Dr Commodore
LIVE

Andrew Tate, dalla villa alla cella in Romania: “scarafaggi e pidocchi sono i miei soli amici”

Andrew Tate è in custodia della autorità rumene da più di un mese. Con lui, è stato arrestato anche suo fratello: Tristan Tate. I due sono attualmente indagati per diverse accuse, tra cui traffico di esseri umani, stupro e attività di criminalità organizzata.

Inizialmente, i due dovevano rimanere in arresto in Romania solamente per 24 ore, ma la misura è stata velocemente estesa a un mese dalla corte rumena, decisione al quale Tate e il suo avvocato si sono appellati ma senza alcun successo.

Adesso, dopo diverse settimane passate all’interno del carcere in Romania, Tate si è lamentato delle condizioni di vita al quale sarebbe sottoposto, il tutto all’interno di un’email inviata agli abbonati della sua newsletter.

andrew tate romania

La vita di Tate in carcere

Nella sua mail, che ha come oggetto “La mia prima email dall’incarceramento”, Andrew Tate descrive i dettagli delle sue giornate e delle sue condizioni di vita in galera. In particolare parla della difficile situazione ambientale in cui si ritrova, descrivendo la prigione come un luogo angusto e poco igienico:

“Vi manderò le mie lezioni quotidiane da questo ingiusto incarceramento. Stanno cercando di spezzarmi. Mi hanno buttato in una cella senza luce. Gli scarafaggi, i pidocchi e le cimici del letto sono i miei soli amici durante la notte. Quando le guardie mi portano verso/dall’aula, io rimango assolutamente rispettoso.

Stanno cercando di versare dell’odio all’interno del mio cuore. Ma grazie di rimanere con me ad ogni costo. Le guardie della prigione stanno solo facendo il loro lavoro, hanno famiglie da sfamare. In momenti di difficoltà, non dimenticate le vostre buone maniere.

Stanno cercando di spezzare la mia mentalità d’acciaio con questo ingiusto incarceramento. Il mio rispetto per tutti quelli che mi sono attorno è il mio atto di ribellione assoluta. Non possono spezzarmi. Le mie guardie sanno che sono innocente.

Sanno che questo è ingiusto. Vedono che non mi piegherò, e rispettano la mia risolutezza. Grazie per essere con me a ogni costo. Tale è la via del Wudan.”

Inoltre, Andrew Tate ha fatto anche sapere ai suoi fan su Twitter di poter ricominciare a ricevere le email. Per questo, ha condiviso il suo indirizzo sul social network. Rispetto alle condizioni di vita al quale era abituato, effettivamente il carcere in Romania si sta rivelando piuttosto duro per lui, ma dovrà imparare a conviverci ancora un po’. Infatti, recentemente la corte di Bucarest ha deciso di estendere il suo periodo di prigionia almeno per un altro mese.

Fonte: 1

Potrebbe interessarti anche: ANDREW TATE NON HA FORTUNA: NON SOLO PERDE IL RICORSO, MA LA DETENZIONE VIENE ANCHE PROLUNGATA

Articoli correlati

Condividi