Dr Commodore
LIVE

One Piece: la forma più potente di Luffy svelerebbe il vero potere di Im-sama?

L’entrata in scena sempre più ipotizzata di Im-sama in un futuro estremamente vicino porta ad ipotizzare diverse teorie su cos’è che rende questo personaggio un essere “intoccabile” in One Piece, e su quale sia il suo potere effettivo. Rimanendo su questi dubbi, c’è la possibilità di costruire una teoria sulle sue abilità, prendendo in considerazione Luffy, ciò di cui è capace e che rappresenta, ed immaginando così una figura a lui contrastante.

Possiamo ritenere che i principi dettati da Luffy in ogni suo momento, le sue ambizioni e i suoi sogni, il suo stile di combattimento, e la stessa parte fondamentale del potere presente nel suo Frutto del Diavolo, simbolizzino tutti una cosa. Se Kaido è la rappresentazione della forza bruta più estrema, Luffy è la rappresentazione della libertà, e Oda intende mostrare in modo esplicito e con enfasi questo importante tema di Luffy.

Ma vediamo invece Im-sama: non sappiamo nulla su questo personaggio, eppure potrebbe essere effettivamente quello più forte mai visto nella storia di One Piece. A differenza di Spandam, che dipende dai Buster Call della Marina, simbolo del genocidio che può essere causato dall’uomo in ogni frangente attraverso delle armi e potenti bombardamenti, Im-sama si trova sulla cima gerarchica del Governo Mondiale, e non può dipendere da nessuno se non dai 5 Astri della Saggezza e gli Ammiragli per mettere in atto la sua volontà.

one piece luffy im

Le possibilità dietro il potere di Im-sama

L’abilità di cui Im-sama è in possesso, allora, può distinguersi in due possibilità diverse: la prima lo porta ad avere conoscenza e accesso esclusivo a una delle armi più pericolose e potenti di tutte, come ad esempio Uranus. Un mezzo di distruzione controllabile da nessun altro all’infuori di Im-sama, poiché non c’è modo di reperire la chiave per metterlo in funzione (qualunque essa sia). Tuttavia, se questa possibilità fosse vera, s’incapperebbero in alcune problematiche narrative.

Se Im ha dalla sua solo la conoscenza e non la forza, i Gorosei o il CP0 o gli Ammiragli sarebbero in grado di ottenere con la forza ciò che vogliono da Im, prendendo così il potere. Tuttavia, abbiamo visto i leader del Governo Mondiale inginocchiarsi in modo totalmente sottomesso ad Im; loro stessi si sono presi gioco di Akainu, l’Ammiraglio con uno dei Frutti del Diavolo più letali, ma invece l’autorità di Im sui Gorosei viene mostrata e accettata da questi ultimi senza avere alcun dubbio o esitazione.

La seconda possibilità vede invece Im-sama come l’utilizzatore del potere della Dominazione, che lo rende in grado di “dominare” tutto. Può quindi controllare Uranus, arma incontrollabile, e controllare il cervello di chiunque sia a lui vicino superandone anche l’Haki.

A dirla tutta, potrebbe addirittura arrivare a piegare la loro volontà, disattivando il loro Haki o manipolandolo (ricordiamo come Shanks sia capace di fare una cosa del genere, usando il suo Haki per controllare il respiro degli avversari impedendogli di usare l’Haki dell’Osservazione e vedere nel futuro).

Le origini del suo potere possono essere diverse: si potrebbe parlare di un Frutto del Diavolo, o di un “albero di Frutti del Diavolo”, oppure di un potere dato dal diavolo in sé; in ogni caso, Im è una sorta di “entità del controllo” che può agire su ogni cosa.

Per questo motivo nessuno sarebbe in grado di batterlo se non Luffy, uno capace di avere accesso ad un potere libero dalle limitazioni della realtà, basato sulla fantasia e l’utilizzo dell’immaginazione, che si libera dalle regole assolute del mondo. Libertà contro Dominazione sarebbe quindi il tema della battaglia finale, dove Luffy ed Im troveranno uno scontro che porterà alla fine dei rigidi vincoli della vita.

Potrebbe interessarti:

ONE PIECE, CHI È REALMENTE IM-SAMA: DA COSA È ISPIRATO L’ENIGMATICO PERSONAGGIO [SPOILER]

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi