fbpx
News Tech

Schede video: calo dei prezzi del 25% a marzo

nvidia-vs-amd

Buone notizie per le schede video Nvidia e AMD

Videogiocatori e non possono tirare un sospiro di sollievo visto che non saranno più obbligati a stipulare un mutuo per cambiare GPU. Dopo alcuni mesi bui per il mercato delle schede video, a causa di una spropositata richiesta e al conseguente aumento dei prezzi, finalmente il mercato sembra essersi stabilizzato.

La causa principale di questo vertiginoso aumento è imputabile al proliferare del fenomeno del mining. In tanti infatti si sono avvicinati a questo mondo, attrezzandosi con prodotti top gamma e, di fatto, lasciando i produttori senza scorte. Questo ha portato a un fisiologico aumento dei prezzi che, in alcuni casi, hanno anche superato i prezzi di listino originale.

Tuttavia questo trend al rialzo sembra essersi fermato e nel mese di marzo abbiamo assistito ad una stabilizzazione del mercato, con prezzi mediamente più bassi del 25%.

Zotac-GTX-1080-Ti-Price-History[1]

Questo fenomeno ha interessato non solo la fascia alta, dove abbiamo assistito a significativi cali di prezzo per soluzioni top come la NVIDIA GTX 1080 Ti o la controparte AMD RX Vega 64, ma anche per la fascia media, dove ci sono stati dei ribassi che, in alcuni casi, hanno sfiorato anche il 30%

Allo stesso tempo c’è stato un progressivo restock dei prodotti, permettendo una più facile reperibilità negli store online.

Sembra quindi che la situazione si sia finalmente normalizzata, dopo i prezzi folli degli ultimi mesi.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments

Gabriele Pati

Cresciuto con libri di cibernetica, insalate di matematica e una massiccia dose di cinema e tv, nel tempo libero studia ingegneria, pratica sport e cerca nuovi modi per conquistare il mondo.

Vanta il poco invidiabile record di essere stato uno dei primi con un account Netflix attivo alla mezzanotte del 22 ottobre 2015.