Dr Commodore
LIVE

Tencent vuole quote di maggioranza in altre società di videogiochi

In questo periodo il colosso cinese Tencent sta investendo tanto in Ubisoft, e secondo quanto riportato da Reuters la compagnia sta pesantemente reinvestendo la sua strategia di fusioni e acquisizioni (M & A) per concentrarsi ad acquisire quote di maggioranza in altre società di videogiochi estere.

Finroa l’azienda cinese si è sempre limitata ad acquistare quote di minoranza e ad essere un investitore piuttosto passivo, ma ora cerca proprio di avere quote di maggioranza o di controllo di società videoludiche che si trovano fuori dalla Cina, in particolare quelle che hanno un’attenzione particolare riguardo il core gaming.

Reuters cita come fonti “quattro persone che hanno una conoscenza diretta sulla questione”, il cambio delle politiche di Tencent sarebbe dovuto al fatto che la prima azienda al mondo del settore in quanto a fatturato conta sul mercato per la sua crescita futura, e questo richiederebbe anche un forte portfolio di giochi nel proprio arsenale. Di recente è entrato a far parte dell’azienda in qualità di agente strategico Shawn Layden, che prima di allora aveva ricoperto un ruolo da responsabile dentro Sony.

Tencent

Gli investimenti di Tencent: Ubisoft e non solo

Oltre ad Ubisoft, di recente hanno fatto scalpore gli investimenti di Tencent in From Software. A Guillemot Bros, società gestita dai co-fondatori di Ubisoft, l’azienda cinese ha investito ben 300 milioni di euro, arrivando a possedere il 49,9% delle azioni dell’azienda. Alcuni grandi franchise di Ubisoft arriveranno quindi su mobile proprio grazie all’azienda cinese.

Tencent possiede completamente Riot Games (League fo Legends), Funcom, Fulqrum Games, Sharkbot, Sumo Group e Digital Extreme (Warframe), mentre ha quote maggiori in Supercell e Grinding Gear Games. L’azienda possiede quote di minoranza in Kadokawa e Activion Blizzard (anche se ora le sue quote sono in mano a Microsoft a causa dell’acquisizione dei mesi scorsi), e quote abbastanza cospicue anche in compagnie come Epic Games Store (40%).

Tencent è stata fondata in Cina nel novembre 1998, e oltre al settore videoludico si occupa anche di cinema, social network (possiede infatti le app di messaggistica TencenT QQ e WeChat), musica, fumetti e realtà virtuale. Nel 2018 la compagnia ha raggiunto un valore sul mercato di 500 miliardi di dollari, mentre nel gennaio 2021 ha raggiunto il trilione di dollari. Nel giugno di quest’anno ha però perso metà del suo valore sul mercato.

Fonti: 1 | 2.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi