Anime & Manga Recensione

One Piece 1010: L’haki del re

Wano

In One Piece 1010 scopriamo nuove forme di utilizzo dell’haki del re. Cosa dobbiamo aspettarci ora?

Ciao a tutti e benvenuti al consueto commento al capitolo settimanale di One Piece.

Il 1010 segna un punto fondamentale nella corsa verso la fine del manga, ora come ora sempre più tangibile nei repentini progressi da parte del protagonista e non solo.
All’inizio di questa saga ci si domandava come potesse Rufy Cappello di Paglia riuscire a tenere testa o peggio ancora sconfiggere un Imperatore del calibro di Kaido, considerato la bestia più forte al mondo.

Per rispondere a questa domanda il percorso narrativo è stato una scalata climatica incredibile, partita nel primo atto con un surclassamento di Kaido ai danni di Rufy, raggiungendo mano a mano la vetta in una ripida scalata di miglioramenti ed esplodendo tutta insieme solo ora.

Ed il bello è che questa è solo la punta dell’iceburg di un capitolo che rimarrà indelebile nella mente di moltissimi lettori.

Big Mom

Diciamocelo chiaramente: Eiichiro Oda non è mai stato davvero in grado di gestire la combo di due Imperatori nella stessa saga.
Dal suo arrivo sull’isola, la mammona è sempre stata succube di espedienti narrativi per essere tenuta buona e allontanata periodicamente dal palcoscenico, a causa della sua immane potenza e dell’altissima importanza narrativa che il personaggio in quanto tale ricopre.
Il suo destino all’interno della saga è sempre stato quello di essere l’ombra di Kaido, la spalla utile a rendere il tutto più frizzante, ma la sua pericolosità reale non è mai davvero esplosa.

Ricordiamo che Big Mom è in grado di animare ciò che vuole (comprese le onde degli oceani), lanciare tempeste e soli dalle proprie mani, strappare l’anima alle persone.

Se Eiichiro Oda avesse davvero voluto utilizzare Big Mom al massimo delle sue possibilità non le avrebbe mai fatto perdere la memoria facendola diventare l’amica di Chopper, non l’avrebbe mai fatta rotolare via per mezzo di Jimbe e delle mani di Nico Robin o non l’avrebbe mai e poi mai fatta cadere da Onigashima.

I suoi stessi figli introdotti a Wano sono stati fino ad oggi totalmente inutilizzabili, il che ci riconduce alla conclusione che forse Oda non ha mai voluto davvero utilizzare Big Mom a Wano con uno scopo, semplicemente potrebbe averla reintrodotta per mantenerla viva sulle scene in vista del futuro.

Dopotutto ricordiamo che la meta di Erbaf sarà obbligata per i Mugiwara a causa del sogno di Usopp di incontrare i Giganti, e che Charlotte Linlin ha un passato burrascoso proprio con gli stessi.

Giunti a questo punto è lecito iniziare a domandarsi se Big Mom tornerà davvero sulla cima di Onigashima a combattere, oppure se verrà ancora tenuta lontana con una scusa qualsiasi.

Che il suo ruolo come parte attiva dello scontro sia giunto alla fine?

Al momento sappiamo che Eustass Kidd e Killer stanno recandosi proprio contro di lei, ma la cosa potrebbe rivelarsi anche solo temporanea.
Certo, sarebbe interessante riuscire a vedere il duo isolato in uno scontro unico con un Imperatore, anche perché ad oggi sono forse quelli ad avere avuto minor spazio, ma saranno in grado di tenerla a bada?
Che sia un’occasione per Kidd di mostrarci qualcosa di più sul suo frutto del diavolo?

One Piece 1010

La presenza di Big Mom oramai è evidentemente fine a se stessa, ammesso che questa non serva da espediente per introdurre un flashback o un approfondimento sui pirati Rocks.
Resta però da capire come verrà gestito Zeus da qui a fine saga.

Oramai quasi tutti i lettori della community concordano sul fatto che Zeus finirà nelle mani di Nami, e il capitolo 1010 potrebbe averci fornito l’indizio definitivo verso questa direzione.

Difatti è stato Prometheus a salvare Big Mom dalle acque sottostanti, e sempre Prometheus sta iniziando ad instigare la mammona contro Zeus.
Che la richiesta fattale possa avere a che fare con un tradimento verso Zeus?

C’è anche chi sostiene che Prometheus stia suggerendo a Big Mom di creare un nuovo Zeus e che le nuvole in cielo in movimento possano essere un incipit a qualcosa del genere, ma sarà davvero così? Fateci sapere che ne pensate!

Big Mom e Prometheus

Zoro

One Piece ci ha abituati a lunghe attese, anni di pubblicazioni su cui i fan settimanalmente fanno le teorie più disparate, ma raramente ci ha premiati con le risposte.

Il fatto che Eiichiro Oda stia premendo sull’acceleratore è sempre più evidente, e aver elevato in un solo capitolo Roronoa Zoro e Monkey D. Rufy ai livelli rappresentati, denota di come l’autore stia preparando già il terreno verso l’arco finale del manga.

Oramai sono trascorsi 500 capitoli dal timeskip e per tutto questo tempo, per più di dieci anni non si è fatto altro che fare congetture sul livello combattivo raggiunto da Zoro, in particolar modo con riferimento all’allenamento con Mihawk.

Il lato divertente è che ciò a cui assistiamo nel capitolo 1010 non ha nulla a che fare con lo stesso, ma è frutto di una presa di coscienza da parte dello spadaccino unita alla capacità di aver padroneggiato Enma.

Nel corso del manga abbiamo avuto una serie di esempi di Zoro portato all’estremo, e sul culmine rilasciava colpi particolarmente intensi ma mai realmente spiegati.

L’esempio più eclatante risale ad Enies Lobby, dove già all’epoca lo spadaccino vinse lo scontro con Kaku per mezzo dell’Ashura, una proiezione visiva del proprio spirito, ma all’epoca il concetto stesso di Haki non era ancora stato introdotto.

Zoro Ashura

Col senno di poi molte cose accadute nel manga hanno avuto spiegazioni retroattive.
Si pensi al Mantra dei sacerdoti di Skypeia e di Ener, che altri non era se non Haki dell’osservazione, o addirittura allo sguardo con cui Shanks nel primo capitolo del manga cacciò il Re della scogliera rivelatosi poi essere Haki del re.

Nel caso di Zoro, abbiamo anche un altro esempio, più recente, che forse può essere giustificato a ragion veduta con l’haki del re.
A Punk Hazard, egli tagliò in due Mone trasformata nella forma Rogia senza che la stessa riuscisse in seguito a ricomporsi, come paralizzata dal terrore.
Difficile oggi credere che le due cose non siano collegate.

Qualcuno potrebbe obiettare che forse Zoro non possieda l’haki del re, ma la verità è che semplicemente non ne è cosciente, così come non ne era Rufy quando lo sprigionava le prime volte in situazioni emotivamente forti.

D’altronde, possiamo fidarci dell’intuito di Kaido: stiamo parlando di un Imperatore che ha fatto la storia del mondo della pirateria, che ha avuto a che fare con i più grandi pirati del mondo e che di conseguenza è assolutamente in grado di riconoscere un potere così raro quando ce l’ha davanti.

In poche pagine, Zoro viene elevato quasi al pari del proprio capitano, riesce a ferire in modo importante Kaido consacrando la sua impresa al pari di quella di Oden.

Non solo. Sappiamo infatti che Enma avrebbe consentito lui di diventare più forte padroneggiandola, ed è difatti grazie a questa forza che lo spadaccino è riuscito a spingersi oltre il proprio limite.
In altre parole, è stata solo un mezzo per arrivare a scoprire di possedere la tonalità del Re Conquistatore.

haki del re conquistatore

Resta da capire come mai Zoro ne sia in possesso, quali piani Oda avrà in serbo per lui d’ora in avanti.
Il suo ruolo nello scontro contro Kaido è oramai giunto al termine, dopo aver dato il tutto per tutto, ma all’interno della saga potrebbe avere ancora dell’altro da fare.

Dopotutto gli stessi Foderi Rossi stanno trovando nuova linfa vitale ai piani inferiori, presi a occuparsi di Orochi, Kanjuro, Jack e Fukurokuju.
Che Zoro possa unirsi a Marco nell’affrontare King e Queen? Oppure supporterà Kidd e Killer contro Big Mom? 

Rufy

Il capitolo 1010 di One Piece non è stato solo il coronamento di Zoro, perché lo stesso è stato poco dopo superato in maniera ancor più prepotente dal proprio capitano.
L’unico modo che aveva Eiichiro Oda per portare lo spadaccino a livelli così alti era quello di portare il protagonista ancor più in alto, e così ha fatto.

Rufy Cappello di Paglia ha fatto passi da gigante nel Nuovo Mondo, specialmente dallo scontro contro Katakuri in poi.
Durante i combattimenti lo stesso ha imparato a migliorarsi, ha superare il proprio limite ogni volta un po’ di più, perché, come ricorda Hyogoro in un breve flashback, è nei momenti di maggiore difficoltà che il potere si manifesta.

Dopo aver scoperto l’esistenza di un livello superiore nell’haki dell’osservazione in grado di consentirgli di vedere il futuro e prevedere gli attacchi dell’avversario, dopo aver padroneggiato un livello successivo nell’haki dell’armatura per mezzo dell’allenamento a Udon, ora, nel bel mezzo del più grande scontro della sua vita, Rufy scopre l’esistenza di un utilizzo successivo anche dell’haki del Re Conquistatore, ed impara a padroneggiarlo sul campo di battaglia, esattamente come successe contro Katakuri.

Rufy vs Kaido

Per la prima volta, Cappello di Paglia può essere visto come al pari dei più potenti personaggi del manga, dimostrando di saper utilizzare tecniche avanzatissime che solo gente del calibro di Roger, Barbabianca o pochissimi altri hanno mai padroneggiato.

Fino ad oggi, sapevamo che l’haki del re poteva essere impiegato per infondere la propria volontà sugli animali per ammansirli, o far svenire gli individui con un basso livello di ambizione.

Ora scopriamo assieme a Rufy l’esistenza di un modo per impiegare anche l’haki del re in senso attivo in uno scontro rivestendo con lo stesso il proprio corpo ed i propri colpi.

Quando Hyogoro ha allenato Rufy nella prigione di Udon, gli ha insegnato non soltanto a padroneggiare al meglio un’abilità dell’haki dell’armatura in grado di colpire i nemici dall’interno, ma a far fluire il potere dentro di sé.
In altre parole, un controllo del fiume energetico.

Da questi insegnamenti, Rufy ha realizzato ora che haki dell’armatura ed haki del re possono essere combinati per riuscire a colpire gli avversari senza nemmeno toccandoli, proprio come successe a Roger e Barbabianca nel flashback di Oden, manifestandosi sottoforma di fulmini neri attorno al corpo.

Col senno di poi, ci sono stati altri casi di utilizzo dell’haki del re in battaglia.
Qualcuno di voi ricorderà per esempio lo scontro contro Don Chinjao nel Colosseo a Dressrosa (capitolo 716), dove dall’impatto tra i colpi sferrati con la tonalità dell’Armatura, fulmini neri si sprigionarono come scintille, proprio come ora.

Don Chinjao vs Rufy

Oppure ancora nel volume 45, quando Shanks salì a bordo della nave di Barbabianca per chiedergli di fermare la caccia di Ace a Barbanera: in quell’occasione, un frammento della nave si danneggiò al solo passaggio del Rosso, segno compatibile con queste nuove spiegazioni dell’haki.

Per fortuna, sembra che Oda non abbia intenzione di inflazionare questa tecnica, a differenza di quanto accaduto con le tonalità dell’osservazione e dell’armatura.
Il fatto che esistano livelli successivi nell’utilizzo dell’haki, mette al riparo l’opera dall’effetto “svendita dei poteri” a cui spesso siamo stati abituati nei battle shonen.

In particolare, sappiamo che l’haki del re è prerogativa di pochi perché non può essere acquisito, ma si può solo imparare a controllarlo.
Con questa abilità nasce una persona su un milione nel mondo di One Piece, e di certo come dice lo stesso Kaido tra questi sono davvero pochi coloro in grado di padroneggiarla a certi livelli.

In altre parole, Rufy in questo momento non ha più nulla da invidiare agli Imperatori, a Roger, a Rayleigh, e in generale ai più quotati e famosi pirati del mondo.

Come spiegato approfonditamente nel commento al capitolo 1000, oramai non è più immaginazione sognare un Rufy sul trono del Re dei Pirati.
La strada che ha percorso è stata lunghissima e ardua e il giorno in cui sconfiggerà Kaido, perché ci riuscirà, l’ultimo grande ostacolo della Vecchia Generazione sarà abbattuto e tutti i più grandi della pirateria e non solo dovranno riconoscerlo.

Per questo motivo Oda l’ha fatto restare da solo contro Kaido, per questo motivo è giusto che affrontasse l’ultima battaglia con le proprie forze.

Oramai il sogno di diventare l’uomo più libero del mondo è più concreto e tangibile di quanto sia mai stato.

E voi Commodoriani che ne pensate del capitolo 1010?
Siete contenti di questa svolta verso Zoro e Rufy? Cosa vi aspettate ora da Big Mom?
Fatecelo sapere commentando qua sotto o nei nostri canali social!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Twitch!

Canale Offerte Telegram!