Dr Commodore
LIVE

Monster Energy Supercross 5 con gli occhi di un neofita – È un titolo per tutti?

In redazione abbiamo finalmente avuto l’opportunità di testare in anteprima Monster Energy Supercross 5, il nuovo titolo sviluppato dai ragazzi di Milestone (un team, tra l’altro, tutto italiano, che ha avuto il merito di sapersi imporre nel panorama videoludico mondiale). Il racing game dedicato alle moto è in arrivo il 17 Marzo 2022 su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox Series X|S, Xbox One e PC.

Con questo editoriale, però, mi piacerebbe fare qualcosa di diverso dal classico approfondimento. Troverete, infatti, le mie prime impressioni ma vorrei anche capire con voi se Monster Energy Supercross 5 può essere un titolo interessante, e soprattutto divertente, anche agli occhi di chi, come me, si avvicina per la prima volta a questo franchise, o più in generale al mondo del motocross.

Tanto per cominciare, vale la pena di sottolineare che il team di Milestone non è esattamente alle prime armi con lo sviluppo di questo genere di titoli: ormai da parecchio, si occupano di creare simulatori di guida particolarmente apprezzati, tra cui l’annuale appuntamento dedicato alla trasposizione videoludica del MotoGP. In effetti, però, in Italia, l’universo del motocross non è molto conosciuto dai più: Monster Energy Supercross 5 potrebbe essere un buon punto di partenza per iniziare ad abbracciare questo mondo? Secondo me sì, vediamo il perché.

Monster Energy Supercross 5: un buon entry-point per un neofita

Durante la mia fase di documentazione sul franchise di Monster Energy Supercross 5, ho letto diversi pareri concordi nel ribadire che le precedenti iterazioni della saga avevano il difetto di essere particolarmente complicate per chi si approcciava per la prima volta a questo genere di titoli. Ora, al quinto giro di boa, sono invece abbastanza sicuro nell’affermare che questo problema è stato risolto.

Ben inteso, non stiamo comunque parlando di un titolo facile da padroneggiare, tutt’altro. Ma adesso, armati di buona volontà, avremo tutti gli strumenti per poter migliorare di gara in gara senza sentire la mancanza delle nozioni di base. Con l’introduzione della “Futures Academy”, infatti, avremo accesso a un ampio tutorial, ben realizzato, che non solo servirà a metterci a nostro agio con le meccaniche di gameplay, ma ci spiegherà anche i fondamentali della disciplina, in modo sintetico, chiaro e completo. Ecco perché nessuno, dopo poco tempo, si sentirà spaesato.

Durante il tutorial ci sarà ad accompagnarci, in qualità di mentore, la voce di Ricky Carmichael, una leggenda tra i piloti motociclistici professionisti, soprannominato, a ragion veduta, “G.O.A.T.” (Greatest of all time). Da lui impareremo tutti i trucchi del mestiere e anche qualche importante parola del vocabolario del mondo del supercross: whips e scrubs non avranno più segreti e apprenderemo anche l’importanza di seguire il flow delle rampe disposte nel mezzo delle piste sterrate, per evitare di perdere troppa velocità durante i nostri salti spettacolari.

All’inizio di Monster Energy Supercross 5, inoltre, per assicurarci ancora qualche altro aiutino, possiamo scegliere il livello di difficoltà per le nostre gare. Se siete alle prime armi vi consiglio caldamente di optare per la più facile: avrete già un buon livello di sfida ma sarete agevolati da un’IA poco aggressiva, da aiuti nelle frenate e nelle sterzate, da un navigatore dinamico che vi indicherà il percorso migliore e dalla possibilità di tornare indietro nel tempo di qualche secondo in caso di errori (anche se comunque il gioco vi impedirà di abusare di questa meccanica).

Monster Energy Supercross 5 logo

I pregi non mancano…

In Monster Energy Supercross 5 troverete un buon roster di due ruote. Avremo la possibilità di scegliere tra i più grandi marchi motociclistici (tra cui Yamaha, Honda, Suzuki, Kawasaki, KTM e Husqvarna) e tra un paio di moto per ciascuno di loro: ogni bolide ha le proprie caratteristiche e statistiche, tutte migliorabili attraverso lo shop, accumulando la valuta in-game e acquistando vari miglioramenti. La personalizzazione sia dei veicoli che del pilota è sufficientemente completa.

Il comparto grafico e quello sonoro di Monster Energy Supercross 5, pur non facendo gridare al miracolo, si difendono piuttosto bene. Ho avuto la possibilità di testarlo su PC e, nel complesso, il colpo d’occhio è piacevole e l’ottimizzazione sembra di qualità. Non ho avuto problemi a mantenere i settaggi al massimo, raggiungendo tranquillamente i 60 FPS, giocando in Full HD, con una GTX 1660 SUPER.

Inoltre, la quantità di contenuti pare essere notevole: in questa preview ho potuto avere accesso solo alla Futures Academy e agli eventi singoli ma, nella sua release finale, gli sviluppatori promettono anche una carriera, il campionato, una modalità free roaming e sopratutto un’esperienza multiplayer, con la possibilità di creare i propri tracciati e di provarne altri creati dalla community, attraverso un editor integrato. Degna di attenzione è anche l’aggiunta dello split screen per poter giocare, sulla stessa console, con un amico a fianco a voi e magari passare in compagnia qualche serata in sella alle vostre moto.

1. Monster Energy Supercross 5

… ma c’è anche qualche difetto.

Monster Energy Supercross 5 ha, però, anche qualche margine di miglioramento. Niente di troppo preoccupante, s’intende, ma se qualche difetto potesse venire limato a dovere, l’esperienza complessiva migliorerebbe sicuramente. Partiamo dalle piccolezze: i volti dei piloti sono completamente da rivedere, spesso sfiorano l’inquietante; non è un grosso problema (infatti indosserete sempre un casco) ma, data la possibilità di modificare anche i tratti del vostro alter ego virtuale, varrebbe la pena di revisionare un minimo l’editor per la personalizzazione dei tratti fisici.

In tema di animazioni, sarebbero da rivedere quelle relative alle cadute del vostro pilota. In sella, l’insieme è piacevole da ammirare, ma, una volta sbagliata una curva, cadrete a terra come farebbe un manichino senza vita, lasciando spazio solo al ridicolo e all’interruzione dell’immersione…

Per concludere, forse andrebbe aggiustata anche la meccanica della partenza perfetta, credo sia davvero troppo macchinosa: difficile riuscire a ottenere il classico boost all’inizio delle gare, basandosi completamente sul tempismo; servirà parecchio allenamento. Nel complesso, però, a una prima analisi, non troviamo nulla che invalidi in maniera grave l’esperienza di gioco in Monster Energy Supercross 5.

Conclusioni

Monster Energy Supercross 5, al netto di qualche problema di poco conto, è sicuramente un titolo divertente che saprà appassionare i veterani di questo mondo ma anche, e soprattutto, le persone che hanno intenzione di avvicinarsi per la prima volta al franchise. Se sentite il desiderio di approfondire la disciplina del supercross e liberarvi della paura dell’eccessiva difficoltà, questo è il titolo che fa per voi.

Potrebbe interessarti anche:
Prime Gaming: annunciati ufficialmente i giochi di marzo 2022

3. Monster Energy Supercross 5

Articoli correlati

Fabio Ghidella

Fabio Ghidella

23 anni. Videogiocatore fin da bambino con la Playstation 1, ho continuato negli anni a giocare su PC, iniziando da un vecchio computer assemblato da mio padre che è arrivato nella mia cameretta di seconda mano.

Condividi