Dr Commodore
LIVE

The Suicide Squad, l’autrice di Beastars ha realizzato un’illustrazione per l’uscita giapponese del film

L’autrice di Beastars Paru Itagaki ha recentemente realizzato un’illustrazione per The Suicide Squad – Missione Suicida, il nuovo film del DC Extended Universe diretto da James Gunn (Guardiani della Galassia).

Alla fumettista è stata infatti commissionata l’illustrazione per pubblicizzare l’uscita del film nelle sale giapponesi, avvenuta lo scorso 13 agosto.

La Itagaki ha realizzato un’illustrazione molto colorata con protagonisti Harley Quinn e Nanaue/King Shark, due dei superattivi protagonisti del lungometraggio di Gunn. La folle ex psicoterapeuta, ritratta a testa in giù, sorride maliziosamente, mentre tiene con sé quello che sembra un lanciarazzi (che ha pure nella locandina ufficiale del film), mentre il metaumano squalo ha la bocca sporca di sangue (probabilmente perché ha appena fatto uno spuntino) e tiene alzate le due mani. AL centro dell’immagine vediamo invece il logo del film con dei fori causati da dei proiettili. Un sacco di essi sono inoltre presenti nello sfondo dell’illustrazione.

Suicide Squad

The suicide Squad – Missione Suicida sta andando moderatamente bene ai botteghini giapponesi, tanto che la scorsa settimana era al nono posto degli incassi del weekend. Il film h trovato infatti dei concorrenti notevoli, tra il terzo film di My Hero Academia, il nono capitolo di Fast and Furious, Belle di Mamoru Hosoda e il secondo e ultimo capitolo del live-action di Kaguya-sama: Love is War. In generale il film è stato un successo di critica e di streaming (su HBO Max) e meno al botteghino internazionale.

Nel film la squadra suicida, conosciuta anche come Task Force X, formata da Amanda Waller e guidata dal colonnello Rick Flag affronta una folle missione sulla remota isola sud-americana di Corto Maltese.

Suicide Squad

La Itagaki sta attualmente lavorando ad una nuova serie manga intitolata Sanda che, a differenza dei suoi precedenti lavori, avrà come protagonisti dei personaggi umani e non degli animali antropomorfi. Il manga, iniziato il mese scorso, racconta di Mita, un ragazzino delle medie che all’improvviso viene attaccato cn un coltello da cucina da un compagno di classe, Fuyumura. Il ragazzo all’inizio non riesce a trovare alcun senso nelle azioni del compagno, e inizia a credere che sia tutto dovuto ad una peculiare fase della pubertà. L’intenzione di Fuyumura, invece, era quella di capire se Mita fosse davvero il discendente di una particolare famiglia…

Sanda viene serializzato sulla rivista Weekly Shonen Champion, la stessa rivista che ha ospitato anche l’opera più famosa dell’autrice, Beastars, da poco terminata dopo 196 capitoli e 22 volumi. Beastars viene pubblicato in Italia da Planet Manga, mentre il suo adattamento aniem (che avrà una terza stagione) è disponibile su Netflix.

Cosa ne pensate di quest’illustrazione della Itagaki? Avete visto The Suicide Squad? Scrivetecelo nei commenti!

Fonte: 1.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi