Dr Commodore
LIVE

Winnie The Pooh – Blood and Honey: l’Infanzia si mescola con l’Horror

Questo gennaio Winnie The Pooh, lo storico orsacchiotto del Bosco dei 100 Acri, è entrato nella lista del “Public Domain” (Dominio Pubblico), vale a dire quel complesso di opere e personaggi sui quali non vige alcun diritto di proprietà e che, di conseguenza, possono essere liberamente sfruttati a proprio piacimento.

Il nuovo progetto dedicato a “Winnie The Pooh” è già in fase di Post-Production

La notizia è arrivata nel cuore della notte del 26 Maggio, ed è pronta a destabilizzare gran parte del pubblico mondiale: un re-telling “R-Rated” (di genere Horror) della storia di Winnie The Pooh è già in fase di post-produzione, e verrà presto rilasciato nelle sale internazionali.

La pellicola, inoltre, sarà diretta da Rhys Frake-Waterfield.

A sorpresa, la Disney non ha alcun diritto sul personaggio di Winnie The Pooh

Come facilmente intuibile da queste recenti news, sul personaggio di Winnie The Pooh non ricade alcuna protezione legale da parte di Disney (e di nessun altra compagnia).

Per questo motivo, si tratta di un film indie, che porterà a schermo una rilettura in chiave horror della leggenda infantile, sulla quale la sopracitata multinazionale statunitense non ha alcun tipo di voce in capitolo.

FONTE

Articoli correlati

Guglielmo Tamburino

Guglielmo Tamburino

Fan Marvel ed amante seriale di cinema in ogni sua forma e genere. Oltre ad una profonda devozione al Maestro Quentin Tarantino, il mio gusto è stato fortemente influenzato dal tocco di François Truffaut e dalla genialità di Sam Raimi.

Condividi