fbpx
Breaking News News Tech

YouTube confonde Notre Dame in fiamme con un video dell’11 settembre 2001

L’intelligenza Artificiale è un dono, ma non è ancora infallibile. E lo dimostra l’episodio accaduto a YouTube pochi giorni fa, lunedì sera, mentre tutto il mondo era incollato agli schermi per seguire l’incendio di Notre Dame. Alcuni utenti stavano seguendo le live su YouTube, infatti, si sono visti apparire sotto la schermata alcuni pannelli informativi che rimandavano all’attentato terroristico dell’11 settembre 2001. Incluse nell’accaduto anche le live mostrate da canali autorevoli come Nbc, Cbs e France 24.

Come è successo

YouTube ha introdotto questa funzione lo scorso anno, per contrastare la disinformazione presente sulla sua piattaforma. Spesso infatti, ai video che condividono teorie della cospirazione, fake news e altri contenuti controversi, viene allegato un riferimento a fonti di informazione come Wikipedia e Encyclopedia Britannica, citata in questo caso.

I visitatori di YouTube avranno un modo nuovo e più semplice di accedere alle informazioni su alcuni argomenti” dichiarò Youtube, “Encyclopedia Britannica fornirà informazioni verificate e su misura su alcuni argomenti storici e scientifici che sono stati oggetto di disinformazione, e YouTube linkerà queste informazioni da Britannica nelle ricerche e sotto i video riguardo questi argomenti”.

Qualche errore dell’algoritmo, però, ha causato l’associazione della cattedrale in fiamme con un video dell’11 settembre. È possibile che le due torri del campanile siano apparse simili alle Torri Gemelle vittime dell’attentato di 18 anni fa. YouTube è intervenuta prontamente rimuovendo i pannelli a seguito delle tantissime segnalazioni.

“Siamo profondamente addolorati per l’incendio in corso alla cattedrale di Notre Dame. L’anno scorso abbiamo introdotto, per il materiale oggetto di disinformazione, pannelli informativi con link a fonti di terze parti come Encyclopaedia Britannia e Wikipedia. Questi pannelli sono attivati algoritmicamente e a volte il nostro sistema fa la scelta sbagliata. Abbiamo disattivato questi pannelli per le live legate all’incendio”.

Non siamo ancora pronti?

La faccenda ha destato non poche polemiche sul modus operandi di YouTube. Affidare completamente la moderazione a un algoritmo che compie tali errori può avere diverse implicazioni: moltissimi dei contenuti caricati ogni giorno sulla piattaforma potrebbero essere infatti “vittime innocenti” dell’algoritmo. D’altra parte, è anche possibile che buona parte dei contenuti controversi non venga considerato come tale, sfuggendo al controllo.

Già di recente YouTube è stata sotto i riflettori per la negligenza nella gestione dei contenuti controversi, denunciata dagli stessi dipendenti. Questo evento ribadisce la necessità di trasparenza da parte dei colossi del web, e dall’altro lato dimostra come la tecnologia non sia ancora pronta a fare tutto da sola, almeno in questo campo. Specialmente se si affideranno agli algoritmi anche decisioni su cosa è legale o cosa no, come previsto dal nuovo provvedimento europeo sul copyright. L’intervento umano sarà ancora fondamentale, almeno per un po’.

FONTE


Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

 

 

Facebook Comments

Eleonora Amenta

Eleonora, 21 anni, (quasi sempre) da Roma.
Studio lingue, ma trovo sempre tempo per appassionarmi a qualcosa di nuovo.

Image credits: @maggiecoledraws on Instagram