fbpx
News Smartphone Tech

HarmonyOS trova casa nelle smart TV di Honor

HarmonyOS

A pochissimi giorni dall’annuncio di HarmonyOS, già sappiamo quale sarà il primo device a “battezzare” il nuovo sistema operativo di casa Huawei.

Honor Vision e Honor Vision Pro

Huawei decide di inaugurare HarmonyOS tramite Honor – la sua marca di prodotti pensati per i giovani -, la quale farà uscire due smart TV il 15 agosto. Il prezzo è allettante: intorno ai ¥3,799/$540 per Honor Vision e ¥4,799/$680 per Honor Vision Pro. Purtroppo, il lancio sarà limitato al mercato cinese ed è la stessa Huawei a confermare di voler “testare” HarmonyOS 1.0 prima della release effettiva.

Scheda tecnica

Honor Vision e Honor Vision Pro vantano un display senza cornici su tre lati, pattern a diamante sul retro e solamente 6.9mm di spessore nel punto più sottile. Frontalmente, il display da 55″ 4K in 16:9 ha un angolo di visione di 178 gradi ed è capace di una luminosità di 400 nit. Inoltre, la protezione dalla luce blu è certificata dal TÜV Rheinland.

Dal lato tecnico, le due TV montano il processore octa-core Honghu 818, affiancato a sette tecnologie per la riproduzione delle immagini, come l’High Dynamic Range Imaging o il Local Dimming.

Anche il suono vuole la sua parte, e quindi troviamo quattro speaker da 10W, che diventano sei per la versione Pro. Quest’ultima si differenzia anche per l’aggiunta di sei microfoni far-field e una fotocamera pop-up con risoluzione [email protected] e con inclinazione regolabile – fino a 10°.

Completano il quadro la GPU Mali-G51, 2 GB di RAM, 32 o 64 GB di archiviazione in base alla versione, e le più recenti opzioni di connettività: Bluetooth v5, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, tre porte HDMI, una porta USB 3.0 e una porta Ethernet.

Non mancheranno, per entrambe, sia una modalità “smart” per riprodurre informazioni generali sullo schermo, che il supporto a Honor Magic Link, per utilizzare la TV dal proprio smartphone.

HarmonyOS Honor Magic Link

HarmonyOS su smartphone?

Si dice che HarmonyOS fosse “in grembo” da circa due anni e ciò porterebbe a pensare al rapido avvicinamento di una release globale, viste anche le dichiarazioni secondo le quali il sistema arriverà su tutti i dispositivi smart. Tuttavia, l’azienda afferma di volersi concentrare inizialmente sugli “schermi”, quindi per gli smartphone dovremo attendere ancora. Nel frattempo, Huawei continuerà a ospitare Google.

Fonti: TheVerge, Gadgets360.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments