Dr Commodore
LIVE

Sir. Ian McKellen: “Amleto è bisessuale e ha una relazione con Rosencrantz”, l’attore 82enne torna a teatro con l’opera di Shakespeare 

Sir. Ian McKellen torna finalmente a teatro e interpreterà l’Amleto di Shakespeare  

A 82 anni l’attore Ian McKellen, uno dei maggiori esponenti del teatro Shakespeariano che ha interpretato tutti i ruoli dello scrittore britannico e fece parte tra il 1974 e il 1978 della Royal Shakespeare Company di Londra, decide di tornare a calcare i palchi teatrali, omaggiando ancora una volta una delle opere di William Shakespeare: Amleto.

Oltre ad avere ottenuto la nomina da parte della Regina Elisabetta II come Cavaliere, Ian McKellen è uno dei volti della comunità LGBTQ+ e porta avanti la lotta contro le discriminazioni dal 1988, anno in cui si dichiarò omosessuale.

Le sue prime interpretazioni furono a teatro, con le opere di William Shakespeare e successivamente si dedicò al cinema, non abbandonando mai il teatro e le opere del drammaturgo britannico.

ian mckellen

Ian McKellen questo 21 giugno interpreterà il Principe Danese al Theatre Royal di Windsor. L’attore ha affermato che il personaggio del titolo della tragedia di William Shakespeare è bisessuale.

“La sessualità di Amleto è rivelata dalla sua relazione con lo sfortunato Rosencrantz” ha detto, “quando il pubblico vedrà la mia interpretazione di Amleto, vedrà un personaggio che ama ragazze e ragazzi”. McKellen ha affermato che le prove di questa bisessualità si trovano in Rosencrantz che dice al suo amico: “Mio signore, una volta mi amavi”, a cui Amleto risponde: “E fallo ancora”.

Sir Ian ha detto che nonostante alcuni membri del pubblico abbiano insistito sul fatto che “non intendesse davvero l’amore”, è evidente che “i due hanno avuto una relazione”.

Rosencrantz e Guildenstern sono due personaggi che interpretano gli amici dell’università di Amleto che fanno parte della tragedia di Shakespeare e secondo Ian McKellen, il Principe aveva una relazione con uno di loro. 

La sessualità all’interno delle opere di William Shakespeare non si è mai definita, lo stesso scrittore non ha mai rivelato il suo orientamento sessuale e questo ha inciso molto all’interno delle sue tragedie.

In Amleto, ad esempio, l’amicizia con Orazio è stata interpretata da alcuni come una relazione omoerotica. Inoltre, il rifiuto crudele ed energico ad Ofelia è stato anche preso come un segno che il protagonista del titolo è a disagio con la sua sessualità ed è risentito dei suoi rapporti con le donne.

La reinterpretazione di Ian McKellen si estenderà all’espressione più famosa della disperazione di Amleto, il discorso “Essere o non essere”, sarà un discorso a Orazio nella nuova produzione.

L’attore ha spiegato a BBC Radio 4: “Non penso che Amleto si chieda se debba uccidersi, è un giovane che si chiede che cosa sia la vita, non la morte. Per far sembrare che sia assolutamente nel momento cruciale, io parlerò con Horatio, il mio migliore amico che, come spesso accade nell’opera, tace ma ascolta”.

FONTE

Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 24. Ho una crush infinita per Chris Evans.

Condividi