Dr Commodore
LIVE

Marshtomp: il Pokémon della settimana #27

Marshtomp

Pioggia e fango caratterizzano la ricerca di questa settimana, in quanto parleremo di Marshtomp (ヌマクロー Numacraw), il Pokémon Fango Pesce!

 

I Marshtomp evolvono dai Mudkip quando questi raggiungono il livello 16. A differenza della pre-evoluzioni, questi mon sono bipedi e posseggono il tipo terra oltre al tipo acqua. In natura sono soliti muoversi a gruppi e li si può vedere spesso giocare nel fango, terreno sul quale sono velocissimi, molto più che in acqua.

Quando lottano su un terreno fangoso si trovano in fatto in vantaggio rispetto agli avversari, grazie anche al forte appoggio dei loro piedi. Con la pinna sulla testa riescono inoltre a percepire i movimenti sotterranei, cosa che torna molto utile nel caso l’avversario usi la mossa Fossa. Un tempo si pensava fossero gli unici a imparare la mossa Fanghiglia, la quale infligge un danno del 30% agli avversari (con la possibilità di diminuirne la precisione) e spazza via qualsiasi pietra sul campo di battaglia.

Il loro corpo è ricoperto di una speciale membrana che gli consente di vivere sulla terraferma, ma se stanno troppo al sole rischiano di farla indebolire. In questi casi cercano subito del fango o una spiaggia con basse maree per reidratare il corpo.

L’aspetto

I Marshtomp sono prevalentemente di colore azzurro. La loro testa ha una forma ovale, con le branchie arancioni poste sulle guance e una pinna angolare blu al centro della testa. La parte inferiore della faccia è più chiara rispetto al resto del corpo, cosa condivisa anche dal petto. Gli occhi hanno la sclera arancione e l’iride nera.

Le due braccia di questi mon sono lunghe, e le mani posseggono 3 dita ciascuna. Le gambe invece sono corte e più grosse. Come coda ha due grandi pinne dello stesso colore di quella sulla testa. La pancia è di colore arancione, come le guance. Gli esemplari cromatici hanno il colore del corpo violaceo, con il petto rosa, le guance e la pancia ocra, e le pinne viola scuro.

Marshtomp è ispirato al pesce saltafango (pesci in grado di sopravvivere fuori dall’acqua per un po’), alla salamandra Necturus maculosus, al Protopterus amphibius (una rara specie di pesce polmonato che in età adulta diventa lungo fino a 45 cm) e al mirmillone (una categoria di gladiatori romani detti “murmillo” in latino, parola che si usava anche  per riferirsi ai pesci d’acqua dolce). Con la sua pre-evoluzione condivide dei tratti ispirati agli axolotl. Il nome inglese deriva dall’unione delle parole marsh (acquitrino o palude) e stomp (calpestare), mentre quello giapponese deriva dell’unione delle parole 沼 numa (palude) e/o le parole crawfish (gambero turco), crawl (camminare) e claw (artiglio).

E voi che ne ne pensate di Marshtomp? Scrivetecelo nei commenti!

Fonti: 1, 2, 3, 4, 5.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Se siete interessati ad anime e manga seguiteci sui nostri social dedicati: Facebook e sul canale Youtube!

 

 

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi