Dr Commodore
LIVE
Fallout 76 regno d'acciaio

Fallout 76 Regno D’acciaio, la recensione: fra scienziati e cavalieri

Fallout 76: l’espansione finale della saga della confraternita d’acciaio è arrivata con tante novità 

Dopo il successo ottenuto con il progetto year-long intrapreso su The Elder Scrolls Online, anche Fallout 76 sta ricevendo il suo momento di gloria grazie alla saga della Confraternita d’acciaio, che trova la sua conclusione con questa espansione dal nome “Regno d’acciaio”.

La Storia prosegue direttamente da dove ci eravamo lasciati con “Alba d’acciaio“, e continua la storia con una trama principale dalla durata di circa 6 ore, missioni secondarie e tanto altro ancora, ma parleremo di tutto in questa nostra recensione completa.

Il Saluto della fratellanza universale

Fallout 76 Regno d’acciaio è direttamente collegato ad “Alba d’acciaio”, creando così per i nuovi giocatori un’unica trama dalla durata superiore alle 10 ore totali, senza contare ovviamente tutte le missioni secondarie opzionali.

Attenzione: Proseguiranno spoiler della scorsa espansione, per evitare spoiler superare l’immagine

Nella scorsa espansione i capi della Confraternita appalachiana, il Paladino Rahmani e il Cavaliere Shin, si sono scontrati a causa delle loro idee verso gli anziani governatori della confraternita e hanno distrutto i loro mezzi di comunicazione con loro, isolandosi completamente e lasciando nell’intera comunità di Fort Atlas un grande senso di malcontento e preoccupazione, ma restando sempre uniti nel nome della fratellanza.

Le cose nella confraternita stanno però per cambiare, quando una serie di persone scompare misteriosamente, e si fanno sempre più pressanti le voci di una serie di attacchi ai danni di tutta l’Appalachia da parte di strani e nuovi supermutanti, accompagnati da ghoul ferali e creature di ogni genere.

Durante la nostra avventura scopriremo da dove provengono tutti questi mostri, e scopriremo di più sulle vite personali e il passato del Paladino Rahmani e del Cavaliere Shin, che ci faranno capire il perchè di alcuni comportamenti dei due personaggi.

La cosa che però ci ha fatto storcere il naso è che la nostra scelta nella “parte 1” del DLC non avrà nessun impatto su ciò che succederà in questa nuova avventura, che procede in modo interessante fino alla scoperta della nostra nemesi, ma da quel punto in poi la storia diventa prevedibile e scontata fino all’ultimo momento. Non fraintendeteci, resta tutto godibile, ma avremmo gradito qualche twist inaspettato.

Le novità dell’aggiornamento

Dopo Pronti e Carichi (che ha introdotto l’Obliteratrice per il respec dei personaggi), anche Regno d’acciaio porta diverse novità in Fallout 76. Oltre alla nuova parte della trama principale sulla confraternita possiamo contare:

  • Creazione leggendaria: Finalmente è possibile potenziare armi, armature e armature atomiche con la creazione leggendaria, disponibile da subito in qualsiasi banco da lavoro. sarà necessario però ottenere un nucleo leggendario da combinare con i moduli leggendari.
    • NOTA: Il completamento di “La contrizione di un Cavaliere” ricompenserà i giocatori con il pugno potenziato Spacca-grugni. Al momento, i giocatori non saranno in grado di riparare questo oggetto. La situazione è solo temporanea e verrà risolta nel prossimo aggiornamento.
  • Stagione 5: K.D. Inkwell ritorna in “Fuga dal 42° secolo”, la nuova stagione offre 100 gradi da conquistare e nuove ricompense come nuclei leggendari, espositori per armatura atomica, un Collectron Red Rocket e altro
  • Miglioramenti portafoglio: abbiamo aumentato la quantità massima di tappi da 30.000 a 40.000, lingotti d’oro da 5.000 a 10.000 e scrip da 1.000 a 5.000 che un giocatore può avere, così come alcuni dei limiti giornalieri dei commercianti.
  • Minerva: arriva un nuovo commerciante di lingotti d’oro che offre sconti in due nuovi eventi: Emporio di Minerva e Grande svendita di Minerva. Gli oggetti che Minerva ha a disposizione ruoteranno regolarmente, quindi assicuratevi di parlare con lei ogni volta che è in città. I suoi prodotti includono progetti acquistabili con lingotti d’oro che di norma sono disponibili solo da altri commercianti che accettano lingotti o completando le operazioni giornaliere.

Inoltre sono stati corretti diversi bug, di cui potete trovare il dettaglio qui: bethesda.net

Fallout Worlds e la personalizzazione del mondo

Oltre a tutte queste feature inserite nel gioco “normale”, è arrivata anche la nuova modalità Fallout Worlds nel server pubblico di test. I mondi pubblici sono una serie di esperienze a rotazione disponibili per tutti i giocatori. Realizzati a mano dal team di Bethesda Game Studios con il contributo della community di Fallout 76, ognuno offre un’esperienza di gioco unica.

Un po’ come per il prossimo Battlefield Portal, sarà presto possibile creare e modificare modalità personalizzate con impostazioni e modificatori con l’unico limite posto dalla nostra fantasia (o follia).

Bethesda sul suo blog ufficiale ha dichiarato:

Ci impegniamo a introdurre opzioni e modi di giocare ancora più personalizzabili in Fallout Worlds ascoltando il feedback della community di Fallout 76. Il nostro obiettivo è dare ai giocatori la possibilità di trasformare Fallout 76 nel proprio mondo.

La Conclusione (ma anche l’inizio)

Fallout 76 Regno d’acciaio è la conclusione di una questline durata quasi un anno, in cui abbiamo visto come è possibile far evolvere un gioco e migliorarlo, dalla mediocrità all’eccellenza ascoltando la community.

Fallout 76 è migliorato tantissimo nel corso degli anni (e ne abbiamo già parlato approfonditamente qui e qui) e l’espansione Regno d’acciaio segna sia la fine, che l’inizio di un nuovo cammino, che sicuramente tutti i fan di Fallout dovrebbero percorrere almeno una volta. Ci sono ancora alcuni bug da correggere (per esempio il Paladino Rahmani non è doppiato in italiano durante il suo toccante discorso finale) ma questo è davvero il punto da cui Bethesda potrà far risalire alla ribalta il suo MMO post-apocalittico preferito

Tutto quello che vi abbiamo descritto è disponibile gratuitamente dal 7 Luglio 2021 per PC, Xbox e Playstation 4. 

Voto 8/10

Articoli correlati

Gennaro Lazzizzera

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Condividi