Dr Commodore
LIVE

I Marines come in “Metal Gear”: ingannano l’AI nascondendosi in una scatola di cartone

In inglese “AI”, in italiano “IA”: l’intelligenza artificiale è uno degli argomenti più discussi negli ultimi anni, grazie ai progressi che stanno facendo le aziende tech di tutto il mondo. L’idea dell’AI è comunque molto vecchia: basti pensare alle origini dei “robot” e del termine stesso, nato dalla penna di Karel Čapek nel 1920 (autore dell’opera sci-fi Rossumovi Univerzální Roboti).

Uno degli autori più affascinati dal mondo dell’intelligenza artificiale e dei robot è sicuramente Hideo Kojima, creatore del mondo di Metal Gear. Un franchise noto proprio per la presenza di tecnologie e robot avanzati e futuristici (i Metal Gear, per l’appunto).

Negli ultimi giorni è spuntata fuori una vicenda che ricorda molto il brand di Kojima e riguarda proprio il mondo dell’intelligenza artificiale. Un gruppo di Marines è infatti riuscito a ingannare un robot nascondendosi in una scatola di cartone. Proprio come nel franchise di Metal Gear.

Metal Gear Solid

Le tattiche di Metal Gear usate nella realtà

Questa storia è stata condivisa da Shashank Joshi, giornalista per The Economist. Sul suo profilo Twitter ha postato diversi stralci di un libro in uscita a fine febbraio: Four Battlegrounds. L’autore è Paul Scharre e il tema del libro lo si comprende dal suo sottotitolo: Power in the Era of the Artificial intelligence.

In un paragrafo del libro si parla di un test effettuato presso i Marines dal DARPA. Acronimo di Defense Adanced Research Projects Agency si tratta di un’agenzia governativa che si occupa dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare. Un team del DARPA ha speso una settimana insieme a un gruppo di Marines per testare i loro sistemi di AI.

metal-gear-solid-snake

In un esperimento il team ha posizionato un robot al centro di una rotatoria. L’obiettivo dei Marines era quello di avvicinarsi e toccare il dispositivo senza venire individuati. Il gruppo era composto da 8 soldati e sono tutti riusciti a fregare l’IA.

Nessuno ha utilizzato camuffamenti “tradizionali”, ma con tecniche che hanno aggirato l’algoritmo dell’intelligenza artificiale. Due di loro, in particolare, hanno ingannato l’IA proprio “nascondendosi sotto una scatola di cartone”. La stessa tecnica utilizzata da Solid Snake e Big Boss nei vari Metal Gear. Un fatto che ha divertito gli stessi Marines che hanno ridacchiato “per tutto il tempo” mentre si nascondevano sotto la scatola.

Certo, l’intelligenza artificiale era stata addestrata per riconoscere esseri umani mentre camminano e non individui che si nascondono in scatole di cartone. Rimane comunque una storia che ha fatto divertire anche noi.

LEGGI ANCHE: PlayStation Store: al via le promozioni per giochi PS4/PS5 a meno di 20€

Fonte: Twitter

metal gear solid ps1

Articoli correlati

Condividi