fbpx
Pc Videogames Xbox One

Sea of Thieves, Rare spiega perché gli aggiornamenti sono gratuiti

Sea of Thieves

Perché gli aggiornamenti di Sea of Thieves sono gratuiti? Parla Mike Chapman

Sea of Thieves è senza dubbio uno dei giochi più grandi di Rare dopo molto tempo. La dedizione della software house inglese è notevole e il lavoro sugli aggiornamenti è costante. Aggiornamenti che vengono rilasciati gratuitamente alla community, in particolare per non “segregare l’utenza”. Attualmente in Rare ci sono quattro team di sviluppo che lavorano in contemporanea alle espansioni di Sea of Thieves. Una suddivisione del lavoro che permette di aggiornare costantemente il gioco ogni 6/8 settimane. Al momento, il team che si è occupato del primo DLC, Hungering Deep, sta lavorando ad un altro aggiornamento che seguirà Forsaken Shores. Il gruppo che ha sviluppato Cursed Sails, invece, sta preparando un’espansione subito dopo aver rilasciato la loro. Un quarto team è invece dedicato a un aggiornamento senza preavviso che verrà rilasciato a fine anno. A tal proposito, il Design Director di Rare Mike Chapman ha parlato ai microfoni di Gameindustry sul perché le espansioni sono gratuite.

“Attualmente abbiamo più persone che lavorano sul gioco rispetto a prima del lancio”, afferma Chapman. “E per di più, i giocatori non pagheranno per questi aggiornamenti regolari.”  “Non applicheremo mai addebiti per tali contenuti, perché ciò segregerebbe i nostri giocatori”, afferma Chapman. […] perché altrimenti certe persone non potrebbero giocare insieme”. 

Sembra quindi chiara la posizione di rare sulle espansioni. Posizione che sembra stia venendo adottata da molti altri sviluppatori, mentre tanti altri continuano a proporre DLC a pagamento. Da che parte vi schierate? Siete d’accordo con le parole di Rare? Proponete la vostra riflessione! Sea of Thieves è disponibile in esclusiva Microsoft per Xbox One e PC ed è incluso nell’abbonamento Xbox Game Pass.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Fonte: Gameindustry

Facebook Comments

Simone Mascia

Incantato sin da bambino dall'Arte Videoludica, oggi studia Scienze della Comunicazione e scrive analizzando l'industria. Il suo obiettivo è migliorarsi ogni giorno per offrire un'informazione chiara e concisa, sperando che il suo forte sentimento per questa arte venga recepito da tutti.