fbpx
Breaking News Tech

YouTube: violata privacy dei bambini di età inferiore ai 13 anni?

Dopo Facebook, è arrivato un nuovo scandalo dagli Stati Uniti e, questa volta, protagonista è Google, più precisamente YouTube.

Una coalizione di 23 diversi gruppi di studi legali per la difesa dei minori e associazioni dei consumatori ha presentato un reclamo alla Federal Trade Commission statunitense sostenendo che Google ha raccolto i dati personali di bambini di età inferiore ai 13 anni senza il consenso dei genitori, violando così la legge federale Children’s Online Privacy Protection Act (Coppa).

Con questa violazione Google trarrebbe dei vantaggi economici diffondendo pubblicità mirata per utenti a cui, secondo quanto affermato dalla stessa società sulla pagina di supporto dedicata, YouTube non dovrebbe essere rivolto.

Ecco una parte del testo estrapolata dalla pagina di supporto:

“Gli adolescenti sono una parte importante della community di YouTube. Se sei un adolescente, utilizza gli strumenti e i suggerimenti riportati di seguito che garantiscono la tua sicurezza su YouTube. Tieni presente che i minori sotto i 13 anni non sono autorizzati a creare un account Google.”

Secondo il gruppo di legali nel documento ufficiale, Google raccoglierebbe informazioni personali su minori di 13 anni come località, identificativi di dispositivi e numeri di telefono tenendone traccia attraverso diversi siti Web e servizi senza prima ottenere il consenso dei genitori come richiesto dalla Legge sulla protezione della privacy online.

Di seguito la dichiarazione di Josh Golin, Direttore esecutivo dell’associazione Campaign for a Commercial-Free Childhood (CCFC):

“[…] Per anni Google ha disatteso le proprie responsabilità nei confronti dei bambini e delle famiglie sostenendo che YouTube – un sito pieno di cartoni animati, filastrocche e annunci di giocattoli – non fosse adatto ai bambini al di sotto dei 13 anni. […] Google guadagna tantissimo pubblicando annunci per i bambini e deve rispettare la Coppa. È giunto il momento che l’FTC ritenga Google responsabile delle sue pratiche illegali in materia di raccolta di dati e pubblicità.”

Negli Stati Uniti la piattaforma per la condivisione video è utilizzata da circa l’80% dei bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni nonostante la presenza, sin dal 2015, di YouTube Kids, una versione dedicata ai bambini e progettata per mostrare contenuti e annunci appropriati per gli utenti più piccoli.

In seguito alla diffusione della notizia, un portavoce di YouTube ha dichiarato:

“Anche se non abbiamo ricevuto il reclamo, proteggere i bambini e le famiglie è sempre stata una priorità per noi. Leggeremo il reclamo a fondo e valuteremo se ci sono cose che possiamo fare per migliorare. Anche se YouTube non è per i bambini, abbiamo investito in modo significativo nella creazione dell’app YouTube Kids per offrire un’alternativa appositamente studiata per i più piccoli.”

E voi cosa ne pensate di questa situazione? Fatecelo sapere nei commenti e seguiteci sui social!
Siamo su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments