fbpx
Videogames

Fallout 76, ecco cosa sappiamo del Vault protagonista del trailer

Tutto ciò che sappiamo sul Vault 76 e sullo spin-off della serie

Bethesda ha da pochissimo annunciato Fallout 76, quello che sembra essere uno spin-off della saga di Fallout. Per i dettagli sul reveal e per il trailer ad essa connesso vi rimandiamo alla nostra news. Dal teaser rilasciato da Bethesda, possiamo cogliere alcuni importantissimi dettagli per capire di che cosa stiamo parlando con Fallout 76. Innanzitutto, appare evidente quale sarà l’ambientazione dello spin-off: appunto, il Vault 76. Ma che cosa sappiamo effettivamente di questo Vault?

Vault 76

Innanzitutto, la primissima apparizione del Vault 76 nei giochi della serie risale a Fallout 3. Infatti, un terminale all’interno della Cittadella, sede della Confraternita d’Acciaio, contiene una lista di “Vault di controllo”, cioè quei 17 bunker designati come supervisori degli esperimenti governativi che la Vault-Tec ha condotto nella quasi totalità dei Vault. Da questo computer ricaviamo 2 spunti interessanti: il primo riguarda la capienza del Vault 76, stimata a 500 abitanti; la seconda riguarda invece una possibile ambientazione dello spin-off, ovvero la Zona Contaminata della Capitale. Ebbene sì, pare che potremmo fare ritorno a Washington D.C., location di Fallout 3.

Nondimeno, c’è un’altra possibilità: il Vault potrebbe trovarsi in Virginia (o West Virginia). Questa eventualità è suggerita dalla canzone di sottofondo del teaser trailer, che menziona proprio questo Stato americano.

Vault 76

Tutta un’altra epoca…

Tuttavia, nel trailer c’è un dettaglio che ci porta ad una svolta: un Pip-Boy, che sembra una versione 2000, reca una data: 27 Ottobre 2102, approssimativamente 25 anni dopo la caduta delle bombe. Una data che precede addirittura quella del primo Fallout, ambientato circa 60 anni dopo. Con tutta probabilità dunque, Fallout 76 sarà un prequel che anticiperà tutti gli eventi conosciuti dalla serie (tranne l’inizio del quarto capitolo). La data è perfettamente plausibile, in quanto il Vault 76 era programmato per aprirsi appena vent’anni dopo la sua chiusura nel 2077. Ciò per spingere la popolazione a uscire e “riprendersi” la Zona Contaminata. A questo potrebbe riferirsi il “Reclamation Day” visto nel trailer. Quali creature, nemici  e sfide ci aspetteranno in un mondo che ancora non ha dimenticato il passato, ma non sa cosa lo aspetta in futuro?

Vault 76

Altre menzioni del Vault 76 le troviamo in Mothership Zeta, DLC del terzo capitolo, contenute in una registrazione fatta Giles Wolstencroft, un ufficiale Vault-Tec rapito dagli alieni mentre visitava il sito di costruzione. Infine, nel prologo di Fallout 4, il conduttore televisivo parla dell’apertura nel 2076 del Vault 76 in occasione del trecentenario degli Stati Uniti.

Per avere ulteriori informazioni, dovremo aspettare lo showcase di Bethesda nel corso dell’ormai vicina E3 di Los Angeles. A tal proposito, vi invitiamo a seguire la line-up del’evento nel nostro articolo. Nel frattempo, vi terremo aggiornati su eventuali ulteriori sviluppi.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments

Giacomo Franzoso

Nato nel '97, appassionato di videogiochi sin da piccino, da quando mio padre mi regalò un'avventura grafica punta e clicca su Robinson Crusoe per PC. Sono cresciuto a suon di videogiochi Disney (quelli che vendevano col Topolino) e gestionali, ma il mio primo amore videoludico rimarrà sempre la serie di Fallout. Ora studio Giurisprudenza, mentre cerco di allargare i miei orizzonti virtuali. Pretty simple, right?