Film/Serie Tv Recensione

The Falcon and The Winter Soldier: John Walker non è Captain America ma il nuovo Soldato d’Inverno?

La serie The Falcon and The Winter Soldier è arrivata alla quarta puntata, possiamo definire John Walker il protagonista di questo episodio

The Falcon and the Winter Soldier è una miniserie televisiva sviluppata da Malcolm Spellman per Disney+, basata su Sam Wilson e Bucky Barnes e ambientata dopo Avengers Endgame. 

Da qui in poi sono presenti spoiler di The Falcon and The Winter Soldier

Il quarto episodio si apre con un flashback di sei anni fa di Bucky in Wakanda, Ayo lo aiuta a liberarsi di quelle parole che per una vita intera lo hanno intrappolato in un vortice di odio e violenza. Quelle parole che lo hanno reso il Soldato d’Inverno. 

Pronunciandole non succede nulla, Bucky è finalmente libero dal lavaggio del cervello dell’Hydra, le lacrime gli rigano il volto e realizza di essere una persona nuova.

Tornati nel presente, continua la caccia al siero del Supersoldato. Sam, Bucky e Zemo cercano la leader dei Flag Smasher, Karli, che ha preso le ultime dosi.

Falcon cerca di contrattare con Karli ed entra in empatia con il suo senso di perdita ma l’ingresso di John Walker fa saltare il piano ideato da Sam. 

Possiamo considerare Walker da questo momento in poi il protagonista dell’episodio: dall’arrivo in Lettonia ogni azione dell’ex marine fa imprecare lo spettatore. 

Avevamo già analizzato lontanamente il personaggio di John Walker e di come non potrà mai essere il nuovo Captain America, in questo episodio la sua anima si macchia… e non solo quella.

L’ex marine è visibilmente frustrato dal modo in cui viene trattato. Lui ha lo scudo, lui ha addosso gli abiti di Captain America, lui cerca di essere Steve Rogers ma è consapevole che non lo diverrà mai. L’unica cosa che potrebbe farlo avvicinare a lui è il Siero. 

Una dose infatti non viene distrutta da Zemo e John Walker la ruba ma, prima di iniettarsela, vuole capire se sta facendo la cosa giusta e chiede consiglio al suo braccio destro, Lemar Hoskins. 

Battlestar (Hoskins) ammette che si farebbe iniettare il siero anche se questo comporterebbe un cambiamento nella sua persona. “Il potere aumenta i pregi o i difetti di una persona. Karli Morgenthau e Steve Rogers” dice il migliore amico di John e lui chiede cosa cambierebbe nella sua di persona, invece: “Tu hai già ottenuto tre Medaglie al valore, tu prendi sempre la decisione giusta in battaglia”, Lamar si riferisce all’Afghanistan e a quelle medaglie ottenute grazie al sangue degli innocenti sulle proprie mani, entrambi sanno che quelle medaglie sono macchiate da una triste realtà che li perseguiterà come spettri.

Walker non ha bisogno di sentirsi dire altre parole, è consapevole che il siero lo renderebbe molto simile a Steve e quindi a Cap, ma le cose precipitano bruscamente negli ultimi minuti. 

Se a Bucky Barnes bastavano poche parole in russo per diventare il Soldato d’Inverno, a John Walker basta vedere il suo migliore amico privo di vita tra le sue braccia per scatenare un’ira mai vista prima. 

Karli ha accidentalmente ucciso il suo partner Lemar Hoskins (Battlestar), con un singolo superpotente pugno al petto. Walker è distrutto, prova sulla propria pelle cosa vuol dire essere un supersoldato e, accecato dalla rabbia, insegue la ragazza che però riesce a scivolare tra la folla. John Walker investe il suo compagno Flag Smasher e lo uccide pubblicamente, sporcando per la prima volta in assoluto lo scudo di Captain America.

john walker

Il parallelismo con Captain America: Civil War è voluto ed evidenzia proprio la differenza tra i due personaggi: da un lato Steve Rogers (Chris Evans) che si scaglia contro Iron Man ma non lo uccide, dall’altro John Walker (Wyatt Russell) che rapito da una rabbia incontrollata uccide a sangue freddo un uomo sotto gli occhi sgranati di un pubblico non richiesto. 

Il nome dell’episodio Il mondo intero ci guarda, è un chiaro riferimento agli ultimi minuti della puntata e al modo in cui il personaggio di Captain America, una volta considerato il protettore d’America e l’occhio vigile della grande Nazione, adesso è considerato qualcuno da temere, una minaccia per il Paese capace di uccidere qualcuno davanti ad una città sbigottita.

Abbiamo appreso grazie a queste quattro puntate che John Walker è tutto fuorché il nuovo Captain America, grazie alla dose di Siero del supersoldato adesso si avvicina molto di più al Soldato d’Inverno piuttosto che a Steve Rogers e ai valori in cui credeva.

Solo due puntate ci separano dalla fine, cosa vi aspettate da questi ultimi episodi?

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!