Dr Commodore
LIVE

Ezra Miller è stato accusato di furto con scasso in una residenza nel Vermont

La famosa star interprete di Flash nel DCEU e ormai al centro di svariate vicissitudini negli ultimi mesi, Ezra Miller, sembra proprio non riuscire a rimanere fuori dai guai; infatti, l’attore è stato recentemente accusato di furto con scasso a Stamford, un comune degli Stati Unititi d’America situato nello Stato del Vermont.

Nel rapporto delle forze dell’ordine condiviso nella giornata di ieri, lunedì 8 agosto, la polizia dello Stato del Vermont ha indicato di come abbiano risposto ad una denuncia a Stamford. Tale sembra essere avvenuta all’inizio di Maggio dopo che le autorità, prendendo visione di alcuni video di sorveglianza, hanno constatato di come numerose bottiglie di alcol fossero state prelevate da una residenza situata in zona, riscontrando come Ezra Miller fosse l’effettivo responsabile (il tutto è avvenuto mentre i proprietari non erano presenti nell’abitazione).

Dopo la consultazione dei video, l’attore è stato finalmente ritrovato dalla polizia nella giornata di domenica 7 agosto; gli stessi hanno successivamente informato Miller di un mandato di comparizione alla Corte Suprema del Vermont, il 26 settembre, per un’udienza preliminare.

Ezra Miller

Nonostante i recenti scandali, Il film The Flash uscirà regolarmente nelle sale nel 2023. Warner Bros è stata ampiamente criticata dal pubblico per questa scelta, non spiegandosi come possano procedere alla pubblicazione di tale pellicola a discapito del film dedicato a Batgirl, bruscamente cancellato.

Molti fan hanno mostrato la loro preoccupazione nei confronti di Ezra Miller, arriverà mai il giorno nel quale la follia dell’attore si placherà definitivamente?

Warner Bros smentisce le voci inerenti alla riunione d’emergenza riguardante Ezra Miller

Per ciò che concerne la pellicola DC, negli scorsi mesi era stata diffusa la notizia di un meeting d’emergenza per la sospensione dell’attore dalle produzioni cinematografiche future, la smentita è successivamente arrivata direttamente da Warner Bros. La major, infatti, ha affermato che tutto il polverano creatosi non fosse altro che esagerazione mediatica.

La notizia era stata condivisa dalle testate più importanti, dove il tutto era partito da un report del giornale Rolling Stone, con IGN che ha prontamente aggiornato il proprio articolo smentendo i fatti.

The-Flash-Ezra-Miller

Fonte: theguardian.com

Articoli correlati

Lorenzo Croce

Lorenzo Croce

Amante di anime, manga, serie TV e film (produzioni Asylum ovviamente comprese). Ciliegina sulla torta, sono schiavo dei meme.

Condividi