Dr Commodore
LIVE

Giapponese tenta di portare la sua waifu a Disneyland: il parco gli vieta l’accesso

Abbiamo parlato già in altre occasioni di un uomo giapponese che è stato capace di esaudire uno dei sogni più reconditi degli otaku: sposare la sua waifu. Nel suo caso, però, non si parla di una waifu qualunque: la ragazza con cui Akihiko Kondo ha scelto di passare la sua intera vita, infatti, è una delle figure più popolari di sempre nella cultura pop nipponica, e in quella otaku di tutto il mondo.

Sposatosi con la pioniera delle idol vocaloid Hatsune Miku, Kondo ha potuto passare numerosi anni felice con la sua moglie virtuale, che vive nel mondo 3D attraverso un manichino creato in modo scrupolosamente accurato e a dimensioni naturali. La sua relazione è stata resa nota al pubblico da diverso tempo, e di recente si è tornato a parlare del loro particolare rapporto 2D-3D, che si rivela spesso essere una grande fonte d’incomprensione per coloro che non hanno mai avuto a che fare con questo genere di gusti.

Questo fatto è andato a ripetersi anche in tempi più recenti, dopo che Kondo aveva programmato un’allegra giornata al Disneyland in Giappone insieme alla sua consorte bidimensionale. Prima di andare a visitare il parco, l’uomo aveva chiesto se ci fosse la possibilità di avere con sé la compagnia della sua waifu (del manichino in scala naturale) sulle varie attrazioni, ma la risposta non è stata molto positiva.

giappone waifu

Niente waifu nei parchi divertimenti in Giappone

Akihiko Kondo racconta la sua esperienza su Twitter, spiegando come avesse deciso di portare la sua “grande Miku” a Disneyland, e per questo i due chiesero via mail se avesse il permesso di farlo. Di conseguenza, viene anche mostrata ai fan la risposta, che è in soldoni un chiaro “No”. Nel tweet, però, sembra non essersela poi presa così tanto: verso la fine dice che non andrebbe forzatamente in un luogo che ha detto di no, e che ci riproverà eventualmente tra qualche anno.

Egli ha poi continuato dicendo come Disneyland abbia tenuto un matrimonio di coppie omosessuali nel 2014, e che per questo Kondo e la sua waifu si aspettavano comprensione circa la diversità di orientamento sessuale. Questo è stato il primo tentativo di viaggio a Disneyland studiato di sua spontanea volontà, essendoci stato solo una volta durante il suo periodo da liceale.

Le reazioni degli utenti a questa vicenda non si sono fatte attendere:

“Il problema è chiaro: non puoi far entrare i personaggi SEGA su Disney!
“Beh penso che sia di gran buonsenso fare una chiamata in anticipo invece di causare problemi presentandosi”
“La figure è troppo grande, se cade da qualche attrazione potrebbe ferire qualcuno”.

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi