fbpx
Curiosità News Tech

L’energia eolica non è noiosa se fatta coi Lego

lego

Lego diventa “green”

Lego ha da tempo incluso tra i suoi obiettivi la promozione delle energie rinnovabili e l’attenzione all’impatto ambientale. La speranza di Tim Brooks, vicepresidente Lego, è di vedere l’implementazione di materiali sostenibili nei prodotti entro il 2030 e nell’imballaggio entro il 2025.

Per festeggiare i primi passi concreti verso questa direzione, Lego ha deciso di appoggiarsi al produttore di turbine eoliche danese Vestas. Il risultato della collaborazione è un modello di turbina eolica alto 1 metro e composto da 826 pezzi di origine vegetale. I mattoncini, infatti, sono realizzati in polietilene, una plastica morbida e resistente ricavata dalla canna da zucchero, ma “tecnicamente identici a quelli prodotti con plastica convenzionale”.

La turbina è anche funzionante: le tre pale regolabili girano tramite un motore e hanno luci di avvertimento. Completano il kit una casa completa di patio arredato, un veicolo Vestas, due tecnici Vestas con caschi di sicurezza, una donna e un cane.Lego

Anche Vestas è entusiasta di lavorare con Lego per promuovere l’energia pulitaMorten Dyrholm, Senior Vice President Marketing, Communications and Public Affairs di Vestas, ha dichiarato:

“Oggi, l’energia eolica è la fonte di energia più economica in molti mercati, i quali hanno reso le turbine eoliche un’icona della sostenibilità in tutto il mondo e siamo orgogliosi di collaborare con LEGO Group a questo rilancio. La community di LEGO racconta la storia di come l’energia eolica sia passata dalla nicchia al mainstream nel mondo intero”.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments