Dr Commodore
LIVE

Bleach: una vecchia conoscenza fa ritorno nel recente one-shot

Non è passato molto tempo dal rilascio del nuovo one-shot di Tite Kubo a tema Bleach, e la discussione sembra ancora essere più viva che mai. D’altronde il capitolo in questione è riuscito a convincere i fan, fornendo loro concreti indizi riguardo un nuovo arco narrativo incentrato su una dimensione non ancora esplorata: quella dell’Inferno.

Come abbiamo avuto modo di capire, al suo interno sono presenti molte delle vecchie conoscenze dei nostri Shinigami, e nel one-shot abbiamo già potuto reincontrarne una. Parliamo di Szayelaporro Granz, il precedente ottavo Espada; adesso facente parte, come tanti altri, delle schiere dell’inferno in cui è stato mandato dai nostri protagonisti.

La presenza di questa dimensione nella quale sono ospitati molti personaggi che già conosciamo risulta essere decisamente interessante, in quanto permetterebbe di creare numerose nuove battaglie, aggiungendo però anche il giusto tocco di nostalgia al tutto.

Szayelaporro Bleach one-shot

Szayelaporro: chi era e quando è morto

Come già detto, Szayelaporro è uno membro degli Espada, ovvero i più forti Arrancar facenti parte dell’esercito del temibile Sosuke Aizen, uno dei nemici più forti dell’universo di Bleach. Szayelaporro, come tanti altri degli Espada, è stato ucciso dal Capitano della dodicesima divisione del Gotei 13, Mayuri Kurotsuchi.

Entrambi i personaggi operavano più o meno nello stesso campo e ricopriva essenzialmente lo stesso ruolo di scienziato di Mayuri, ma per gli Espada. Non è proprio un caso, infatti, che i due abbiano finito per affrontarsi. La vittoria infine è andata al capitano del Gotei 13, che gli ha somministrato una droga in grado di rallentare enormemente la sua percezione del tempo. L’Espada ha comunque rappresentato una sfida per il capitano, che è stato spinto ad utilizzare il suo bankai.

Le novità del one-shot

Il nuovo capitolo di Bleach ha messo sul piatto diverse novità, introdotto nuovi personaggi e fatto luce su alcuni misteri rimasti irrisolti nel manga, ma ne ha anche aggiunti altri. Il fulcro del capitolo riguarda il Konso Reisai, un rituale che gli Shinigami utilizzano per far essenzialmente riposare in pace i capitani caduti in battaglia, permettendo al loro potente spirito di amalgamarsi nell’ambiente della Soul Society.

Tuttavia, nel capitolo veniamo a scoprire che in realtà lo spirito dei capitani è troppo denso per poterlo fare. Dunque, il Gotei 13 ha finora mandato i suoi compagni in un altro luogo… l’inferno. Questo era stato persino anticipato dalle farfalle infernali, come viene proprio spiegato da Szayelaporro nel capitolo.

Un altra interessante novità riguarda il figlio di Ichigo ed Orihime, Kazui Kurosaki, il quale sembra essere in qualche modo connesso all’inferno, e persino possedere poteri infernali.

News tip: CB

Articoli correlati

Matteo Mellino

Matteo Mellino

Matteo Mellino, sul web Mr. Gozaemon. Tormenta continuamente amici e familiari parlando dell'argomento che più lo affascina e al quale dedica tutto il suo tempo libero: l'animazione giapponese. Più pigro di Spike, testardo quanto Naruto ma sempre positivo come Goku.

Condividi