Dr Commodore
LIVE

Death Note e Tokyo Ghoul sono violenti? Un servizio brasiliano fa scattare la polemica

Un programma televisivo brasiliano ha fatto scattare una polemica sul web per via delle sue pesanti critiche e accuse gratuite ad alcune serie anime, come Death Note., L’attacco dei Giganti e Tokyo Ghoul.

Il programma ha definito varie serie anime (tra cui le tre sopracitate) come un “pericolo per gli adolescenti” a causa della loro violenza. La serie con cui sono stati più pesanti è stata Death Note, adattamento dell’omonimo manga di Tsugumi Ohba (storia) e Takeshi Obata (disegni).

In questo caso hanno additato anche i fan dell’opera, definendo le persone che ne acquistano i merchandise come “degli individui che in realtà vogliono uccidere le persone“, prendendo ad esempio il caso di una dodicenne spaventata dall’amica che le aveva rivelato di possedere un Death Note. Uno dei presentatori ha definito l’industria degli anime come una che “trae profitto testando le parti del cervello dei bambini che creano angoscia e danni mentali“.

Ironicamente dopo la fine della messa in onda, Death Note è arrivato terzo nelle tendenze di Twitter in Brasile. Il programma ha poi ricevuto critiche per le sue accuse infondate, e alcuni sul web hanno commentato dicendo di non prendere troppo sul serio il giornalismo brasiliano.

Altri hanno sottolineato il fatto che il programma sia di una rete televisiva protestante, che in passato ha mostrato gameplay di Forza Motorsport spacciandolo come allenamento per diventare il guidatore della macchina del presidente americano, e accusano la rete di essere stata ipocrita, visto che trasmettono ogni giorno programmi che parlano di crimini violenti.

Death Note

All’inizio di questo mese Death Note ha spento 15 candeline. L’anime è infatti iniziato in Giappone il 4 ottobre 2006, ed è terminato il 26 giugno 2007 dopo 37 episodi. In Italia la serie è stata trasmessa su MTV tra il 2008 e il 2009.

La storia inizia quando il dio della morte Ryuk fa cadere sulla Terra un quaderno chiamato Death Note. A trovarlo è il liceale Light Yagami, il quale legge al suo interno un messaggio davvero inquietante: le persone i cui nomi saranno scritti all’interno di esso moriranno.

Light rimane affascinato da quello che c’è scritto all’interno del quaderno, e decide di usarlo per commettere nefasti omicidi sotto lo pseudonimo di Kira. Il suo obiettivo è quello di ripulire il mondo da tutte le persone corrotte per poter creare una società perfetta libera dal crimine. La polizia dà la caccia a Kira, e chiede l’aiuto del detective L.

Cosa ne pensate di questa polemica brasiliana? Scrivetecelo nei commenti!

Fonte: 1.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi