Dr Commodore
LIVE

MLB The Show 22: Gli sportivi sono anche in casa Sony

Questi giorni grazie a Sony Interactive abbiamo avuto fra le nostre mani la versione PS5 del nuovo capitolo della serie di MLB The Show, videogame sportivo di baseball che è è salito alle luci della ribalta l’anno scorso per essere il primo gioco (nella sua versione 2021) pubblicato da Sony Interactive Entertainment presente su Xbox Gamepass

La serie di MLB The Show gode di estremo successo oltreoceano, nelle terre a stelle e strisce soprattutto, per ovvi motivi, e con questa nostra recensione andremo a scoprire se è un titolo dedicato anche a chi non segue il campionato di Major League o se per il pubblico europeo si tratterà di un “3 strike and Out”.

Giochiamo a Baseball comodamente seduti sul divano

MLB The Show 22 PS5

Allora, partiamo dal dire che come tutti i videogiochi a cadenza annuale c’è sempre un limite alle differenze che si possono avere tra due titoli della stessa serie in un solo anno, e MLB The Show 22 è l’esempio perfetto di come il tempo risicato sia il peggior nemico dell’innovazione. L’iterazione di quest’anno di Sony San Diego è purtroppo ancora limitata visto che le differenze più di rilievo rispetto alla versione 2021 sono la nuova modalità cooperativa e una gestione delle battute più preciso, che vanno ad amalgamarsi ad un già solido editor di stadi che è stato anch’esso migliorato, ma se poniamo la lente d’ingrandimento sul lato tecnico possiamo notare ancora qualche problemino legato all’engine che sta iniziando a risultare stantio.

Si nota ormai la necessità di trasformare i titoli a cadenza annuale in Live Services (ovviamente con la dovuta qualità, non alla eFootball). Giochi come MLB The Show, Madden NFL o FIFA ormai a nostro parere non possono più (causa mole di lavoro necessaria a sviluppare titoli molto diversi dall’anno precedente) fornire valore sufficiente per garantire una spesa full-price per ogni aggiornamento annuale. Sarebbe nettamente meglio sviluppare un titolo online aggiornato costantemente o distribuito sotto forma di abbonamento, con l’aggiunta di microtransazioni che tra l’altro sono presenti in forma importante anche in questo titolo.

Cooperazione e competizione in MLB The Show

Quest’anno fra le differenze c’è l’arrivo di una differente telecronaca con la partecipazione della nuova troupe televisiva ufficiale ESPN che porta la voce di Jon “Boog” Sciambi e Chris Singleton hanno sostituito la squadra precedente come annunciatori in-game. Le nuove voci sono una ventata d’aria fresca dopo i molti anni di monotonia, ma c’è da segnalare che per forza di cose il numero di linee di dialogo è notevolmente inferiore rispetto a prima, e le linee si ripetono con maggiore frequenza rispetto a prima. Capiterà spessissimo di ascoltare le stesse battute ripetutamente ma addirittura alcuni giocatori saranno chiamati solo con il loro numero e mai con il loro nome. Piccola nota a margine per chi non dovesse sopportare la ripetitività, la telecronaca è disattivabile dalle impostazioni.

La vera forza di MLB The Show è la sua versatilità, infatti i controlli possono essere scalati in base al proprio gusto e alla propria esperienza, con addirittura il baserunning automatico, e battitura a singolo tasto, ma possono anche essere più complesse, con colpi e lanci scelti con precisione e difficoltà della IA degna di un campione del diamante.

MLB The Show 22 PS5

La nuova modalità cooperativa online è una delle caratteristiche chiave di MLB The Show 22, che consente di formare squadre 2v2 o 3v3 su addirittura in cross platform e cross progressing con tutti i giocatori di PS4, PS4, Xbox (One e S|X) e Nintendo Switch. I giocatori di ogni squadra potranno scegliere se comandare i battitori o i ricevitori sia per il pitching che per il fielding ad ogni inning (ndr. quanti ing mamma mia) per essere in grado di concentrarsi su un unico obiettivo. Questa modalità cooperativa/competitiva rende divertente il gameplay poichè si giocherà finalmente come una vera squadra di Baseball.

Tuttavia, ci sono alcune limitazioni anche per quanto riguarda la coop, visto che si può giocare in partite casuali o in una playlist limitata di Diamond Dynasty, ma non ci sono squadre o leghe cooperative persistenti e non si può nemmeno scegliere i propri avversari, quindi l’unico modo per giocare contro gli amici è la fortuna nel matchmaking. Anche la rotazione dei ruoli è obbligatoria, costringendo a cambiare anche se un giocatore vuole solo lanciare mentre l’altro vuole solo difendere. Speriamo che questi due difetti possano essere corretti in “Post Produzione” Inoltre è da notare che giocando su PS5 sarà possibile usufruire delle caratteristiche del DualSense, quindi vibrazione aptica e grilletti adattivi.

MLB The Show 22 PS5

Alla fine, ha senso?

Come abbiamo anticipato all’inizio della recensione, MLB The Show è un franchise importante in USA, e questo si nota dal primo secondo in cui accederemo al gioco, visto che manca completamente la lingua italiana, sia nelle voci e sia nei menù. Il gioco è solido, senza molti bug ma è un piccolo upgrade rispetto al precedente, nonostante il prezzo pieno di 70€.

Qui in Italia (ma anche in tutto il resto del mondo ad esclsuione degli stati uniti) il baseball non è molto seguito, e ci pare difficile vedere una collocazione per MLB The Show 22 se confrontato ad un WWE 2K o un FIFA, ma se siete amanti dello sport questo è il massimo che possiate desiderare, e non importa che voi siate massimi esperti o novizi che si approcciano, la difficoltà degli avversari e la complicatezza dei comandi è completamente personalizzabile in base alle vostre esigenze per offrirvi l’esperienza perfetta per le vostre abilità.

MLB The Show 22 è un videogioco di baseball sviluppato da San Diego Studio e pubblicato da Sony Interactive Entertainment, è stato rilasciato il 5 Aprile 2022 per PlayStation 4 PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X|S, e Nintendo Switch.

MLB The Show 22

Voto - 6.5

6.5

/10

MLB The Show 22 è un videogioco di baseball sviluppato da San Diego Studio e pubblicato da Sony Interactive Entertainment, è stato rilasciato il 5 Aprile 2022 per PlayStation 4 PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X|S, e Nintendo Switch.

User Rating: Be the first one !

Articoli correlati

Gennaro Lazzizzera

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Condividi