Dr Commodore
LIVE

Crossfire Legion è disponibile in Early Access con nuovi contenuti aggiuntivi

Dopo il suo primo annuncio, avvenuto quasi un anno fa, Crossfire Legion ha visto un incremento dello sviluppo negli ultimi mesi grazie alla partecipazione di giocatori di tutto il mondo che, partecipando alle varie alpha e beta del gioco hanno potuto fornire un feedback diretto al team di Prime Matter, portando all’elaborazione di nuovi contenuti e modalità di gioco.

Ecco quindi come, dopo circa sei mesi di lavori, il nuovo RTS Crossfire Legion si presenta al pubblico, disponibile da oggi su Steam in Early Access.

Crossfire Legion

Crossfire Legion e il futuro degli RTS su next gen

In recenti comunicati, Prime Matter, la nuova label di Koch Media dedicata alla pubblicazione di una ricca varietà di nuovi titoli, ha affermato come il brand Crossfire offra lo scenario e lo sfondo perfetti per un RTS, grazie al suo approccio unico alla guerra globale futuristica e alle fazioni in lotta.

Di fatto, dal punto di vista narrativo, Crossfire Legion è ambientato qualche anno nel futuro, e racconta la guerra globale tra tre fazioni, la Global Risk, la Black List e la misteriosa New Horizon. La prima reinterpreta e fa le veci della NATO, la seconda racconta la storia di un gruppo di mercenari e la terza vuole trascendere i limiti umani tramite lo sviluppo, l’implementazione e l’integrazione di tecnologie basate sull’intelligenza artificiale. Le tre fazioni possiedono dei leader, i quali presentano abilità uniche e che in gioco saranno portavoce delle scelte del giocatore.

Un esempio è Cardinal, uno dei leader di Global Risk, in grado di fornire supporto a distanza con attacchi aerei e di artiglieria ad ampio raggio, in grado di distruggere qualsiasi struttura nemica si trovi sotto il bombardamento. Phoenix è uno dei leader di Black List, specializzato in tattiche offensive stealth, permette a gruppi di attaccanti di muoversi nell’ombra, come fantasmi, in modo tale da attaccare il nemico senza farsi vedere.

Crossfire Legion

Con circa 45 unità tra cui scegliere – che variano da assalto aereo/terrestre, a trasporto, fanteria ecc. – e 6 comandanti unici, i giocatori hanno l’obiettivo di formare e personalizzare il proprio esercito, gestirne le risorse, consolidarne le posizioni e avanzare, con l’unico scopo di dominio totale sull’area di gioco! Oltre all’importante campagna introdotta in Early Access, il gioco mette alla prova le abilità competitive e strategiche dei giocatori attraverso un ventaglio più ampio di unità e comandanti.

Le abilità speciali e uniche di ogni comandate hanno un ruolo fondamentale sul campo di battaglia, in grado di aiutare o cambiare le sorti del conflitto. Saper sfruttarli al meglio, ma anche contrastarli, sarà necessario per prevalere nelle tante modalità multigiocatore di Crossfire Legion.

Al momento attuale, Crossfire Legion presenta e propone le seguenti modalità di gioco, distinte tra single player e multi player: della prima categoria fanno parte la campagna a giocatore singolo, di cui al momento è disponibile l’ATTO 1 – di 4, in arrivo prossimamente e una modalità di allenamento a schermaglie contro l’IA; della seconda fanno parte numerose modalità, sia competitive come la Playload Mode e la Versus Mode che cooperative.

Infine, Prime Matter ha anticipato che presto, in data ancora da confermare, saranno disponibili anche gli strumenti di creazione di contenuti da parte degli utenti e i tornei competitivi supportati da ESL: queste aggiunte un ruolo chiave nella creazione di una community salda intorno a Crossfire Legion.

Crossfire Legion è disponibile da oggi in accesso anticipato su Steam, al prezzo scontato di 26.99€. In questa fase, lo sviluppo del gioco si apre a ulteriori feedback e riscontri da parte del pubblico, che adesso può provarlo ampiamente, condividendo l’esperienza con amici e giocatori di tutto il mondo, portando la guerra globale di Crossfire Legion, su una scala realmente mondiale.

Articoli correlati

Riccardo Retez

Riccardo Retez

Alla deriva nel mare della pop culture ho fatto dei videogiochi prima una passione, poi uno studio e infine un lavoro. Scrivo, curo e creo contenuti dentro, fuori e intorno ai mondi videoludici.

Condividi