Dr Commodore
LIVE

One Piece: perché Akainu sarà fondamentale per la storia tanto quanto Barbanera

I fan di One Piece sono piuttosto familiari con il nome “Akainu”, l’alias da ammiraglio della Marina per cui è conosciuto Sakazuki. Si tratta di uno degli antagonisti principali della serie, che abbiamo già visto in azione in contesti anche piuttosto tragici. Egli è un fanatico seguace della dottrina di Giustizia Assoluta della Marina, nonostante in realtà sia un personaggio piuttosto crudele e intransigente.

La reputazione di Akainu è ben nota a tutti, e la sua visione estremista dell’ideale di Giustizia Assoluta lo rende temuto anche da pirati del calibro di Barbanera. Ricordiamo, tra le sue imprese, lo scontro faccia a faccia contro Barbabianca, lotta in cui l’ammiraglio è riuscito a resistere e a non darsi per vinto nemmeno quando il leggendario pirata è riuscito a farlo cadere nel baratro con il suo potere.

Proprio per la sua potenza, le sue azioni per la Marina e tutto ciò che ha conseguito in generale durante la storia di One Piece, non si può dire che il suo sia un personaggio poco rilevante. Anzi, il futuro e probabile scontro tra lui e i Mugiwara potrebbe determinare conseguenze piuttosto importanti per la storia.

akainu one piece barbanera luffy mugiwara dragon gold d. roger barbabianca yonko

Akainu attende i Mugiwara

Durante il salto temporale in One Piece, sono accadute due fatti importanti, slegati tra loro ma perfettamente contrapposti: Barbanera è divenuto Yonko, e Akainu è diventato un ammiraglio della Marina. Due personaggi dagli ideali opposti (anche se dalla simile indole spietata) hanno dunque trovato il loro ruolo culmine, con Barbanera come malvagio assoluto e Akainu come portatore di giustizia assoluta.

Tali eventi ci suggeriscono che questi due personaggi hanno quasi la stessa importanza nella storia. Barbanera, infatti, è considerato da molti uno dei nemici cruciali che Luffy dovrà prima o poi affrontare, e probabilmente sarà la più grande minaccia per i Mugiwara nel raggiungimento del One Piece. Ma, dopo il ritrovamento del tesoro di Gold D. Roger, è molto probabile che la ciurma di Luffy dovrà vedersela con Akainu.

L’ammiraglio costituisce un pericolo non da poco per Luffy. Ricorderemo, infatti, quanto Akainu sia fissato con il nostro Cappello di Paglia che, in qualità di figlio di Dragon, viene da lui considerato la più grande minaccia al mondo ed è ossessionato dal volerlo uccidere. Il nostro protagonista, a sua volta, prova un grande odio per l’ammiraglio visto quanto egli ha fatto a suo fratello Ace.

Le teorie più gettonate dicono che Luffy combatterà Akainu dopo Barbanera. Tali ipotesi sono supportate dal fatto che, effettivamente, Barbanera è un importante ostacolo verso il One Piece, ma non rappresenta un nemico la cui sconfitta sarà determinante nella lotta contro il Governo Mondiale predetta da Barbabianca.

Come disse Barbabianca, infatti, la guerra con il Governo avverrà solamente dopo il ritrovamento del One Piece. La ragione di tale affermazione è ancora un mistero, ma lascia presumere che il tesoro tanto ricercato sia costituito da qualcosa che il Governo ritiene una minaccia all’ordine. Quando detto da Barbabianca, in ogni caso, non fa che appurare la teoria per cui Cappello di Paglia dovrà innanzitutto trovare il One Piece (e quindi affrontare Barbanera) prima di poter avere a che fare con Akainu.

Ma non è solo il mitico tesoro il motivo per cui Luffy dovrà avere a che fare con il Governo prima o poi. Un’altra importante ragione risiede nel suo frutto del diavolo. La vera natura del frutto Gomu Gomu era stata nascosta dal governo in passato: il suo vero nome era Hito Hito no Mi modello Nika, e non si trattava di un frutto Paramisha, bensì di uno Zoo Zoo Mitologico dal potere piuttosto particolare.

Nika, infatti, viene considerata alla pari di una divinità. Possedere il suo potere permette di mutare l’ambiente circostante (oltre che gli stessi esseri viventi) in tutto ciò che si desidera. Potere che costituisce una grande minaccia per il mondo ideale del Governo Mondiale, e che rende chi lo possiede estremamente pericoloso.

Inoltre, chi meglio di Luffy potrebbe costituire un avversario ideale per Akainu? Dopotutto, la cicatrice a forma di X sul petto inflittagli dall’ammiraglio cos’altro potrebbe indicare se non il fatto che i due hanno un conto in sospeso da risolvere?

Sicuramente, per entrambi non sarebbe una lotta semplice. Akainu ha dimostrato diverse volte di essere un osso duro, considerando anche che è stato l’unico in grado di rompere la volontà di Luffy (tanto da fargli dire di non essere affatto il Re dei Pirati), ma il nostro Cappello di Paglia sta diventando sempre più forte. Se e quando arriverà il momento, sarà uno spettacolo impossibile da perdere.

Leggi anche: One Piece: qual è la taglia di Kozuki Oden? Gli indizi che potrebbero suggerircela

Articoli correlati

Condividi