fbpx
Approfondimento Film/Serie Tv

Avengers 4: foto dal set e anticipazioni, ecco il punto della situazione

Tutto quello che sappiamo sul sequel di Infinity War

Come ben sappiamo, le riprese di Avengers 4, sono state girate in contemporanea a quelle di Infinity War. Non ci è dato sapere se sia già stata girata tutta la pellicola (al netto di eventuali reshoot o riprese last minute), o solo alcune scene per sfruttare le riprese in esterno in Regno Unito ed ottimizzare i costi. Fatto sta che ad oggi circolano già diverse foto rubate dal set e, grazie anche alle dichiarazioni rilasciate da cast e troupe, siamo in grado di ricostruire alcune parti dell’attesissima pellicola. Almeno, possiamo provarci.

Viaggi nel tempo che passione!

Stando ai primi rumors, il film sarà ambientato alcuni anni dopo le vicende di Infinity War. Questo spiegherebbe il casting di Emma Fuhrmann per interpretate un’adolescente Cassie Lang, figlia di Ant-Man. In questo futuro distopico e decimato dallo schiocco di Thanos, Tony Stark sembra essere diventato un agente dello S.H.I.E.L.D., come provano alcune foto dal set che lo vedono visibilmente invecchiato e con l’uniforme tipica del servizio segreto.

robert downey jr and paul rudd wrap avengers 4 filming 044013400

Allo stesso tempo, però, possiamo notare come il film ci porterà anche a spasso nel passato. Sembra infatti che rivivremo la Battaglia di New York del primo Avengers, dove vedremo il Tony “del futuro” combattere a fianco dei suoi compagni Vendicatori del 2012 in compagnia di Ant-Man. Sembra che l’Uomo Formica accompagnerà Iron Man in questo viaggio nel passato e ci può fare solo piacere sapere che i personaggi non presenti in Infinity War avranno il minutaggio che meritano nel sequel.

Non è ancora chiaro come si farà a viaggiare nel tempo, né ci è dato sapere se si tratterà di un salto temporale vero e proprio o si limiterà ad essere qualcosa di “metafisico” o “astrale”.

I fratelli Russo hanno dichiarato che per capire l’entità e la portata di questi viaggi temporali dobbiamo guardare agli indizi che hanno seminato in Captain America: Civil War. Al netto di eventuali depistaggi, i Russo si riferiscono al B.A.R.F., reso in italiano come R.I.M.B.A., acronimo di “Retroinquadratura memoria binaria ampliata“. È la  tecnologia da 611 milioni di dollari di cui Tony Stark parla in Civil War che “riesce ad influire sull’ippocampo per eliminare ricordi traumatici“. Sul set, in effetti, è stata avvistata una valigetta con l’acronimo B.A.R.F., a dimostrazione del fatto che questa tecnologia avrà un ruolo nell’esplorare il passato. Tuttavia limitarsi a scene già viste e battaglie già vissute non basterà per sconfiggere il Titano Folle. Probabile allora che entrino in gioco i poteri di Captain Marvel o le infinite possibilità del Regno Quantico.

Che fine ha fatto Clint Barton?

Uno dei grandi assenti di Infinity War è sicuramente Occhio di Falco. Clint, assieme a Scott Lang, è stato liquidato nel film con una scusante di poco conto, ma sappiamo già che avrà un ruolo nel prossimo Avengers 4. A tal proposito è stato avvistato sul set con un costume dagli inserti neri e dorati, che fanno pensare a Ronin. Barton ha indossato i panni di Ronin anche nei fumetti (sebbene solo per una volta) quindi è plausibile che il personaggio segua lo stesso percorso anche nel Marvel Cinematic Universe.

Tutto l’universo Marvel in una scena

Nonostante la popolazione umana sia stata dimezzata con uno schiocco di dita, sembra che avremo ancora abbastanza personaggi per una mastodontica scena che vedrà a schermo TUTTI i personaggi del film. Ve lo avevamo già anticipato attraverso le parole di Sebastian Stan, quindi se volete saperne di più, andate a leggere le dichiarazioni del Soldato d’Inverno!

Ritorno ad Asgard?

I fratelli Russo hanno girato per alcuni giorni della barricatissima cattedrale di Durham, in Inghilterra. La location sembra ricordare alcune ambientazioni asgardiane e se aggiungiamo il fatto che Chris Hemsworth, Mark Ruffalo e Tessa Thompson sono stati avvistati in Scozia, tutto fa presagire un ritorno al regno di Odino.

Nella stessa cattedrale è stato avvistato anche un pupazzo con le fattezze di Rocket e una riproduzione del Mjolnir. Che si tratti di una realtà alternativa nella quale il martello di Thor non è andato distrutto?

Hulk spacca?

Un Funko Pop recentemente annunciato ha alimentato le speculazioni sul personaggio di Hulk in Infinity War e sulla sua evoluzione in Avengers 4. Come ben sappiano il Gigante Verde non ha voluto prendere parte alla battaglia, lasciando Banner in balia di se stesso e dell’HulkBuster. Il Funko in questione, però, vede Hulk letteralmente spaccare l’armatura. Scena tagliata? Depistaggio? Oppure collegamento ad Avengers 4? Si vocifera infatti che alcune scene del trailer (tra cui la battaglia nel Wakanda con Hulk) fossero dei rimandi, più o meno velati al sequel di Infinity War.

Update:


Menzione finale e d’onore all’uomo che potrebbe essere l’anello di congiunzione fra il “classico” MCU e quello parallelo, oramai non tanto, che vede Deadpool e gli X-MAN vivere su una terra che non subisce l’ira di Thanos.

L’immagine, come alcuni commodoriani ci hanno fatto notare, potrebbe essere stata ritoccata e per quanto ci fosse sembrata divertente la possibilità che Deadpool avesse sfondato insieme alla quarta parete anche qualche barriera dimensionale è improbabile che l’irriverente uomo in rosso faccia capolino in Avengers 4.

Improbabile e non impossibile però data la recente acquisizione della FOX da parte della Disney, che sarà completamente effettiva a partire dal 2020, la quale rende possibile alla casa di topolino cose che per noi umani sono possibili solo durante i sogni.

Deadpool potrebbe essere infatti, a nostro avviso, un interessante e valido anello di congiunzione per portare tutti inseme (Finalmente!) gli eroi cartacei in un unica pellicola

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

 

 

 

Facebook Comments

Gabriele Pati

Cresciuto con libri di cibernetica, insalate di matematica e una massiccia dose di cinema e tv, nel tempo libero studia ingegneria, pratica sport e cerca nuovi modi per conquistare il mondo.

Vanta il poco invidiabile record di essere stato uno dei primi con un account Netflix attivo alla mezzanotte del 22 ottobre 2015.