Dr Commodore
LIVE

Chrome 90 rende l’HTTPS il protocollo predefinito della navigazione, aggiungendo anche il codec video AV1

A partire dal lontano settembre 2016, Google Chrome ha iniziato una crociata contro l’ormai antico e quasi del tutto deprecato protocollo di navigazione HTTP (Hypertext Transfer Protocol), andando ad avvisare i propri utenti con un avviso di sicurezza quando si visita una pagina in HTTP.

Ciò è dovuto al fatto che il protocollo HTTP, utilizzato per comunicare tra gli host (es. un PC) e i server (es. il server di Google.it), non garantisce la sicurezza delle informazioni durante lo scambio dei dati permettendo a potenziali terzi di tracciare e di conseguenza trafugare possibili informazioni private.

Proprio per questo Google spinge attraverso Chrome l’adozione universale del protocollo HTTPS, che ha pressoché le stesse funzionalità dell’HTTP andando però a realizzare una connessione sicura tra host e server,  eliminando così la possibilità di vulnerabilità nel collegamento.

Dopo, come già scritto prima, aver introdotto nel 2016 un banner che segnalasse ogni qualvolta ci si collegasse ad un sito HTTP la mancanza sicurezza di quest’ultimo, adesso Chrome con la sua nuova versione, Chrome 90, introdurrà il reindirizzamento predefinito a un URL HTTPS nella barra degli indirizzi.

Questo significa che ogni volta che l’utente andrà a inserire un link (es. google.it) Chrome aggiungerà automaticamente il prefisso https:// (formando quindi https://google.it).

L’introduzione del reindirizzamento permetterà anche ad alcuni siti di essere più veloci poiché di solito sono quest’ultimi ad eseguire il reindirizzamento andando di conseguenza a consumare risorse

Oltre al reindirizzamento automatico al protocollo HTTPS, Google ha anche aggiunto su Chrome il supporto al codec video AV1, già utilizzato da Netflix per riprodurre i suoi video che garantirà agli utenti flussi video più stabili e meno esosi in termini di dimensioni, rendendo così più semplici varie funzionalità che richiedono trasmissioni video come ad esempio le ormai utilizzatissime videochiamate.

Cosa ne pensate di questi cambiamenti? Ritenete che la battaglia di Chrome contro il protocollo HTTP sia utile? Fatecelo sapere con un commento!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte

FONTE

Articoli correlati

Simone Campisi

Simone Campisi

Sai che non sai?

Condividi