Dr Commodore
LIVE

Joker 2: annunciato ufficialmente il sequel del film con Joaquin Phoenix

Nel 2019, usciva nelle sale internazionali “Joker”, la pellicola targata Warner Bros, e tratta dai fumetti della DC, ma esterna al loro Extended Universe.

Il film, come è noto, ha avuto un successo straordinario, portandosi a casa il Leone D’Oro di Venezia, e ben due premi Oscar. Dopo il grande, e meritato, consenso di critica e pubblico del film, arriva, tramite Social, l’annuncio ufficiale del secondo capitolo dedicato al Pazzo di Gotham City.

“Joker – Folie à Deux” è il titolo ufficiale del Film.

Ad annunciarlo è lo stesso Todd Phillips, co-scrittore e pluripremiato regista del primo film, che, con un post instagram, fa drizzare le orecchie al pubblico, e fa gioire gli amanti del primo capitolo.

Cosa si sa, al momento, di questo sequel di Joker?

Oltre al ritorno di Scott Silver per la sceneggiatura, e di Todd Phillips, per entrambi i reparti di scrittura e regia, torna, ovviamente, Joaquin Phoenix, l’interprete del Joker, acclamato e pluripremiato per la sua sconvolgente prestazione nel primo film.

La pellicola al momento ha, quindi, una sceneggiatura (vediamo, infatti, l’attore americano intento a leggerla), il regista e un titolo ufficiale, quest’ultimo che potrebbe significare tanto, ma anche niente: tale Folie à Deux, per intenderci, è una rara sindrome psichiatrica, nella quale un sintomo di psicosi (spesso una convinzione delirante) viene trasmesso da un individuo ad un altro. Potrebbe, quindi, essere la volta della Harley Quinn della Gotham di Phillips? Oppure sarà, addirittura, il caso di un “secondo Joker”, possibilmente interpretato dal tanto rumoreggiato, quanto desiderato dai fan, Willem Dafoe, intento ad imitare le folli imprese del Joker di Phoenix?

Non ci resta che attendere prossime notizie a riguardo, con le riprese del sequel che dovrebbero cominciare il prossimo anno.

FONTE

Articoli correlati

Guglielmo Tamburino

Guglielmo Tamburino

Fan Marvel ed amante seriale di cinema in ogni sua forma e genere. Oltre ad una profonda devozione al Maestro Quentin Tarantino, il mio gusto è stato fortemente influenzato dal tocco di François Truffaut e dalla genialità di Sam Raimi.

Condividi