Dr Commodore
LIVE

Nintendo butta giù anche i video che mostrano i suoi giochi su Steam Deck

Sappiamo bene come Nintendo non sia mai stata particolarmente tollerante nel vedere i suoi prodotti utilizzati attraverso mezzi non realizzati dalla compagnia stessa: dopotutto, non solo essa ha provveduto più volte a cancellare dall’esistenza numerosi siti di ROM, ma continua tutt’ora anche con le sue crociate contro l’emulazione in ogni modo possibile.

Con la notizia della chiusura degli eShop di 3DS e WiiU, è chiaro che sarà impossibile preservare ulteriormente tutti i giochi delle epoche passate in modo legale. Anche se Nintendo ha intenzione di espandere il catalogo di NSwitch Online, si tratterà comunque di una porzione esigua dei titoli disponibili negli shop, ed essi non saranno comunque realmente “posseduti” dall’utenza.

In ogni caso, nonostante le numerose misure drastiche intraprese dall’azienda, l’emulazione rimane ancora imperante nella community, soprattutto su PC. Con l’arrivo di Steam Deck, gli utenti hanno trasportato queste capacità anche sul dispositivo portatile di Valve, ma sembra che ciò non garbi particolarmente alla compagnia nipponica, che ha quindi deciso di dare il via a una selvaggia caccia ai video che mostrano i suoi titoli emulati sull’innovativa piattaforma.

Nintendo Steam Deck

Nintendo VS Steam Deck

La casa di Kyoto ha da sempre dominato il mercato delle console portatili, e di sicuro non si fa spaventare dal sorgere di Steam Deck. Gli spietati interventi che l’azienda ha voluto portare a compimento, rimuovendo video e mandando denunce, è semplicemente coerente alla policy aggressiva che ha presentato finora nei confronti dell’utenza, specialmente verso quella che tenta di fruire delle sue IP senza acquistarle o che non utilizzano la piattaforma adibita.

Una nuova vittima, stavolta proprietaria di un Deck e che ha subito un intervento della compagnia è l’utente Phawx. In un suo video adesso rimosso, veniva mostrato come lo Steam Deck si prestasse molto bene all’emulazione dei giochi della grande N. In realtà, se egli non avesse pubblicato il video probabilmente sarebbe stato impossibile per Nintendo venire a conoscenza della cosa, o tracciarlo in qualche modo. Il “sacrificio” di Phawx è servito anche a illustrare ad altre persone come effettuare l’emulazione, e sicuramente la voce si sarà sparsa già sul web.

Difficilmente Nintendo riuscirà a impedire a tutti di emulare sul Deck, e le uniche mosse che potrà attuare saranno quelle di rimuovere i video che tentano d’insegnare gli step per fare ciò, o che dimostrano le capacità del Deck. Forse, una magra consolazione che l’azienda potrebbe avere è che il numero di console Valve sia in realtà ancora piuttosto esiguo.

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi