Dr Commodore
LIVE
Jujutsu Kaisen

Outriders: New Horizon – Anteprima: Nuovo orizzonte, vecchi problemi

Abbiamo già parlato in passato di Outriders. Il looter-shooter sviluppato da People Can Fly e pubblicato da Square-Enix si poneva l’obbiettivo di farsi largo in un mercato già saturo senza ricorrere alla linea game as a service.

Il gioco, benchè avesse qualche idea interessante, non ci aveva convinto a pieno. Oltre a problematiche legate alle meccaniche di gameplay, comparto tenico e quello narrativo, il lancio è stato costellato di diversi problemi ai server che hanno influito negativamente sull’esperienza di molti giocatori.

Dopo più di sei messi dall’uscita del titolo, gli sviluppatori hanno deciso di rilasciare un aggiornamento gratuito che promette una serie di migliorie e novità al gioco. Abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima New Horizon ed ecco quali sono state ne nostre impressioni.

Outriders si aggiorna con diverse migliorie

Novità nelle spedizioni

Partiamo subito come i vari cambiamenti apportati in questo aggiornamento. In primis abbiamo un miglioramento del matchamaking e della stabilità delle sessioni di gioco. Ottima notizia dati i problemi presentati al lancio.

Importanti cambiamenti sono stati applicati alle spedizioni. Per chi non lo sapesse, le spedizioni sono un tipo di missione sbloccabile dopo aver finito la campagna principale e fungono da attività di endgame per Outriders. Al lancio, ogni spedizione aveva un timer e il tipo di bottino dipendeva da quanto era alta la difficoltà e in quanto tempo veniva completata la missione.

Molti giocatori non hanno apprezzato questo tipo di meccanica che promuoveva tattiche iper-aggressive e rendeva l’attività frustranti. Per migliorare l’esperienza gli sviluppatori hanno rimosso il limite di tempo e migliorato i drop finali delle spedizioni.

Questa attività era oggetto, in passato, di griefieng e molti giocatori venivano cacciati dalle squadre giusto qualche momento prima del rilascio delle ricompense facendo perdere tutti i progressi e la possibilità di ricevere il loot. Con questo nuovo aggiornamento è stata messo a punto un sistema di sicurezza per evitare questo tipo di problematiche e migliorare l’esperienza multiplayer. Oltre a questo sono state aggiunte quattro nuove spedizioni in luoghi già visitati durane la campagna principale.

Loot, loot e loot

Il drop-rate delle armi e armatura leggendarie ha subito un significativo incremento nelle spedizioni a fronte di numerose lamentale sulla rarità degli equipaggiamenti ottenuti da questa attività. Inoltre Thiago, uno dei vendor nell’HUB di gioco, venderà equipaggiamento leggendario e ci sarà la possibilità di re-rollare le armi e armature in vendita utilizzando materiali trovati nelle spedizioni.

Molte mod e perk sono stati modificati in modo da renderle utilizzabili nelle difficoltà più alte e non costringere il giocatore a utilizzare sempre le stesse tattiche. Questo punto andrebbe approfondito, in quanto, almeno nella nostra prova, non siamo riusciti a provare la grande maggioranza delle mod disponibili e l’approccio agli scontri ci è sembrato lo stesso.

Grande novità per questo aggiornamento di Outriders è l’introduzione, chiesta a gran voce dalla community, dei trasmong per tutto l’equipaggiamento. Sarà possibile applicare qualsiasi tipo di aspetto a tutte le armi e armatura disponibili. Non abbiamo molto apprezzato questa aggiunta per via della possibilità di cambiare sia mod che aspetto alle leggendarie che a minare la sensazione di unicità di questo tipo di equipaggiamento.

POWER

Passiamo a uno dei cardini del gameplay di gioco cioè le classi e le abilità annesse. Nella nostra prova, come fatto precedentemente nel nostro primo playthrough, abbiamo optato per il piromante. Sebbene molte delle sue abilità abbiano ricevuto una nuova veste grafica con effetti particellari e buff vari, questa classe rimane la meno emozionante e risulta sotto tono rispetto alle altre a disposizione del giocatore. Molti effetti di stato sono ridondati o hanno effetti trascurabili, esempio lampante è lo stato “cenere” inflitto da alcune armi e da diverse abilità del piromante.

Su questo fronte i nostri pareri su come è gestita la difficoltà e sul gameplay rimangono invariate. I nemici sono delle spugne per proiettili troppo resistenti anche per gli standard del genere, la maggior parte dei nemici corre incontro ai proiettili forzandoci fuori dalle coperture, che perdono sempre più di utilità a mano a mano che il world tier viene incrementato.

classi disponivili in outriders

La progressione di difficoltà consiste nel triplicare il numero di elite da affrontare e quintuplicare il numero di proiettili necessari a buttarli giù. Molti scontri risultano frustranti e costringono all’uso delle solite tattiche per evitare di essere uccisi in pochi secondi, anche con una squadra ben equipaggiata.

In solitaria è quasi del tutto impossibile senza ricorrere a tattiche che rendono il gameplay tedioso. Le armi hanno un feeling sotto-tono e alle difficoltà più alte alcune classi di bocche da fuoco diventano inutilizzabili, come ad esempio i fucili a pompa.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Abbiamo notato un miglioramento nel comparto tecnico di Outriders da non sottovalutare. Il titolo sembra più stabile e non abbiamo riscontrato, nella nostra anteprima, cali di framerate. Come accennato in precedenza molte abilità degli Outriders hanno ricevuto un upgrade grafico con nuovi effetti particellari che migliorano la resa visiva. Il design delle mappe rimane un po’ banale e alcuni ambienti non spiccano particolarmente per originalità, così come l’aspetto dei nemici.

In conclusione

I ragazzi di People Can Fly si stanno impegnano per ascoltare la community e migliorare l’esperienza di Outriders. I problemi legati al gameplay e ad alcune scelte di game design, però, rimangono. Abbiamo, sicuramente, apprezzato tutte le migliorie fatte e il nuovo sistema di spedizioni che ora offrono ricompense migliori e hanno una struttura diversa rispetto al passato, nonché il miglioramento grafico, che non è da sottovalutare. La scelta d’introdurre i trasmong anche per gli equipaggiamenti leggendari non ci ha fatto impazzire e bisognerà vedere quanto sia estesa l’opera di bilanciamento delle mod. Di sicuro daremo una chance a questo nuova aggiornamento in modo dissipare ogni dubbio che ci è rimasto.

Vi ricordiamo che Outriders è disponibile per PlayStation 4, Xbox Series X|S, PlayStation 5, Xbox One, PC e Google Stadia. Inoltre è presente anche all’interno del Game Pass. Cosa ne pensate di questo nuovo aggiornamento? I cambiamenti apportati hanno destato il vostro interesse? Gli darete una possibilità? Fateci sapere il vostro parere sotto nei commenti.

Articoli correlati

Luigi Parri

Luigi Parri

Sceneggiatore di fumetti in erba con grossi problemi di rabbia repressa. Finto portatore di Stand. Appassionato Metroidvania e drogato di Rogue-like. Non riesco a dormire senza il mio cartonato di Hideo Kojima.

Condividi