad altri super eroi blocca Kurogiri per impedir loro di scappare. Shigaraki e gli altri sembrano destinati ad essere catturati, eppure improvvisamente appare un grande numero di liquidi neri dai quali spuntano vari Nomu. Bakugo e tutti i cattivi inoltre riescono a scappare misteriosamente, causando l’ira di All Might. Anche Endeavor e gli altri eroi che stavano circondano il covo dei cattivi vengono attaccati. Intano nel magazzino dei supercattivi, Best Jeanist, Tiger, Mt. Lady e Gang Orca si apprestano a salvare Ragdoll, che però sembra essere incosciente. Una strana voce afferma che l’eroina si trova in quello stato perché le è stato sottratto il suo potere, per poi causare una fortissima esplosione che finisce col distruggere istantaneamente l’area circostante e spazzare via gli eroi.

Questo individuo si rivela essere All for One, che decide di passare al contrattacco personalmente, assicurandosi prima di far evacuare i suoi scagnozzi. Presto All for One verrà raggiunto da All Might, che tenterà di ostacolarlo e di abbatterlo. Izuku, Momo, Todoroki, Tenya e Kirishima si approfittano della confusione per liberare Bakugo con un piano molto astuto escogitato da Midoriya. Successivamente, All Might e All for One si affrontano in un brutale scontro uno contro uno, che vede All Might vincitore. Per vincere, però, All Might è costretto ad utilizzare tutto il potere che gli è rimasto. Durante la battaglia la sua vera forma viene esposta al pubblico, e si viene anche a scoprire il suo passato. Il predecessore di All Might si chiamava Nana Shimura, ed è da lei che All Might ha preso l’abito di continuare a sorridere. Shigaraki Tomura si scopre essere un discendente di Shimura.

Dopo aver sconfitto il suo acerrimo rivale, All Might indica celatamente Izuku come suo successore. L’unico a comprenderlo ovviamente è il nostro protagonista, mentre tutti gli altri fraintendono il suo messaggio. I soccorsi arrivano e molti eroi, tra i quali Best Jeanist, sembrano aver riportato delle ferite molto serie. All for One viene incarcerato in una prigione speciale. Tuttavia egli è sorridente. Il super cattivo è pronto a passare la torcia a Shigaraki affinché sia lui ad ereditare All for One, e allo stesso modo All Might dichiara esplicitamente ad Izuku, in privato, di non poter più utilizzare la sua unicità.

L’attuale situazione può sembrare un successo, però agli occhi della polizia è una disfatta. Aver perso il simbolo della pace destabilizzerà senza dubbio la società causando un aumento esponenziale di cattivi, e l’aver imprigionato All for One permetterà a Shigaraki di crescere molto più velocemente. Per questo, la polizia sembra voler riformare le normative sulle quali si basano per poter assumere un ruolo più decisivo per quanto riguarda la gestione dell’ordine pubblico. Questo infatti è sempre stato affidato agli eroi sin dall’arrivo dei quirk.

Dopo il ritiro di All Might, Endeavor riceve il titolo di eroe numero 1, però lo rifiuta dato che non crede di esserselo guadagnato. Il padre di Todoroki si dimostra infatti adirato dall’attuale situazione, e sembra essere in qualche modo deluso. Nel frattempo All Might riferisce ad Izuku che d’ora in avanti si concentrerà soltanto nell’essere un mentore migliore. Per aumentare la sicurezza degli studenti la UA diventa un vero e proprio collegio, e All Might e Aizawa vengono mandati a visitare i genitori degli studenti per rassicurarli. La madre di Izuku sembra non voler più permettere che suo figlio frequenti la UA, però All Might riesce a convincerla.

Arco dell’esame per la licenza provvisoria

Dopo la transizione a collegio, la UA si prepara quindi ad ospitare gli studenti, e questi si preparano alla loro nuova vita. Nonostante la 1-A sembri molto affiatata, la verità è che le azioni di Izuku, Momo, Todoroki, Tenya e Kirishima hanno allentato un po’ l’atmosfera. Il resto della classe non riesce più a fidarsi di loro, dato che hanno tentato di salvare Bakugo senza dir nulla. Tuttavia, dopo che ognuno di loro offre le loro scuse, le cose tornato alla normalità.

La classe però viene posta a terminare l’allenamento che aveva iniziato nel campo estivo, e tutti gli studenti sviluppano nuovi modi per utilizzare i loro poteri. Izuku apporta delle modifiche al suo costume e decide di utilizzare principalmente le sue gambe. Il suo nuovo stile si chiamerà One for All: Full Cowling, Shoot Style. Lo scopo di questo allenamento è quello di preparare gli studenti per un esame che, se supereranno, permetterà loro di ottenere una licenza provvisoria da eroe, grazie alla quale potranno svolgere tutte le normali funzioni da eroi senza dover richiedere il permesso.

Arriva finalmente il giorno degli esami, e i nostri eroi scoprono che non saranno da soli a farlo. Di fatto arriveranno anche gli studenti di altre scuole, tra le quali la Shiketsu e la Ketsubutsu. La prima è parecchio importante, e di fatto è rivaleggia in termini di competitività con la UA. Tra gli studenti della Shiketsu troviamo Inasa Yoarashi, un aspirante eroe con un quirk molto forte che gli permette di dominare il vento.

Come al solito, l’esame si divide in più fasi. La prima consiste in una sorta di tiro al bersaglio, dove i bersagli però sono gli stessi studenti. Ognuno dovrà attaccare al proprio corpo tre bersagli che gli altri dovranno colpire. Chiunque colpisca l’ultimo bersaglio mancante di uno studente lo eliminerà. Per passare bisogna eliminarne due. Come previsto da Izuku, una volta iniziato l’esame tutti quanti si fionderanno sugli studenti della UA.

Il primo studente a passare e Inasa, che con il suo potere elimina in una sola volta 120 studenti. Tutti gli altri studenti della UA, in particolare il nostro Izuku, hanno alcune difficoltà a passare dato che vengono presi di mira, però alla fine tutti i membri della 1-A passeranno la prima fase con successo. Durante l’esame, Ochaco decide di mettere da parte il suo amore per Izuku in modo da non rimanere indietro. Questo infatti era diventato un ostacolo per lei.

La seconda fase invece consiste in una vera e propria operazione di salvataggio con tanto di attori che si fingeranno dei civili da soccorrere. A giudicare la performance degli eroi saranno anche gli attori stessi, che toglieranno loro dei punti in base a determinati criteri. Ogni studente parte con 100 punti, e se scendono a meno di 50 vengono eliminati. All’inizio tutto sembra andare bene, ma all’improvviso uno dei professori, Gang Orca, attacca il campo di battaglia fingendosi un villain.

L’arrivo di Gang Orca peggiora drasticamente la situazione, e gli eroi tentano di fermarli. Tra di loro ci sono Todoroki e Inasa, che però non vanno molto d’accordo. Inasa prova rancore nei confronti del padre di Todoroki, e nello sguardo del figlio rivede l’odio che ha percepito nel padre. Oltre a questo, i due sono anche i migliori studenti delle loro rispettive scuole, e per questo fanno fatica ad andare d’accordo.

Inasa e Todoroki litigheranno proprio davanti a Gang Orca, e si ostacoleranno involontariamente a vicenda. Una volta realizzato il loro errore, però, tenteranno di rifarsi pur se ormai è troppo tardi. Una volta concluso l’esame, vengono rivelati i nomi degli 89 studenti che sono passati. Tra di essi, i nomi di Todoroki, Inasa e Bakugo non sono presenti. Durante la prova, infatti, Bakugo ha trattato i civili molto male, e per questo gli sono stati sottratti troppi punti. Per fortuna, coloro che non sono passati avranno l’occasione di ottenere la licenza presentandosi ad un corso speciale.

my hero academia

I villain nel frattempo non sono rimasti con le mani in mano: la criminalità è aumentata e sono iniziate a nascere e crescere nuove organizzazioni criminali. Uno dei personaggi che ha presentato l’esame insieme ad Izuku, Camie Utsushimi, si rivela essere in realtà Toga. Questa infatti può assumere le sembianze di altre persone, e ha sfruttato l’occasione per estrarre un po’ del sangue di Izuku.

La sera stessa Bakugo convoca Izuku nel Ground Gamma. I due si confrontano e Bakugo afferma d’essere certo che il potere che Izuku ha ottenuto sia quello di All Might. Izuku rimane in silenzio, confermando di fatto l’ipotesi di Bakugo, il quale si stizzisce. Egli infatti non può accettare che l’eroe che lui stima maggiormente abbia scelto come suo erede una persona che fino a poco tempo fa riteneva inferiore. Izuku non si tira indietro. Il loro scontro è molto acceso, e alla fine vince Bakugo. Ciononostante, Izuku dimostra d’essere cresciuto tantissimo.

Ad interromperli arriva All Might stesso, che rivela tutta la verità su All for One e One for All a Bakugo. Il ragazzino confessa di sentirsi in colpa perché a causa della sua debolezza All Might è stato costretto a rinunciare al suo potere. All Might lo tranquillizza, e Bakugo e Izuku migliorano sensibilmente la loro relazione. I due adesso sono dei veri e propri rivali.

Durante le fasi finale di quest’arco viene anche rivelato il passato di Twice, uno dei villain che seguono Shigaraki. L’unicità di Twice, Double, gli consente di sdoppiare qualsiasi cosa semplicemente toccandola. Twice creò delle copie di sé per facilitare il proprio lavoro, eppure queste copie iniziarono ad acquisire una coscienza propria e con il tempo tutti iniziarono a litigare su chi fosse quello vero. Alla fine lui sembra averla scampata, però tutt’oggi continua a chiedersi se non è un falso.

Big Three

I nostri studenti riprendono le normali attività scolastiche e la prossima cosa che dovranno fare sarà quello che loro chiamano Internship, praticamente una sorta di tirocinio vero e proprio. Coloro che hanno ottenuto la licenza potranno goderselo ancora di più dato che avranno autonomia. Per comprendere meglio quello che li aspetta, però, Aizawa fa entrare i Big Three della scuola. Parliamo di Mirio Togata, Nejire Hado e Tamaki Hamajiki. Durante la discussione, Mirio offre ai ragazzi l’opportunità di affrontarlo. I ragazzi accettano ma vengono completamente annichiliti.

Il quirk di Mirio, permeazione, gli permette di trapassare qualsiasi cosa. La sua unicità lo rende estremamente forte, eppure i ragazzi capiscono che per usarla Mirio si è dovuto allenare davvero tanto. Senza l’allenamento e la determinazione che ha avuto nel migliorare, il suo quirk non sarebbe stato così efficace. Ciò ispira parecchio i nostri studenti, specialmente Izuku. Veniamo a sapere che Mirio è uno degli eroi più vicini a diventare il numero uno, nonché uno dei possibili pretendenti ad ereditare All for One, prima che arrivasse Izuku. Attraverso la battaglia, Mirio ha voluto comunicare agli studenti che durante il tirocinio non saranno più trattati come dei ragazzini. Avranno delle responsabilità, e per questo dovranno fare del loro meglio.

Dato che Aizawa ha detto agli studenti di tentare di inserirsi nel tirocinio attraverso le connessioni che hanno creato durante il periodo di prova, Izuku chiama Gran Torino per chiedere se potesse lavorare con lui. Questo dice di essere occupato al momento, però lo invita a chiamare All Might affinché questo gli presentasse il suo aiutante. Veniamo inoltre introdotti ad un personaggio chiamato Sir, che sembra essere una sorta di detective sulle tracce di un villain chiamato Overhaul. Tale villain, sarebbe prossimo a stringere un’alleanza con Shigaraki e i suoi scagnozzi…


Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Inoltre continuate a seguire gli aggiornamenti su Anime e Manga nei social ufficiali dedicati: InstagramGruppo e canale Youtube!

Facebook Comments

Matteo Mellino

Matteo Mellino, sul web Mr. Gozaemon.
Tormenta continuamente amici e familiari parlando dell'argomento che più lo affascina e al quale dedica tutto il suo tempo libero: l'animazione giapponese.
Più pigro di Spike, testardo quanto Naruto ma sempre positivo come Gon.