Dr Commodore
LIVE

One Piece 1084, il simbolismo dietro il nome di Lily Nefertari [SPOILER]

Visto l’arrivo della pausa di One Piece a partire dalla prossima settimana, era praticamente certo che questi giorni che ci avrebbero portato a vedere ulteriori sviluppi della storia con il capitolo 1084 di One Piece ci avrebbero offerto in qualche modo anche delle novità più che importanti.

Oda finora con la Saga Finale sembra non aver rilasciato ancora nemmeno un capitolo deludente, anzi, pagina dopo pagina si sta arrivando a realizzare grazie ad un crescendo di eventi inarrestabile una situazione di di tensione tra potenze e di caos inimmaginabile.

Questo inoltre sembra essere ancora solo l’inizio della “battaglia totale” che l’autore ha anticipato, lasciandoci tutt’ora all’oscuro di quale sarà quel grande evento che dovrà avvenire ad Egghead e che riguarderà i Mugiwara. Intanto, con il capitolo 1084 ci ha introdotto un altro personaggio misterioso, che però pare essere legato ad Imu in modo decisamente importante.

one piece

Il simbolismo dietro al nome della prima fondatrice di Alabasta

Sin dai primi momenti in cui la Regina Lily Nefertari è stata introdotta attraverso gli spoiler del capitolo 1084 di One Piece, i fan hanno messo in campo alcune delle teorie più fantasiose e grandi che potessimo immaginare.

A cominciare dal suo possibile aspetto, andando poi ad ipotizzare dove potrebbe essere finita e quale tipo di legame potrebbe aver avuto con Imu-sama e Bibi Nefertari, si passa poi al simbolismo che il suo nome sembrerebbe rappresentare. Il termine “Lily” è traducibile dall’inglese con “giglio”, detto anche “yuri” in giapponese, indica ovviamente il fiore che probabilmente tutti conosciamo.

Imu-sama quando è stato introdotto per la prima volta è sembrato particolarmente interessato ai fiori e alla natura, vista la presenza di una “stanza dei fiori” all’interno del palazzo di Pangea. Forse, proprio in quella stanza, vediamo quelli che effettivamente potrebbero rivelarsi essere dei gigli.

Ma il nome della prima regina di Alabasta ha un importante significato anche per via del simbolismo mitologico dato dall’antico Egitto, e ricordiamo come gran parte di Alabasta viene basato proprio su quest’ultimo.

I gigli esistono in varie colorazioni e ognuno possiede un proprio significato preciso in quello che è noto come il “linguaggio dei fiori” o “hanakotoba”. In particolare, il giglio blu egiziano era una pianta sacra nel periodo antico, e andava a rappresentare l’immortalità.

Questo fiore però adesso potrebbe essere ricollegabile anche all’aspetto che Imu detiene, assomigliando molto alla corona che indossa Imu; inoltre, sul capo della divinità egiziana della fioritura, Nefertum, fu raffigurato proprio un giglio d’acqua blu. Citando Wikipedia:

“Nefertum era il dio dei profumi avendo portato a Ra un fiore profumato per alleviarne le sofferenze e dio dell’immortalità rappresentando il fior di loto emerso dal Caos iniziale, simbolo della nascita e di rigenerazione. Viene chiamato anche Ra giovane perché simbolo del calore del sole che sorge ed il suo nome compare nei Testi delle Piramidi come “Fiore di loto al naso di Ra.”

In aggiunta a tutto ciò, ci viene da indicare un’altra “coincidenza” che collega il giglio blu alla dinastia Nefertari, ovvero il colore dei capelli che hanno le donne appartenenti a questa famiglia: Bibi ha i capelli blu, e lo stesso valeva per la madre Titi Nefertari.

Sebbene la famiglia reale sia in realtà da parte del padre di Bibi, potrebbe darsi che anche qui torni in campo il particolare sistema della “reincarnazione” presente in One Piece, che abbiamo visto già nel caso di Shirahoshi.

Potrebbe interessarti: ONE PIECE 1084, SAI, LEO E LA VERITÀ SUL DESTINO DELL’ODIATO TENRYUUBITO CHARLOS [SPOILER]

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi