Dr Commodore
LIVE

Gabe Newell è diventato testimonial per delle mutande extralarge cinesi

Nelle confezioni di alcuni capi d’abbigliamento e in diversi libri scolastici, spesso appaiono foto di persone sconosciute prese dalle foto di stock. Ci sono casi in cui queste, per qualche motivo, diventano famose. Come “Hide the Pain Harold”, alias dell’ingegnere ungherese Arató András. Ma ci sono anche momenti in cui persone famose diventano personaggi di foto stock, come nel caso di Gabe Newell, il CEO di Valve.

Gabe Newell: modello di mutande 4XL

In Cina, non si sa se intenzionalmente o per svista del grafico che si è occupato delle confezioni, “Gaben” è stato utilizzato come testimonial per una linea di mutande extra large. In poco tempo, una volta immortalata la scatola, la fotografia ha fatto il giro della rete.

Con un po’ di photoshop frettoloso, ben visibile sul collo, la faccia di Gabe è stata posta sopra il corpo di un modello ignoto. Un lavoro poco preciso ma che sta rendendo Lord Gaben” noto anche nel mercato cinese dell’abbigliamento intimo.

Sotto il post originale di Reddit, alcuni utenti hanno osservato come la confezione contenga solo due paia di mutande, ulteriore conferma del fatto che Gabe non sappia (o voglia) contare fino a 3. Grazie a quest’ultima informazione, si può anche affermare con certezza che la scritta “LongD” non può avere altri sensi oltre a “Long Dian, come riportato nella fascia blu.

Non si sa se ora Valve sia a conoscenza di questo fatto, e nemmeno si sa se vorrà prendere provvedimenti contro questo utilizzo del volto del CEO dell’azienda. Magari, però, per recuperare dalle scarse vendite di Artifact, Gabe potrebbe proprio sfruttare questo nuovo business.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Articoli correlati

Francesco Santin

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.

Condividi