Dr Commodore
LIVE
haxorus

Haxorus: le asce nella mascella!

Lo so, lo so, mi sono perso i primi due scontri del torneo per motivi stupidi, anche se poi il mio commento non è richiesto alla fine. Comincio a pensare che mi abbiano preso proprio per parlare di Pokémon mostrando le mie doti da Professore Pokémon, oppure perché sapevano che avrei portato un po’ di comicità a questa trasmissione alle lotte.

Quindi oggi, vedendo il terzo scontro, ho avuto un’idea brillante, e così ho portato della legna in studio. Vedere quel Haxorus (オノノクス Ononokus), Pokémon Mascellascia di tipo drago, lottare così intensamente mi ha fatto venire in mente che le loro asce potrebbero essere usate dai boscaioli per tagliare gli alberi in montagna, tranne quelli dove ci sono i nidi di mon di tipo volante!

Ergo ora farò un’eccezionale cosplay di un Haxorus e taglierò per bene questa legno per tuti i vostri telespattori. Sono sicuro che possa far divertire tutti coloro che ci stanno seguendo, anche se mettersi questo costume è un po’ arduo…ok. penso di esserci riuscito…ta-dan! Eccomi, Professore Yoel-Haxorus in scena, yeah!!

È il momento di tagliare la legna! Ma ehi, aspetta, come devo muovermi esattamente…Ah yah! Ops, ma ho fatto un buco nel pavimento dello studio! Questa me la faranno pagare!

Gli Haxorus sono lo stadio evolutivo finale di Axew, e si evolvono dai Fraxure quando essi raggiungono il livello 48. Sono tra i primi Pokémon scoperti nella regione di Unima. Gli specialisti dei mon di tipo drago li adorano, e non fa strano che due degli allenatori più forti della regione (il capopalestra Aristide e la campionessa Iris) abbiano un Haxorus in squadra

Sono mon d’indole mite, ma hanno un atteggiamento molto territoriale, e si arrabbia possono essere davvero guai per chi se li ritrova di fronte. Vanno fieri delle loro zanne a forma di asce, con le quali può tagliare qualsiasi tipo di materiale, persino il cemento armato. Per mantenerle sempre in ottime condizioni, leccano la terra per assorbire i minerali necessari. Si dice inoltre che esse siano indistruttibili, visto che nessuno ha mai trovato Haxorus con zanne spezzate.

Tra le abilita cui possono accedere ci sono Antagonismo (che aumenta l’attacco se davanti hanno un avversario dello stesso sesso), Rompiforma e Agitazione, con la quale creano uno stato d’agitazione negli avversari che li blocca dal mangiare qualsiasi bacca.

L’aspetto

Gli Haxorus sono mon bipedi dalla pelle nera (visibile nelle gambe, nella parte superiore del muso, nel torso e nella punta della coda), mentre il resto del loro corpo è coperto da una copertura giallo-verde simile ad un’armatura. Gli occhi sono di grandezza media, e hanno la sclera e la pupilla nera e l’iride rossa. Il muso è a punta, e le due zanne a forma d’ascia sono situate nella parte superiore della mascella, ai lati della bocca. Le zanne sono grandi, nere e rosse.

Le loro braccia sono abbastanza lunghe e le mani sono piccole, con tre artigli rossi. Le gambe sono un po’ più grosse e i piedi sono più grandi delle mani, ma presentano come esse solo tre dita e artigli. La coda è lunga, e la usano spesso per attaccare. Gli esemplari cromatici presentano una colorazione molto più scura nella copertura, ossia tendente al grigio.

Haxorus è ispirato ai dinosauri (come il dicynodontia e la placerias), e si tratta di uno dei primi Pokémon di quinta generazione ad essere stati concepiti, visto che Mana Ibe l’ha creato durante lo sviluppo dell’ultimo gioco ambientato a Sinnoh, Platino. L’idea alla base del design deriva dal muovere le zanne come se fossero delle asce, un comportamento che sembra derivare proprio dai dinosauri. Il suo nome inglese deriva dall’unione delle parole hack (tagliare), axe (ascia) e il suffisso saurus, mentre il nome giapponese potrebbe derivare dall’unione delle parole 斧 ono (ascia), 戦く ononoku (tremare), アックス akkusu (ascia) e -onychus, suffisso comune nei nomi dei dinosauri.

Oh no! E ora come lo riparo il pavimento?! Mentre ci penso, andate a leggere il precedente episodio della rubrica (che trovate qui) se non l’avete ancora fatto!

Fonti: 1 | 2.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi