fbpx
Approfondimento News Smartphone Tech

Proteggere il telefono: pellicola o vetro temperato?

Una mini-guida su come proteggere al meglio i vostri dispositivi

Ci siamo! Siete a casa, col vostro nuovo telefono, e avete l’ansia di rovinarlo anche solo guardandolo. Chiunque abbia mai posseduto un cellulare infatti, saprà benissimo che uno dei maggiori fastidi è proprio quello dei graffi sullo schermo. Anche in questo caso vale il sempreverde “prevenire è meglio che curare”! Vediamo quindi insieme qualche consiglio per proteggere il telefono.

La società canadese Corning ha tentato di arginare il problema lanciando sul mercato il Gorilla Glass. Si tratta di un vetro che, tramite una particolare lavorazione e composizione chimica, risulta essere più resistente rispetto a quello di un normale schermo.
La protezione data da questo tipo di vetro, però, potrebbe non bastare per i dispositivi che usiamo quotidianamente, che hanno più possibilità di cadere o rovinarsi. È consigliabile quindi ricorrere a un ulteriore “strato” di sicurezza per proteggere il telefono, utilizzando le pellicole o i vetri temperati.

Il confronto

Iniziamo parlando delle pellicole e dei loro vantaggi.
Innanzitutto, sono molto sottili. Questo le rende migliori esteticamente, in quanto non sono troppo invasive, nonché più semplici da applicare. Di contro però il poco spessore causa una protezione ridotta del cellulare, proteggendolo solamente dai graffi e non resistendo agli urti più forti. Altra nota dolente: le pellicole tendono a sporcarsi e ungersi facilmente.

Passiamo ora alla seconda opzione. Che cos’è il vetro temperato? Si tratta di un vetro lavorato con un procedimento particolare, chiamato “tempra”, che lo rende più flessibile e più resistente. È in grado infatti di resistere non solo ai graffi, ma anche agli urti e alle cadute, proteggendo lo schermo e rompendosi “al posto suo“.
Eppure, anche questo tipo di protezione può avere qualche difetto. Lo spessore, ad esempio, potrebbe risultare più invadente e meno esteticamente piacevole di una pellicola. Per di più, non è particolarmente adatto ai dispositivi edge, dato che i bordi stondati vengono tagliati fuori dall’area protetta. Altro dettaglio da considerare è che i vetri sono leggermente più costosi rispetto alla semplice pellicola, e più difficili da applicare. In compenso, però, sono oleofobici e lasciano lo schermo brillante.

Una piccola anticipazione

Meritano una menzione anche le nuove tecnologie, sempre più impegnate nello sviluppo di nuovi metodi per proteggere il telefono. Servizi come Mobile Outfitters offrono pellicole molto sottili ma allo stesso tempo molto resistenti e perfino autorigeneranti. Si può scegliere se coprire solo lo schermo o l’intero dispositivo, e la protezione viene applicata direttamente da loro in uno dei moltissimi centri disponibili in tutta Europa. Un servizio senza dubbio interessante e conveniente, che tratteremo a parte in un articolo dedicato (quindi continuate a seguirci!).

 

In conclusione: cos’è meglio per proteggere il telefono?
Le pellicole sono più versatili, ma meno protettive. Il vetro temperato è leggermente più costoso, ma abbinato ad una cover garantisce un’ottima protezione di tutto il dispositivo. In ogni caso, vi consigliamo di tenere sempre una cover.

Noi vi abbiamo dato alcuni suggerimenti, ora tocca a voi scegliere. Fateci sapere cosa ne pensate e le vostre esperienze lasciando un commento e seguendoci su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch!

Facebook Comments

Eleonora Amenta

Eleonora, 21 anni, (quasi sempre) da Roma.
Studio lingue, ma trovo sempre tempo per appassionarmi a qualcosa di nuovo.

Image credits: @maggiecoledraws on Instagram