Dr Commodore
LIVE

Richard Stallman contro il mondo Linux: centinaia di attivisti ne chiedono le dimissioni dalla FSF

Uno dei più grandi pionieri del software libero, Richard Stallman, viene sommerso dalle critiche misogine e transfobiche 

Richard Stallman è una delle figure più importanti del mondo informatico. Fondatore del progetto GNU, che insieme al kernel Linux è alla base della maggior parte dei sistemi operativi open source, e della Free Software Foundation, organizzazione no profit che si occupa di promuovere il software libero, adesso la sua autorità viene messa in dubbio.

Nel dettaglio è stata pubblicata una lettera aperta, firmata da centinaia di figure importanti nel panorama del software libero, dedicata al consiglio di amministrazione della FSF e a Stallman stesso dove viene chiesta esplicitamente la rimozione di quest’ultimo da ogni carica della fondazione.

La richiesta di rimozione è dovuta alle frasi misogine, sessiste e transfobiche pubblicate da Stallman nel corso degli anni e che portarono già alla sua rimozione nel 2019, per poi tornare nella fondazione nel 2021.

stallman contro linux corpo

Le frasi incriminate vennero scritte da Stallman in una discussione riguardo gli abusi sessuali compiuti da Jeffrey Epstein. Richard infatti avrebbe sostenuto il criminale opponendosi all’utilizzo della parola aggressione e ha definito moralmente assurdo definire stupro un qualcosa che dipende da dettagli minori come in quale paese si trovava o se la vittima aveva 18 anni o 17 anni.

Nella lettera vengono inoltre citate anche altre molestie che Stallman avrebbe compiuto a danni delle donne nel corso degli anni, ad esempio: “Alcune di noi hanno le nostre storie su RMS e le nostre interazioni con lui, cose che non vengono catturate nei thread di posta elettronica o nei video”, […] Ci auguriamo che leggerai ciò che è stato condiviso e considererai il danno che ha fatto alla nostra comunità e agli altri“.

Queste frasi hanno suscitato forti critiche nella lettera aperta, che sostiene: 

Richard M. Stallman, spesso noto come RMS, è da molto tempo una forza pericolosa nella comunità del software libero. Si è dimostrato misogino, discriminatorio contro i disabili e transfobico, tra le altre gravi accuse di scorrettezza. Questo tipo di credenze non ha posto nel software libero, nei diritti digitali e nelle comunità tecnologiche. Con la sua recente reintegrazione nel Consiglio di amministrazione della Free Software Foundation, chiediamo che l’intero Consiglio della FSF si dimetta e che RMS venga rimosso da tutte le posizioni di leadership. […]

Chiediamo la rimozione dell’intero Consiglio della Free Software Foundation. Queste sono persone che hanno abilitato e potenziato RMS per anni. Lo dimostrano ancora una volta permettendogli di rientrare nel Consiglio della FSF. È tempo che RMS faccia un passo indietro dal software libero, dall’etica tecnologica, dai diritti digitali e dalle comunità tecnologiche, perché non può fornire la leadership di cui abbiamo bisogno. Chiediamo anche che Richard M. Stallman venga rimosso da tutte le posizioni di leadership, incluso il Progetto GNU.

Il peso di questa lettera è certamente indiscusso, portando come firmatari persone molto influenti nel mondo open source come Neil McGovern, direttore esecutivo della GNOME Foundation ed ex leader del progetto Debian o Deb Nicholson, direttore generale della Open Source Initiative. 

Per questo la possibile rimozione di Stallman è molto probabile in nel prossimo futuro. Come sempre vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi.

Voi intanto diteci, cosa ne pensate di questa lettera contro Richard Stallman? Fatecelo sapere con un commento!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Simone Campisi

Simone Campisi

Sai che non sai?

Condividi