fbpx
Tech Recensioni Smartphone

Recensione Huawei P Smart, un altro medio di gamma

Cari lettori, commodoriani e non, oggi vi parlo di Huawei P Smart, un altro medio di gamma, un altro Kirin 659 e un altro 18:9 FHD+ con una particolarità: Un prezzo particolarmente basso al lancio. Come si comporta? Lo vediamo subito nella recensione completa.

Ecco anche la Videorecensione!

Scheda tecnica

A livello di scheda tecnica abbiamo un device che sa di già visto: Kirin 659, 3GB di RAM, 32 GB di memoria interna espandibile con MicroSD, ma con una doppia fotocamera posteriore da 12+2MP per catturare la profondità e una batteria da 3000 mAh. Il display è un 18:9 FHD+ ed è già con Android 8.0 Oreo

Design, materiali ed ergonomia

Il design di questo Huawei P Smart per quanto sembri già visto, è piacevole. Sottile, con due bande in plastica sopra e sotto la back cover in alluminio per far posto alle antenne e con un pannello frontale che tiene display, led di notifica e fotocamera. La parte posteriore ha la doppia cam lievemente sporgente, e il sensore d’impronte. Il frame è unito alla scocca e presenta la classica pulsanteria, il carrellino per SIM + SD, speaker e jack per le cuffie. Purtroppo abbiamo ancora la micro USB. Nel complesso non è male, più che altro la sensazione al tatto è di avere in mano un device di alta qualità. Si tiene bene con una mano ed è molto leggero.

Software ed esperienza d’uso

Il software è la nuova EMUI 8.0 basata su Android 8.0.0 Oreo, cambiamenti grafici non ce ne sono tanti eccetto un po’ le icone e alcune voci del menu’. Sta di fatto che la fluidità è davvero ottima ogni tanto scalda un pochetto (ho fatto con lui la Live su Instagram di S9 ed S9 plus) ma si comporta molto bene in qualsiasi situazione. Certo non è lo smartphone più veloce del west ma le applicazioni più pesanti sono supportate molto bene, non si aprono in tempi biblici e poi girano fluide. Insomma il Kirin 659 si comporta come un 650, ma meglio grazie ad Oreo! In generale comunque un ottimo dispositivo, con una reattività davvero fuori dal comune per la fascia di prezzo su cui si trova. L’accoppiata 659 + Oreo è vincente!

Il display è in formato 18:9 con risoluzione FHD+. La luminosità massima è molto alta e si intravede un po’ la cornice nera del display, specialmente in questa colorazione bianca e oro. I colori sono ben riprodotti e gli angoli di visione buoni, anche se i neri tendono al grigino un po’ troppo facilmente. Nel complesso un ottimo display per un medio di gamma, se non uno dei migliori.
La ricezione, come sappiamo è il punto forte di Huawei, abbiamo uno smartphone che prende a pugni l’ascensore bunker e gli sputa anche in faccia. Davvero, difficile restare senza connessione dati, l’audio in chiamata è sempre pulito forte e chiaro e il passaggio da wifi a cella è rapidissimo e ci viene anche notificato dalla EMUI. Un peccato che il Wi-Fi sia  solo monoband.
Lato audio, altoparlante nella media, volume nella media ma audio pulito. Ottimo in cuffia!

Fotocamera

La fotocamera di questo Huawei P Smart piace e non mi piace: regala degli scatti niente male sia con tanta sia con poca luce. L’unico problema è un po’ il bilanciamento del bianco: tende un po’ ai colori freddi e questa cosa non mi piace. Ecco un confronto tra Xiaomi Mi A1, Galaxy A8 2018 e Huawei P Smart. Facile capire quale delle 3 sia quella “incriminata”.

Però i dettagli sono buoni e l’HDR lavora bene. Una pecca che posso trovargli è forse che il sensore da 2MP si, scontorna bene ma ogni tanto fa cilecca.

La frontale non è male, anche se non doppia fa un bokeh software abbastanza carino, odiosa la modalità bellezza che si mette in automatico ogni volta che la apriamo e ci fa sembrare dei bimbi di due anni. Comunque una buona fotocamera frontale!

I video non sono stabilizzati ma comunque apprezzabili

Batteria

Molto buona la durata della batteria, con un utilizzo intenso facciamo circa 4h di schermo acceso (ma molto  molto intenso, cioè, live, storie, social, streaming&co). Si arriva intorno alle 5h e 30 con un utilizzo più blando, molto bene questo Oreo che con i consumi ci da dentro e riesce a risparmiare batteria in ogni situazione. Vi basti pensare che tornato dalla presentazione di S9 lo smartphone era al 17% e tre ore dopo al 15. Sono andato a letto e al mio risveglio era ancora lì al 12%. Ci sta!

Conclusioni

In sostanza, che cos’è Huawei P Smart? Un altro tra gli infiniti medi di gamma Huawei ma con qualcosa in più: la scelta dei materiali e la cura costruttiva in primis, ma anche il prezzo: 230 euro di listino ma ora si trova intorno ai 200, davvero, quasi best buy. Consigliatissimo come smartphone low cost perché le prestazioni sono davvero ottime e non avrete sicuramente di cui lamentarvi per così poco!

Facebook Comments

L'autore

Federico Basanese

24 anni, Milano. Programmatore di giorno, appassionato di tecnologia di notte. Prediligo il mondo degli smartphone, trovandoli ormai un'estensone del corpo (preferisco scrollare facebook che il passare tempo con gli amici) e non più dei semplici strumenti. Mi emozionano tantissimo l'IoT e il sushi.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!