fbpx
News Tech

Anche Apple sta pensando a uno smartphone pieghevole

L’era dello smartphone pieghevole è ufficialmente iniziata – o dovremmo dire ritornata? Ad aprire la strada ci ha pensato Samsung con il suo Galaxy Fold; ma anche altre aziende come Xiaomi e Huawei sono al lavoro per produrre il proprio smartphone richiudibile. E non può ovviamente mancare Apple, che però già si distingue dai dispositivi pieghevoli “tradizionali”.

L’idea di Apple

L’azienda di Cupertino ha infatti rilasciato un brevetto per un “Flexible Display Device” [Dispositivo con display flessibile] la settimana scorsa, il 14 di febbraio. Nessun altro dettaglio è stato specificato, ma l’azienda olandese Let’s Go Digital ha comunque creato un render 3D per farsi un’idea di come potrebbe apparire.

Come si può vedere dal render e dal brevetto, il concept di Apple ha una caratteristica che lo rende diverso dal resto degli smartphone pieghevoli a cui siamo abituati. Gli altri produttori di smartphone hanno sfruttato la piegabilità per aumentare le dimensioni del display: aprendolo come un libro, le dimensioni raddoppiano trasformando lo smartphone in una sorta di tablet. Ciò consentirebbe di vivere al meglio i contenuti di intrattenimento.

Apple, però, va controcorrente, e alle dimensioni più grandi preferisce la comodità. Il suo prototipo infatti rifiuta l’apertura “a libro”, per ripiegare su quella più classica “a conchiglia”. Chiudendosi verticalmente, lo smartphone ridurrebbe quindi le sue dimensioni, aumentando la praticità e la comodità di trasporto. Un’idea adottata anche da Motorola, in linea con la sua tradizione di telefoni a conchiglia.

Sicuramente la questione della comodità non va ignorata. Ma ha senso sfruttare questa nuova tecnologia per ridurre le dimensioni, quando il numero di nuove funzioni, attività e informazioni offerte dagli smartphone richiede sempre più spazio per gestirle – e quindi un display più grande?

Una domanda che non avrà risposta a breve, perché nonostante il brevetto Apple non sembra intenzionata a rilasciare uno smartphone pieghevole, almeno nell’immediato futuro. Come sempre, infatti, aspetterà di sondare il terreno prima di lanciarsi in questo campo. Una scelta saggia considerando la peculiarità di questi dispositivi, che non sono nemmeno alla portata di tutti e a cui il pubblico, probabilmente, dovrà prima abituarsi.
Non ci resta che vedere quale sarà il destino dello smartphone pieghevole.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Eleonora Amenta

Eleonora, 21 anni, (quasi sempre) da Roma.
Studio lingue, ma trovo sempre tempo per appassionarmi a qualcosa di nuovo.

Image credits: @maggiecoledraws on Instagram