Dr Commodore
LIVE

ZERO: la nuova serie accompagnata dalla colonna sonora di Marracash, disponibile dal 21 aprile su Netflix

La nuova serie Netflix Zero, sarà disponibile dal 21 aprile sulla piattaforma

Zero è una serie del 2021 prodotta da Fabula Pictures e Red Joint Film per Netflix, liberamente ispirata al romanzo “Non ho mai avuto la mia età” di Antonio Dikele Distefano, autore di “Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?”, “Chi sta male non lo dice” e altri romanzi pubblicati tra il 2017 e il 2018. A soli 29 anni Antonio Dikele Distefano è riuscito a conquistare milioni di lettori e si è guadagnato una serie ispirata ad uno dei suoi ultimi libri.

Trama 

Omar è un ragazzo italiano di seconda generazione di origini africane che vive in una periferia di Milano, precisamente nel Barrio, un quartiere popolato da famiglie di immigrati la cui condizione è a dir poco critica.

Omar ha un superpotere: diventare invisibile.

Questo gli permette di aiutare il suo quartiere e i suoi nuovi amici, ma il suo sogno non è diventare un supereroe, bensì diventare un fumettista di Manga. 

La serie, al contrario di quello che potrebbe lasciare intendere il trailer rilasciato poco più di un mese fa, accoglie tematiche attuali che mettono in evidenza la condizione sociale in cui sono intrappolati ragazzi come Omar e i suoi amici. 

Il protagonista è un ragazzo di colore, un rider che lavora in una pizzeria per poter andare via dalla realtà in cui è costretto a vivere, lontano per cercare di realizzare il suo sogno ma questo diventa quasi impossibile quando i problemi della sua famiglia diventano sempre più grandi e dovrà utilizzare il suo potere per aiutare non solo suo padre e sua sorella ma anche i suoi amici e il suo quartiere.

Chi sono i protagonisti di Zero?

Conosciamo insieme i protagonisti della serie Netflix:

Giuseppe Dave Seke è un ragazzo afroitaliano di 25 anni con un passato da rapper e un futuro da attore, interpreta Zero, il protagonista dell’omonima serie; Haroun Fall interpreta Shariff, colui che cerca di proteggere il Barrio, troppo bianco per essere considerato africano e troppo nero per essere considerato bianco, a metà tra l’essere qualcuno piuttosto che un altro ma non abbastanza per sentirsi parte di una comunità.

Haroun ha 25 anni ed è di Torino, quella in Zero è la sua prima interpretazione; Beatrice Grannò che interpreta Anna è un volto già noto per aver recitato in Don Matteo e Doc – nelle tue mani, il suo personaggio è quello di una giovane bianca privilegiata che si innamora di Zero e da quel momento, come scrive Antonio Dikele Distefano “ero invisibile, poi lei mi ha guardato”, lo scrittore si rivede molto nel protagonista e così anche nella storia che li coinvolge.

zero

Dylan Magon è Momo, di soli 21 anni nasce a Palermo e ha partecipato a The Voice nell’edizione del 2014, lui è la roccia del gruppo, colui che tiene insieme i pezzi. Virginia Diop è Awa, la sorella di Omar. Questa non è la sua prima esperienza nel mondo del cinema, ha già interpretato una parte in “Bar Giuseppe” del 2019, diretto da Giulio Base. Awa è la sorella minore di Zero ma nonostante questo riesce sempre a fare la cosa giusta.

Madior Fall è di origini parigine, 21 anni anche lui e una carriera ancora acerba, il suo primo ruolo è quello di Inno nella serie Netflix Zero. Daniela Scattolin è Sara, a 27 anni è riuscita a realizzare il sogno di diventare un’attrice. Il suo ruolo in Zero è il secondo nel giro di poco tempo, Daniela ha di recente terminato le riprese per una serie su canale 5 “Inchiostro contro Piombo”.

Anche Giordano De Plano e Roberta Mattei si aggiungono al cast di Zero.

 

Accompagnata dalla colonna sonora prodotta da Marracash, 64 Bars che include altri artisti del panorama rap italiano come Guè e Madame, si conclude sulle note di quello che sarà il nuovo singolo di Mahmood. 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.





Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 24. Ho una crush infinita per Chris Evans.

Condividi