Dr Commodore
LIVE

Moltres di Kanto: il fuoco della primavera

Moltres di Kanto, il Pokémon della settimana #58

Il Trio degli Uccelli Leggendari, uno di quelli che affascinano sempre i vari allenatori sparsi per il mondo.

Nelle nostre ricerche abbiamo parlato della loro forma regionale scoperta nella Tudra Innevata della Corona nella regione di Galar, e della forma Kanto di Zapdos. Quindi mancano solo due forme di cui parlare, poi le avremo trattate tutte!

Questa settimana parleremo del pollo in fiamme! Cioé, volevo dire, di Moltres di Kanto (ファイヤー Fire), il Pokémon Fiamma di tipo fuoco/volante.

Moltres

Come gli altri membri del trio Articuno e Zapdos, i Moltres della regione di Kanto vagano in giro per il mondo. Si dirigono a sud quando sentono l’inizio della primavera, e secondo alcune leggende sono proprio loro a portarla nel mondo (a volte anche in anticipo). I punti in cui solitamente vengono avvistati sono: dentro l’Altopiano Blu della regione di Kanto; sopra il Monte Brace situato nell’isola prima del Settipelago; il Monte Argento della regione di Johto; e l’Antro Talassico della regione di Kalos.

Moltres

Secondo alcune dicerie, aiuterebbero i viandanti dispersi sulle montagne a trovare la strada giusta. Questo spiegherebbe anche come mai molti dei luoghi in cui vengono avvistati sono montagne o vulcani inattivi.

Moltres

Quando sono feriti, cercano un vulcano ancora attivo, e ci si tuffano dentro, in quanto la lava cura le loro ferite. Sono degli attaccanti speciali, in grado di usare potenti Lanciafiamme e Fuocobomba, anche se in passato si pensava che la mossa fisica Aeroattacco fosse una loro esclusiva.

Moltres

L’aspetto

I Moltres di Kanto sono alti 2 metri e pesano 60 kilogrammi, e hanno le piume di colore giallo. La cresta sulla testa è lunga e fatta completamente di fiamme rosse e arancioni. Anche la coda e la parte inferiore delle ali sono fatte di fiamme. Quando volano esse creano una bellissima luce rossa.

Gli occhi sono triangolari e hanno la sclera bianca, l’iride viola, azzurra o grigia e la pupilla nera. Il becco è lungo, appuntito e di colore arancione. Anche le zampe sono di colore arancione, e presentano quattro artigli bianchi (tre anteriori e uno posteriore). Gli esemplari cromatici hanno le piuma rosa.

Moltres è ispirato a un airone, specie d’uccello molto simile a livello fisico, e a uccelli mitologici legati al fuoco, come la fenice, il Bennu o il Suzaku. Nel mondo reale, invece, il mon ha ispirato il nome di un nuovo esemplare di Binburrum Pyrochroidae, una specie di coleotteri diffusa in Australia. Il suo nome inglese deriva dall’unione delle parole molten (fuso) e tres (tre insspagnolo), mentre il nome giapponese deriva dalla parole fire (fuoco).

Cosa ne pensate di Moltres? Scrivetecelo nei commenti, e se non avete ancora letto l’ultimo episodio della rubrica, potete trovarlo qui.

Fonte: 1.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi